7 estensioni da non perdere per Chrome

7 estensioni da non perdere per Chrome

Grazie alla sua leggerezza, velocità, capacità di integrarsi con l’ambiente Google e responsività alla navigazione da mobile, il browser Google Chrome, nonostante la sua relativamente breve vita, è riuscito a diventare il browser più utilizzato al mondo.

Tuttavia, non si è trattato di una vittoria facile. Al momento della sua nascita, infatti, Chrome ha dovuto sin da subito affrontare la concorrenza di tue tenaci avversari: ovvero Internet Explorer, nativo di Windows, ed il potente Mozilla di Firefox. Se il primo è riuscito ad autoeliminarsi dalla competizione a causa della sua oramai celeberrima lentezza, per battere il secondo Chrome ha dovuto faticare non poco.

Cosa sono le estensioni

Mozilla è stato a lungo il browser più utilizzato al mondo, vuoi perché si trattava dell’unica alternativa valida al totalitarismo dell’Explorer di Microsoft, vuoi perché i programmatori di Mozilla hanno inteso sin da subito una delle maggiori potenzialità che un buon browser dovrebbe essere in grado di sfruttare: le estensioni (o add on).

Di cosa si tratta? Le estensioni sono dei piccoli software che non sono veri e prori sofware, mini programmi che non richiedono un’installazione vera e propria ma che, una volta scaricati e lanciati, vanno ad integrarsi direttamente nel browser al fine di consentire all’utente di effettuare operazioni aggiuntive che altrimenti non sarebbe possibile fare, o che sarebbero fattibili solo a seguito di lunghi e macchinosi procedimenti. In altre parole, la funzione delle estensioni è quella di semplificare l’esperienza di navigazione degli internauti.

Ebbene, fra la fine degli anni ’10 e l’inizio della decade che stiamo vivendo – posta la manifesta inferiorità di Internet Explorer – la vera lotta per la supremazia era fra Chrome (leggero, veloce, semplice) e Firefox (più pesante ma maggiormente personalizzabile). E se da un lato era impossibile per i programmatori di Mozilla alleggerire un prodotto ampiamente apprezzato così com’era, dall’altro i quelli di Google hanno avuto buon gioco ad implementare le funzionalità del loro browser senza ledere la leggerezza generale del programma. Oggi infatti Chrome può contare su una vasta scelta di estensioni che non hanno nulla da invidiare a quelle di Firefox, colmando il gap che lo separava dal browser di casa Mozilla in termini di personalizzazione.

Il numero di estensioni da scaricare è veramente ragguardevole, ed ognuna è specifica per una singola operazione. Ve ne segnaliamo sette, scelte in base alla popolarità di cui godono e al tipo di operazione per cui sono predisposte. Prima di tutto però vediamo come integrarle nel nostro browser.

Come istallare un’estensione su Chrome

Innanzitutto diciamo che, così come avviene per le app, Chrome (e quindi Google) dispone di un luogo virtuale in cui sono tutte raccolte, il cosiddetto Chrome Web Store, in cui oltre alla categoria Extensions, ne troveremo anche altre per personalizzare ulteriormente il nostro browser con temi, applicazioni e giochi.

Clicca sull’estensione che ti interessa, comparirà una nuova finestra. In alto a destra noterai la tab “Aggiungi” > click sinistro > si aprirà un’ulteriore finestra > click su “Aggiungi estensioneet voilà, la nuova estensione è installata e pronta ad essere utilizzata.

Non tutte le estensioni sono disponibili sul Chrome Web Store quindi, se sei a conoscenza di un add on che fa assolutamente al caso tuo ma non lo trovi sullo store, una semplice ricerca su Google potrebbe risolvere la questione. Verrai con buona probabilità reindirizzato al sito web degli sviluppatori dell’estensione e da lì potrai installarla seguendo la stessa procedura che abbiamo spiegato sopra.

Ora che sappiamo come installarle possiamo partire, senza indugio, con la nostra lista di 7 estensioni da non perdere per Chrome.

1.    AdBlock Plus, addio pubblicità

Suggerire di installare AdBlock Plus potrà sembrare banale agli utenti più esperti, ma si tratta pur sempre di una delle estensioni più apprezzate, quindi merita almeno una citazione.

AdBlock è infatti la scelta obbligata per chiunque non sopporti più l’interminabile numero di banner, pubblicità e finestre di pop up che compaiono ogni volta che apriamo una pagina web. Il compito di questa estensione è proprio quello di disabilitare le pubblicità (da qui il nome: Ad in inglese è l’abbreviazione di Adverstisement, ovvero ‘pubblicità’).

Ma AdBlock fa di più: non si limita infatti a garantire una navigazione serena fra le comuni pagine web, la sua azione ha effetto anche sulle pagine di Facebook e sulle fastidiose pubblicità che dobbiamo sorbirci prima dell’inizio di ogni video su YouTube.

Vista la sua versatilità, l’estensione è disponibile per tutti i browser più noti (e anche per quelli meno noti, come Opera, Safari e Yandex). Ne esiste anche una versione per mobile, ma in questo caso non si tratta di un’estensione, bensì di un vero e proprio browser ad-free, che ti permetterà di navigare anche da smartphone e tablet senza pubblicità.

Grazie alla popolarità di cui gode, AdBlock è riuscita in qualche modo anche a fare un favore all’intera comunità di internet. Da qualche anno infatti alcuni siti web hanno lanciato una campagna di de-pubblicizzazione, grazie alla quale vengono inseriti automaticamente nella cosiddetta “white list” dell’estensione, risultando navigabili anche senza il suo utilizzo.

2.  YouTube e le estensioni Chrome

Se per caso sei arrivato qui perché cercavi un’estensione Chrome per scaricare video da YouTube, purtroppo rimarrai deluso. Dal 2014, infatti, YouTube e Chrome (che appartengono entrambi a Google, ricordiamolo) hanno stretto un accordo per vietare tutti gli add on che consentissero il download diretto dei video contenuti nel popolare sito di streaming da Chrome. Valli a capire.

Tuttavia, esistono moltissime estensioni gratuite e autorizzate che ti consentono di vivere al meglio la tua esperienza con YouTube, ed alcune di queste hanno funzioni che neanche sapevi di volere. Te ne elenchiamo 6 di seguito:

  1. VideoBlocker è altrimenti nota per essere l’app per evitare gli spoiler. Puoi infatti evitare di visualizzare automaticamente certi canali o certi video suggeriti da YouTube in base alle tue preferenze inserendo delle parole chiave una volta installata l’app, così da non rischiare di sapere, contro la tua volontà, chi sarà il prossimo a morire in Game of Thrones.
  2. L’estensione SidePlayer è perfetta per tutti coloro che sono abituati a navigare avendo sempre un numero elevato di schede aperte. La sua funzione è quella di far apparire il video in una finestra distaccata che puoi sempre tenere sotto controllo, ridimensionare, spostare e chiudere a tuo piacimento.
  3. Un altro add on utilissimo è HoverCards che ha come missione principale quella di farti risparmiare tempo. L’estensione permette infatti di guardare un video semplicemente spostando il mouse sul link che ti viene inviato. Se in chat su Facebook, ricevi un link video e non vuoi cliccare per capire di cosa si tratta? Niente paura, con HoverCards basterà spostare la freccetta del mouse sul link ed il video partirà in automatico sul tuo schermo senza bisogno di cambiare pagina.
  4. La funzione di Smart Pause for YouTube è invece tutta nel nome. L’estensione si occupa infatti di mettere automaticamente in pausa i video che guardi quando passi da una scheda all’altra, senza correre il rischio di perderti neanche un secondo della riproduzione.
  5. Una delle caratteristiche più fastidiose di YouTube è quella di far partire automaticamente i video una volta che clicchiamo su uno di essi. Se sei un affezionato del caro vecchio play to start ti basterà installare Stop Autoplay for YouTube, che porrà fine a tutti gli avvii indesiderati.
  6. Per rimanere in tema di opzioni fastidiose, citiamo il fatto che YouTube non consente di fare ricerche mentre guardiamo un video, senza che questo venga interrotto. A questa lacuna risponde QueueTube, che ti permette appunto di navigare nella barra di ricerca mentre puoi continuare a guardare il video in riproduzione.

3.  Salvare una pagina web in PDF con Adobe Acrobat

Il formato PDF è oramai da anni quello più utilizzato per leggere, stampare e condividere file grazie soprattutto alla sua duttilità. Un PDF può infatti essere letto agevolmente dal computer, su carta stampata e anche sui moderni e-reader, senza sfocature o perdita di qualità del font.

Per questa ragione, sempre più spesso ci ritroviamo di fronte alla necessità di salvare una pagina web in PDF per poterla trasferire su carta o per averla a disposizione in qualsiasi momento. Per amor di cronaca è giusto specificare che Chrome possiede già un’opzione per fare tutto ciò, ma l’estensione fornita dal celebre Reader di Adobe fa molto di più.

Grazie a Adobe Acrobat per Chrome, infatti, non solo potrai salvare ogni pagina web in PDF, ma potrai mantenere nel tuo documento l’aspetto originale della pagina, importando anche lo stile dei caratteri i contenuti multimediali e i tag HTML. L’utilità di questa estensione sta proprio nella maggiore qualità con cui salva le pagine rispetto all’opzione nativa di Chrome. E d’altronde quello della qualità è un fattore non di poco conto, se si tiene in considerazione che una volta che hai la necessità di salvare una pagina web in PDF, tanto vale farlo nel migliore dei modi.

4.  Altro che Google Translate! Traduci qualsiasi parola con WordReference

Dagli addetti ai lavori, WordReference.com è considerato – non a torto – il miglior dizionario online gratuito per tradurre da e verso l’inglese. Non avrà tutte le associazioni linguistiche di Google Translate, ma a differenza di quest’ultimo gode di un dizionario studiato, serio e affidabile, nonché di una community sempre disposta a rispondere alle domande degli utenti.

Molto utile è anche l’estensione che mette a disposizione dei naviganti. Grazie a WordReference Extension potrai effettuare direttamente da Chrome tutte le ricerche linguistiche di cui hai bisogno senza recarti sul sito ufficiale. Ma c’è molto di più: l’aspetto più interessante di questo add on sta nelle traduzioni istantanee che puoi ottenere semplicemente facendo doppio click su ogni parola presente in qualsiasi pagina web, e non solo dall’inglese all’italiano. Le traduzioni sono infatti disponibili anche in francese, spagnolo, tedesco e slovacco.

Se sei uno studente di lingue o se hai la passione per le traduzioni, non puoi assolutamente lasciarti scappare questa piccola perla.

5.  Con Mercury Reader, leggere non è mai stato così facile

Come ogni altra estensione che abbiamo trattato fin ora, l’obiettivo Mercury Reader è abbastanza specifico, e tanto semplice da farci chiedere come sia stato possibile che qualcuno abbia effettivamente speso del tempo a realizzarlo.

Questa estensione non fa altro che garantire al web surfer una lettura di ogni pagina web quanto più confortevole possibile. Mercury Reader ti permetterà infatti di regolare a tuo piacimento la grandezza del testo, cambiare il font e giocare con la luminosità affinché i tuoi occhi siano riposati anche dopo lunghe ore davanti al computer.

Fra gli extra, è molto utile la chicca che permette di inviare direttamente sul Kindle qualsiasi pagina web, oppure di condividerla su Facebook, Twitter o via e-mail.

6.  LastPass: una password per memorizzarle tutte

Quando si naviga in rete, la sicurezza va messa dinanzi a tutto, e le password che utilizzi per i tuoi log in sono la chiave per accedere alla tua vita virtuale. Come ogni chiave, è importante che non ne venga smarrita neanche una, e per essere sicuri che ciò non avvenga accorre in nostro aiuto LastPass.

Fra i più famosi password manager in circolazione, LastPass salva automaticamente tutte le tue password e le rende accessibili solo a te nel caso in cui dovessi dimenticarne una. È un ottimo tool per chi, per ragioni di sicurezza, è costretto ad utilizzare tante password diverse ma non ha una memoria da elefante.

D’ora in avanti, grazie a questa estensione, di password dovrai memorizzarne solo una: quella di LastPass. Una vera propria “chiave delle chiavi” che non solo terrà al sicuro i tuoi dati personali, ma ti solleverà dal cruccio di dover tenere costantemente a mente un numero di informazioni delle quali faresti volentieri a meno.

7.   Abbellisci ogni nuova scheda con Dream Afar

Chiudiamo la nostra lista delle 7 estensioni da non perdere per Chrome con una nota di colore.

Una delle poche pecche stilistiche di Chrome sta proprio nel fatto che in alcune circostanze è talmente scarno da suscitare istantanei momenti di depressione. E se trascorri tanto tempo davanti al computer, questo proprio non te lo puoi permettere.

Esistono a questo proposito tante estensioni che abbelliscono e colorano ogni nuova scheda che apriamo, e la nostra scelta in questo settore è ricaduta su Dream Afar. Questo add on non fa nulla di eccezionale, se non mostrarti una diversa immagine di un paesaggio mozzafiato ogni qualvolta aprirai una nuova scheda. L’estensione unisce poi l’utile al dilettevole: in ogni nuova scheda che aprirai sarà presente l’immancabile barra di ricerca di Google, e in basso a destra avrai sempre a disposizione le informazioni metereologiche della zona in cui vivi (che dovrai impostare manualmente).

Dream Afar non darà una svolta esistenziale alla tua vita, ma almeno ti aiuterà ad averne una più colorata. Provare per credere.

Enzo Santilli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *