google chrome recensione 2017

Google Chrome: recensione 2017

Da quando è stato lanciato per la prima volta nel 2008, Google Chrome ha guadagnato popolarità mese dopo mese fino a diventare il browser più utilizzato dagli internauti di tutto il mondo. La fortuna di Chrome è cresciuta di pari passo alla credibilità di Google, che da sempre punta – sia per il motore di ricerca sia per i prodotti correlati – sull’innovazione e il mantenimento della reputazione, con l’obiettivo di monopolizzare una fetta di mercato quanto più estesa possibile.

Sicuramente a questo browser avrà giovato poter “prendere spunto” da concorrenti già affermati sul mercato al momento della sua nascita, come Firefox e Internet Explorer, riuscendo però a migliorarne alcune caratteristiche fallaci come la pesantezza di esecuzione nel caso del primo e la mancanza di velocità per quel che riguarda il prodotto nativo di casa Microsoft. Giunto oramai quasi al suo decimo anno di vita, Chrome ha saputo invertire tutte le gerarchie, diventando lui stesso il software per la navigazione di riferimento, al quale oggi gli altri si ispirano per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti.

L’attrattività di Chrome risiede tutta nella sua semplicità e velocità media, che gli permettono di piazzarsi in testa a tutte le classifiche di comparazione fra browser quando si prendono in esame questi parametri.

Ma al netto di ciò, Google Chrome è in grado di offrire molto di più. Nelle righe che seguiranno esamineremo alcune delle caratteristiche di questo software leggero ma performante, al fine di dare ai lettori di Guidallascelta.it tutte le informazioni necessarie per decidere se installarlo o meno.

Velocità

Google Chrome è impressionantemente veloce. Il tempo richiesto in media per avviarsi si aggira fra l’1 e i 2 secondi, tempo che rimane costante anche quando si aggiornano schede già aperte. Lievemente maggiore è il tempo che necessario all’apertura di un nuovo sito partendo da quello in cui stiamo navigando, il quale può anche richiedere 5 secondi di attesa. Se quindi Chrome è uno dei più veloci in circolazione per quel che riguarda tempi di avvio e refresh, pecca un pochino nel momento in cui, cliccando su un link presente in un determinato sito, attendiamo che si apra la pagina di riferimento.

Per questo in quanto a velocità diamo a Chrome un voto 9,5.

Compatibilità

Quando Google ha progettato Chrome, vista la già viva concorrenza presente in rete, ha dovuto puntare tutto sulla compatibilità sia nei confronti dell’internet sia nei confronti di qualsiasi utente decidesse di installarlo. E ci è riuscita. Chrome è stato pensato specificamente per caricare in maniera rapida ed efficiente, interagire con la vasta gamma di applicazioni presenti sul web, supportare elementi fondamentali alla navigazione come i protocolli Java e Flash Player.

Questo broweser è riuscito inoltre a cogliere a pieno l’esplosione del marcato dei dispositivi mobili, permettendo ad esempio ai navigatori di sincronizzare i segnalibri su ogni macchina nella quale viene utilizzato uno stesso account.

Molti browser perdono punti quando diventa evidente che per loro stessa natura tendono a premiare il funzionamento rispetto alla forma. Chrome invece riesce perfettamente in entrambi i campi. La struttura e la disposizione degli elementi è semplice, ben organizzata e molto intuitiva, e le varie caratteristiche sono pensate per garantire la massima efficienza unitamente ad un utilizzo alla portata di tutti; si pensi ad esempio alla possibilità di fare ricerca e navigare all’interno della stessa scheda.

Non ci si dimentichi poi che il browser ti permette di creare scorciatoie per tutte quelle applicazioni web che utilizzi frequentemente, e queste scorciatoie possono essere posizionate sul desktop, sempre a portata di click.

In quanto a compatibilità, Chrome ha davvero pochi rivali, per questo merita un 10 pieno.

Caratteristiche

Se si utilizza un account Google (oggi praticamente obbligatorio se si dispone di un dispositivo Android), Chrome sincronizza segnalibri, le preferenze del browser e le estensioni cosicché siano disponibili in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo. Questo aspetto costituisce un vantaggio non di poco conto, poiché ti permette di accedere a tutti i tuoi add-on indipendentemente da quale computer tu stia utilizzando.

Sebbene mantenga sempre un aspetto molto basico e asciutto, Chrome eccelle anche nella gestione delle schede. Con un singolo click è possibile ordinare, duplicare e trascinare ogni scheda in una nuova finestra. Le schede possono essere isolate e funzionare in autonomia, che tradotto in soldoni vuol dire avere maggiore sicurezza in caso di crash imprevisti. Un fattore molto importante ma spesso poco tenuto in considerazione è la posizione delle nuove tab aperte: cliccando un link all’interno della pagina, la nuova scheda si posizionerà di fianco a quella che stai consultando, evitandoti così di doverla andare a cercare alla fine della lista di tutte le schede aperte. Un vantaggio non indifferente in quanto ad organizzazione e tempo materiale che è possibile recuperare, soprattutto se sei abituato a lavorare con un vasto numero di schede per volta.

Privacy e add-on

Chiudiamo questo paragrafo con un breve cenno al fattore privacy. Essendo stata spesso oggetto di critiche sulla gestione dei dati dei propri utenti, Google ha deciso da qualche anno di adoperarsi a tutelare l’esperienza web di chiunque usi i suoi prodotti, e Chrome non fa eccezione. Con Chrome puoi infatti scegliere di navigare in incognito, così da non lasciare alcuna traccia delle operazioni che fai in rete. Una volta chiuso il browser, non verrà salvata né la cronologia né qualsiasi altra traccia di navigazione, e nel caso in cui si abbiano esigenze particolari è anche possibile lavorare su due finestre differenti, una in modalità incognito e l’altra in modalità normale.

A tutto ciò si aggiunga lo sterminato numero di estensioni e plug-in che è possibile scaricare dal Chrome Web Store, tanti piccoli tool che permettono di personalizzare la navigazione secondo le esigenze di ogni internauta.

Per amore di onestà, quindi, per quel che riguarda le caratteristiche generali a Chrome non può essere dato un voto inferiore a 10.

Sicurezza

Pur eccellendo in velocità e compatibilità, Chrome non lascia nulla al caso anche quando si tratta di sicurezza. Partiamo dal dire che una volta installato, il pacchetto di installazione prevede la presenza di un software di protezione contro attacchi malware e tentativi di phishing, che si aggiorna automaticamente insieme agli update regolari che coinvolgono il browser. Se durante la navigazione si accede ad un sito ingannevole, Chrome lo fa presente bloccandone l’accesso, e l’utente potrà decidere se interrompere la navigazione oppure continuare a proprio rischio e pericolo.

Gli aggiornamenti sono automatici, e garantiscono sempre gli ultimi ritrovati in termini di navigazione sicura senza che l’utente debba muovere un dito per installarli. I malware rilevati vengono automaticamente isolati, e nel caso in cui una scheda venga affetta da qualche tipo di virus, il danno non riguarderà le altre che sono aperte.

Tecnicamente in questo caso un voto 10 sarebbe eccessivo in termini assoluti, per il semplice fatto che l’intera tecnologia che coinvolge tutti i browser è ancora ben lungi dall’essere davvero competitiva con quella dei migliori antivirus. Tuttavia, se ci fermiamo alla sola categoria dei browser, Chrome ha davvero pochi rivali, quindi almeno da un punto di vista relativo anche in questo caso merita un 10.

Assistenza

Nonostante possa contare sull’appoggio del gigante Google, quello dell’assistenza è forse l’unico vero tallone d’Achille di Chrome.

L’help center fornisce indicazioni sia a chi si cimenta per la prima volta con un browser sia per gli utenti più esperti, ed una ricca lista di FAQ risponde generalmente ad un buon numero di domande. Tuttavia, sembra mancare un vero e proprio progetto da parte di Google relativo all’interazione user-to-user con gli utenti, i quali se non riescono a trovare una soluzione ai propri problemi nella sezione dedicata al supporto, difficilmente potranno sperare di entrare in contatto con un operatore in carne ed ossa.

L’assistenza è comunque disponibile in moltissime lingue, e questo è un plus rispetto a molti competitor.

In questa categoria Chrome non riesce ad essere il primo della classe, e gli viene attribuito un voto 9.

Conclusioni

Riassumendo, possiamo dire che Chrome è inequivocabilmente uno dei migliori browser attualmente in circolazione, il migliore in assoluto per alcuni aspetti come quello della compatibilità, delle caratteristiche e della sicurezza. Anche gli standard di velocità si collocano al top rispetto a buona parte della concorrenza e, sebbene l’assistenza clienti risulti a tratti troppo asettica, Chrome sembra l’unico fra tutti ad aver raggiunto un elevato grado di popolarità potendo ancora contare su migliorie future grazie all’instancabile lavoro perpetrato dal team Google che lo gestisce.

Prima di concludere, riportiamo di seguito per comodità i voti assegnati a Chrome in ognuna delle categorie prese in analisi:

Velocità: 9,5
Compatibilità: 10
Caratteristiche: 10
Sicurezza: 10
Assistenza: 9

Che risultano in una media voto totale di 9,7; rendendolo di fatto secondo la redazione di Guidallascelta.it il migliore fra i browser attualmente disponibili, a parimerito con Mozilla Firefox.

Un pensiero su “Google Chrome: recensione 2017”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *