cosa vedere a roma

Cosa vedere a Roma: 10 luoghi imperdibili da visitare

Cosa vedere a Roma“: scrivere questo articolo è l’impresa più ardua fra tutte quelle finora presentatesi durante la creazione di GuidallaScelta.it.
Perchè Roma è una di quelle città che puoi visitare decine di volte, e ognuna di queste, scoprire qualcosa di nuovo e sorprendente… Scegliere soltanto 10 luoghi da visitare fra le tante bellezze che Roma ha da offrire è un’operazione che riserva al suo esecutore dubbi e sensi di colpa a non finire; ciononostante, per voi e solo per voi, farò questo sforzo, cercando di suggerire qualcosa per tutti i gusti, e cercando magari anche fra quei posti un po’ più nascosti (o comunque meno noti) per offrire un punto di vista diverso dalle solite, monotone guide turistiche.

Proverò anche a legare questi 10 luoghi in base alla loro posizione, così da proporre un itinerario percorribile agevolmente in un paio di giorni e una notte.

Villa Borghese

villa borghese - roma
Albero di Giuda a Villa borghese

Il nostro itinerario inizia a Villa Borghese. Non solo perchè è una bellissima area verde nel cuore della città, o perchè al suo interno potrete trovare un museo, uno zoo, diversi laghetti, numerose sculture, un cinema all’aperto (e al chiuso), alberi, monumenti, giardini, edifici storici e quasi 50 fontane… ma anche perchè la sua posizione centralissima la rende un punto di partenza eccellente da cui visitare buona parte dei luoghi citati in questa lista.

Il tempio di Esculapio nel Giardino del Lago

Premesso che servirebbe un articolo intitolato “10 cose da vedere a Villa Borghese” (e tanto molti punti di interesse ne rimarrebbero per forza di cose fuori), mi sento di consigliarvi in primis il Giardino del Lago, un giardino all’inglese sul cui lago si specchia il piccolo tempio di Esculapio (in foto).

Notevole poi anche il Bioparco, ossia uno zoo a vocazione ambientalista, con oltre 1000 animali.
La struttura con gabbie e recinti, tipica del secolo scorso, è stata sostituita in favore di ampie aree con barriere spesso naturali dove gli animali possono vivere una vita dignitosa.

“Paolina Bonaparte come Venere vincitrice” di Antonio Canova

Impossibile non citare anche la Galleria Borghese, un museo situato in una casa storica del Seicento (Villa Borghese Pinciana) che ospita al suo interno capolavori di Canova, Raffaello, Rubens e Caravaggio (solo per citarne alcuni).

I fan del teatro troveranno nel Silvano Toti Globe Theater un’interessante riproduzione del celebre Globe Theater, ossia nientepocodimeno che… il teatro di Shakespeare!

CONSIGLIO: se avete poco tempo a disposizione, valutate la possibilità di noleggiare un tandem o richot per visitare il parco pedalando!

Ai fini del nostro itinerario, vi consigliamo di proseguire verso Piazzale Ferdowsi, dalla cui sommità potrete già scorgere la seconda “cosa” da vedere a Roma, ossia…

La Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea

Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea – l’ingresso visto da Villa Borghese

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (GNAM per gli amici) è senza ombra di dubbio la più importante collezione dedicata all’arte italiana dal Tardo Ottocento in poi.

Ospita praticamente tutti i maggiori artisti – pittori, scultori, incisori – italiani degli ultimi 150 anni, ed organizza periodicamente mostre di caratura internazionale dedicate principalmente ai capolavori del Novecento.

Pur non raggiungendo i livelli di vastità di altri importanti musei italiani, la GNAM è composta da ben 55 sale nelle quali sono esposte circa 3000 diverse opere… insomma, se vi piace l’arte, assicuratevi di prendervi un po’ di tempo per passeggiare fra le sue sale!

Dopo averla visitata a dovere, tornate verso Villa Borghese, e fatevi strada verso i Giardini del Pincio. Da qui potrete godere di una gran bella vista su Roma e su S. Pietro (che sia questa ad aver ispirato il buon Antonellone nazionale?)… nonchè sul nostro prossimo luogo di interesse.

Piazza del Popolo

fontana del nettuno
Fontana del Nettuno in Piazza del Popolo

Piazza del Popolo dà sin dal primo istante un senso di maestosità. La piazza, di per se’ già molto grande (circa 17,000mq), è resa ancor più maestosa dallo splendido Obelisco Flaminio al suo centro.
Un monumento alto 24m costruito ai tempi dei faraoni Ramesse II e Merenptah (parliamo del 1200 a.C!), e portato in Italia dall’Imperatore Augusto.

Come se non bastasse, diverse fontane (fra cui la celebre Fontana del Nettuno) completano l’opera di ornamento di una delle più caratteristiche piazze di Roma.

Piazza di Spagna

Fontana del Bernini e scalinata di Piazza di Spagna

Con una camminata di circa 10 minuti, da Piazza del popolo si raggiunge un’altra iconica piazza di Roma: Piazza di Spagna.

Al suo centro è possibile ammirare la Fontana della Barcaccia del Bernini (sì, quella vandalizzata dagli hoolingans Olandesi nel 2015), ma la parte sicuramente più nota e riconosciuta è quella della scalinata di Trinità dei Monti, costruita nel XIII secolo.

Fontana di Trevi

Stavamo parlando di Fontane, e lo stavamo facendo in Piazza di Spagna… come potrebbe la nostra mente non correre immediatamente verso la Fontana di Trevi?

In poco più di 5 minuti sarete arrivati in quella che potremmo definire come la fontana più popolare del mondo: un simbolo, legato indissolubilmente ai capolavori cinematografici di Fellini e Totò…. un’icona universalmente riconosciuta, che come il Colosseo o gli Uffizi a Firenze rappresenta la sua città agli occhi di qualsiasi turista straniero.

Turisti, appunto… non vi sarà difficile immaginare che la Fontana attiri decine di migliaia di turisti ogni giorno… quello che forse non sapete, è che a forza di lanciare monetine, il Comune di Roma raccoglie fra le sue acque oltre 1 milione di euro all’anno (sì, oltre 1 milione, 3000€ al giorno)!
I soldi vengono poi donati alla Caritas, anche se qualche “raccoglitore abusivo” prova ogni tanto (spesso) a ritagliarsi la sua fetta di “stipendio”.

Il Vaticano

Dalla Fontana di Trevi vi basterà attraversare il Tevere (magari non a nuoto, ma utilizzando uno dei tanti ponti a vostra disposizione, o la metro linea A da Barberini a Lepanto) per arrivare ai piedi della Basilica di S. Pietro, in Vaticano.

Roma by Night: Colosseo, Altare della Patria e Fori Imperiali

Non pensavate mica che ci fossimo dimenticati del Colosseo, vero?

Se tutto è andato per il meglio, siete arrivati al Colosseo poco prima delle 19 (appena in tempo per entrare! Ma verificate di volta in volta gli orari, cambiano spesso), ne avete visitato l’interno e vissuto il fascino, e avete trovato un posto dove mangiare nelle vicinanze. Nel frattempo si è fatta sera, le luci artificiali hanno sostituito quella naturale del sole, e adesso potete visitare il cuore di Roma mentre si mostra in sfumature ed ombre completamente diverse dal solito.

L’area del Colosseo e dei Fori imperiali è incredibilmente affascinante di notte. Passeggiare lungo via dei Fori Imperiali, mangiando un gelato e ascoltando gli artisti di strada cantare Caro Mio Ben (o altri pezzi ‘cult’ della tradizione lirica italiana) è uno dei modi preferiti per i turisti stranieri di passare una serata romana… ma anche noi italiani ne possiamo subire il fascino!

Piazza Venezia di notte

Partite dalla splendida Piazza Venezia, di fronte l’altare della Patria, e proseguite verso il Colosseo, ammirando le decine di monumenti, opere ed edifici che vi si porranno davanti: il Foro di Cesare, visibile dalla strada e stupendamente illuminato, il Foro Romano, il Foro di Augusto, il Tempio di Antonino e Faustina, la Basilica di Massenzio, l’Arco di Costantino… E’ un continuo alternarsi di luoghi pregni di arte, storia e cultura dal quale vi consiglio di lasciarvi suggestionare.

Riuscite a immaginarla? La vita di 2000 anni fa, quando quegli edifici erano vivi e brulicanti di persone, e non vi erano gru, auto e grigiore vario…

Ad ogni modo, suggestioni a parte, oltrepassato il Colosseo assicuratevi di fare un salto anche al Circo Massimo… e pensate che un tempo, questo veniva riempito di vino per farci delle battaglie navali. Sì, avete sentito bene. Sul vino. Con le navi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *