I migliori zaini da trekking del 2018

Sei un trekker alle prime armi in cerca del tuo primissimo zaino? Ti arrampichi per sentieri e speroni da anni, e vuoi cercare un valido sostituto al tuo compagno di tante avventure?

Sei nel posto giusto, su Guida Alla Scelta abbiamo recensito i migliori zaini da trekking fra quelli disponibili nel mercato italiano basandoci su recensioni, idee e opinioni dei migliori escursionisti e marketplace di settore.

Trattandosi di un elenco che cerca di venire in contro alle esigenze dei più, la lista è organizzata in maniera scalare, e parte dai modelli indicati per pochi giorni di escursione e meno costosi, fino ad arrivare a prodotti pensati per professionisti di settore che contano di stare fuori casa per lunghi periodi, camminare per molti chilometri o intraprendere spedizioni in contesti altamente specializzati come quello della conquista delle vette più alte del pianeta.

La lista, ovviamente, non ha pretese di esaustività, ma dovrebbe essere un buon punto di partenza per capire qual è lo zaino perfetto per te, o quantomeno quello che più si avvicina alle tue esigenze di escursionista.

Ma bando alle ciance, di seguito elenchiamo i 7 migliori zaini da trekking del 2018.

Black Diamond Magnum 20 (60-70€)

Il Magnum 20 ha tutte le carte in regola per essere definito un “piccolo-grande zaino”, in quanto è pensato prevalentemente ma non esclusivamente per le escursioni di un giorno ed è in grado di sostenere anche le sollecitazioni maggiori durante ogni tipo di arrampicata.

Lo spazio non manca né all’interno né all’esterno, dove sono disponibili tasche elastiche in grado di contenere agevolmente anche oggetti di un certo spessore come tappetini, piccoli caschi e corde di ogni tipo.

La parte che poggia sulla schiena è in plastica flessibile e risulta molto più resistente di quella di gran parte dei prodotti concorrenti, sebbene lo zaino nel suo complesso non risulta grossolano o ingombrante, e può essere utilizzato agevolmente anche per escursioni in bicicletta.

Da vuoto, il peso è pari a 1,26 Kg.

Kelty Redwing 32 (100€)

Il Redwing 32 è uno dei prodotti di punta di casa Kelty e, nonostante le sue misure relativamente ridotte, mantiene tutte le qualità degli altri prodotti di taglia più grande. Queste comprendono le imbottiture per la regione lombare e quella delle spalle, la rete di ventilazione presente sulla parte superiore dello zaino, e le pratiche cinghie pettorali, nonché numerose tasche sparse qua e là (comprese quelle, almeno due, per riporre bottiglie d’acqua).

Grazie alla sua capacità di 32 litri, può essere tranquillamente utilizzato per escursioni giornaliere singole o per interi week-end, ma molto difficilmente potrà contenere una tenda o un sacco a pelo. Rimane tuttavia un ottimo trasporto per attrezzature, snack, e tutti quegli altri articoli di cui puoi avere bisogno in 1-2 giorni di escursione.

Pesa meno di un Kg (907g), e misura 55,9 x 35,6 x 27,9 cm.

Osprey Farpoint 40L (100€)

Se il Redwind può essere considerato una delle migliori scelte per escursioni di un giorno, il Farpoint di Osprey si candida come la scelta azzeccata per periodi di assenza da casa che vanno dai 2 ai 4 giorni.

Le cinghie per spalle e per cintura di questo modello creano il supporto ergonomico ideale per trasportare pesi di una certa entità anche per più ore di fila, che fanno del Farpoint lo zaino ideale per leggere scampagnate nei boschi o per brevi periodi di campeggio. A differenza di molti concorrenti è facile da trasportare e molto discreto, fattori che lo rendono perfetto anche per spostamenti in città.

Al netto di ciò, la capienza risulta più che notevole, e può arrivare fino ai 40 litri.

Thule Versant 70 (150-200€)

Il Thule Versant 70 si qualifica come uno dei modelli più versatili in questa lista grazie a una durabilità relativamente estesa che gli consente di essere un ottimo supporto sia per le commissioni cittadine, sia per lunghi periodi di avventura fuori porta.

Ogni cosa nel Thule Versant è “nella media”, senza esagerazioni: giusto numero di tasche, relativa facilità nel raggiungerle, e buona duttilità nelle diverse condizioni di utilizzo. Interessante è l’enorme chiusura a “U”, che permette allo zaino di diventare una specie di grande sacca a prova di ladro e facile da trasportare (e imbarcare per un viaggio aereo, in caso).

Ergonomicamente, il Versant è pressoché perfetto: spallacci imbottiti, struttura generale morbida e non invasiva, copertura interna contro la pioggia e cintura della vita removibile (nella cintura è presenta una tasca, waterproof anche questa, grazie alla quale l’intera cintura può essere trasformata in un comodo marsupio).

E come ciliegina sulla torta, non può essere taciuto il peso globale estremamente basso, pari a soli 1,9 Kg in condizioni normali.

Osprey Atmos AG 65L (circa 200€)

Questa versione 2018 dell’Atmos da 65 litri, migliorata rispetto a quelle precedenti, è una delle preferite dagli escursionisti di tutto il mondo per quel che riguarda le caratteristiche generali e il comfort di cui si può godere durante escursioni a breve termine. Il design, inoltre, è uno dei più accattivanti in circolazione, e questo non può che costituire un punto a favore di questo modello, soprattutto se si pensa alle linee generali (non propriamente apprezzabili allo sguardo, ammettiamolo) scelte da chi realizza zaini da trekking.

La ventilazione è a dir poco perfetta e il peso di 2,1 Kg non è eccessivo se paragonato alla quantità di litri trasportabili. L’unica pecca rispetto ad altri modelli è forse la gestione del peso, che non dovrebbe mai essere superiore ai 20 Kg e mezzo, un vero peccato per un prodotto così ben fatto e così performante.

Tale limite ne riduce anche l’utilizzabilità per lunghi periodi, o per escursioni che richiedono un tempo di camminata di diverse ore. Rimane tuttavia uno dei modelli più confortevoli se hai intenzione di stare fuori di casa per pochi giorni e non intendi caricarti troppo.

Le misure non sono estremamente ridotte ma neanche mastodontiche, e fanno segnare 86,4 x 38,1 x 40,6 cm.

Ozonic 70 OutDry (240€)

Con l’Ozonic 70 saliamo di prezzo ma, ovviamente, anche di qualità e di numero di giorni fuori casa programmabili con un singolo zaino.

L’Ozonic 70 è l’ideale per chi ha in mente sgambate a lunga percorrenza, lo si può indossare anche per 100km senza constatare problemi di sorta, ed è stato pensato per resistere a tutte le condizioni atmosferiche, comprese tempeste di neve e scalate oltre i 4.000 metri.

Realizzato in materiale brevettato OutDry waterprottof al 100%, la qualità del prodotto fa il palio con le sue funzionalità. Le tasche sono di facile accesso in qualsiasi momento, le spalliere sono regolabili e imbottite, la fibbia pettorale risulta resistente e pratica. Con l’Ozonic potrai portare sulle spalle anche 25 Kg durante tutta l’uscita, e ti sembrerà di viaggiare nudo.

Non è un peso leggero, visto che da vuoto la bilancia segna 1,87 Kg.

Gregory Baltoro 65 (230-280€)

Anche il Baltoro da 65L, di casa Gregory, si presenta nel 2018 in una nuova veste. Rispetto alle precedenti versioni, risultano migliorate caratteristiche e usabilità, nonché un alleggerimento generale del peso di circa due etti (questo modello pesa, in totale e da vuoto, 2,2 Kg, mentre il precedente a parità di condizioni ne pesava 2,4).

Il Baltoro è necessario quando si devono trasportare pesi di una certa caratura, ovvero più di 30 Kg, e nonostante una tale adattabilità nessuna delle funzioni accessorie risulta in alcun modo compromessa. La nuova organizzazione delle tasche è notevolmente pratica, la copertura è user-friendly e contempla anche una membrana paracqua.

Nonostante l’ingombro, si fa trasportare bene da qualsiasi fisico, ed è il prodotto ideale per chi soffre di spalle dolenti, o che si stancano subito.

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami