I 5 migliori software per aggiornare i driver

Un buon computer è prima di tutto un computer in salute, e avere un computer in salute vuol dire avere tutti i driver aggiornati.

Di programmi che si occupano di tale pratica ne esistono non pochi, sebbene molti siano in realtà solo delle “appendici” di software più articolati, che includono l’aggiornamento dei driver in un più vasto insieme di operazioni per la pulizia e la gestione del pc. In questa guida abbiamo pertanto deciso di elencare i 5 migliori software per aggiornare i driver, tenendo conto di fattori quali il loro costo e alcune caratteristiche, fra cui:

  • Facilità di utilizzo e installazione;
  • Numero di driver obsoleti scansionati;
  • Sorgente dei driver aggiornati;
  • Strumenti, opzioni e altre caratteristiche;
  • Presenza del supporto utenti.

Va infine detto che alcuni di questi presentano anche una versione gratuita (ad esempio, Driver Booster) o trial, ma per ottenere risultati quanto più attendibili i nostri test sono stati condotti sulle versioni a pagamento, i cui costi vengono riportati di fianco al nome di ognuno dei programmi presi in esame.

Driver Finder (gratis)

Driver Finder è un software di aggiornamento driver manuale, facilissimo da installare e impostare. Per giunta, non richiede di installare prodotti venduti da terze parti e non ti assillerà mai con invadenti richieste di essere aggiornato o upgradato a versioni più costose. Il controllo sui potenziali driver da aggiornare è certosino, e le tante opzioni avanzate ne consentono un utilizzo soddisfacente anche per gli utenti più esperti.

La scansione parte con un solo click e al termine di questa avremo la nostra lista di driver aggiornabili dalla quale potremo controllare qual è la fonte che ce li fornisce. Un ottimo modo per scegliere quali installare e quali no, soprattutto se provenienti da fonti non OEM. Oltre a garantire l’utilizzo su tre diversi computer con una singola licenza, Driver Finder funziona perfettamente anche con le versioni più datate di Windows, financo XP.

Nel nostro test Driver Finder ha trovato 71 driver aggiornabili su 150, un buon 47% che è perfettamente in linea con quanto fatto registrare dalla concorrenza.

Per concludere, con Driver Finder abbiamo trovato un programma facile da impostare, che mostra i dettagli sulle fonti dei driver scaricati e che raggiunge profondità di scansione del tutto nella media. Gli unici due veri aspetti negativi sono l’assenza di un’opzione per programmare le scansioni e di quella per disinstallare i driver.

Driver Booster (gratis o 20,23 €)

Se il tuo problema sono driver troppo vecchi, Driver Booster è una delle prime soluzioni da prendere in considerazione. Il software si occupa prima di tutto di scandagliare il PC alla ricerca di quali driver hanno bisogno di aggiornamento, dopodiché provvederà a scaricarli e installarli automaticamente andando ad attingere dal suo database composto da oltre 3 milioni di versioni aggiornate. Inoltre, riconosce tutti quei driver che sono corrotti o mancanti, e può essere utilizzato anche per disinstallare quelli di cui non hai più bisogno.

È presente anche un’opzione per il backup e ripristino, grazie alla quale possiamo realizzare una copia dei driver presenti sul PC e poterli riutilizzare nel caso in cui gli aggiornamenti futuri dovessero risultare problematici.

Scendendo un po’ più sul piano pratico, abbiamo testato il programma su una macchina che aveva 150 driver da aggiornare. Driver Booster ne ha trovati 92, superando in tal senso qualsiasi altra applicazione fra quelle che abbiamo provato. Un tasso di successo nello scaricare e installare i driver aggiornati pari quindi al 62% (valore comunque di gran lunga superiore a quello di alcuni concorrenti che non hanno superato il 42%).

Il software è in grado di recapitare i file da quelli che vengono definiti Original Equipment Manufacturers (acronimo: OEM), ovvero le aziende che forniscono i supporti hardware di prima mano, sebbene non garantisca che tutti i driver provengano al 100% dagli OEM. Questo potrebbe costituire un problema, poiché alcuni driver non OEM potrebbero dare qualche grattacapo in quanto a compatibilità.

In linea di massima, questo programma rimane comunque uno dei più facili da installare e utilizzare, soprattutto grazie alla possibilità di effettuare una scansione approfondita con un solo click. Fra le altre note positive, aggiungiamo che una stessa licenza può essere utilizzata su tre macchine differenti. Fra i contro, oltre alla già citata mancanza nel garantire solo driver OEM, va segnalata la pesantezza del programma e la presenza di un numero di pubblicità che a volte può risultare fastidioso.

Driver Genius (gratis o 20,23 €)

Driver Genius è la soluzione ideale se ti trovi nella duplice condizione di dover costantemente aggiornare i tuoi driver volendo tuttavia contare su un prodotto full che non costi moltissimo.

Sebbene il software sia di facile installazione, lo stesso non si può dire sulla semplicità di utilizzo. L’interfaccia non è propriamente intuitiva o ben progettata come quella degli altri prodotti qui descritti, e gli utenti alle prime armi con il computer potrebbero trovare qualche difficoltà ad accedere a tutti gli strumenti e le impostazioni.

Quanto al test, Driver Genius ha dato risultati a malapena sufficienti. Dei 150 driver obsoleti ne ha riconosciuti e scaricati 63: un 42% che si rivela essere uno dei risultati peggiori fra tutti quelli restituiti dai software che abbiamo provato. Come aggravante c’è il fatto che neanche Driver Genius garantisce che tutti i driver scaricati provengano dagli OEM originali, pertanto alcuni fra quelli installati potrebbero non funzionare correttamente.

Bella invece l’opzione di poter fare il backup dei vecchi driver e di poterli reinstallare se qualche aggiornamento dovesse andare male. Inoltre, Driver Genius può essere settato per cercare e scaricare nuovi driver in automatico, permettendoti di risparmiare tempo prezioso. Manca invece l’opzione per disinstallare i vecchi driver o quelli che non hai più bisogno di avere.

Anche Driver Genius, così come avviene per Driver Booster, garantisce l’utilizzo del software nella sua versione full su tre differenti computer. Assente un’opzione che permetta di programmare la scansione a una data e un orario prestabiliti. 

Smart Driver Updater (gratis o 39,90 €)

Smart Driver Updater è un buon programma di aggiornamento driver, che fa dell’ottimizzazione di esecuzione il suo punto forte. Permette anche di programmare le scansioni, pertanto ti solleva dal cruccio di doverlo fare regolarmente e manualmente. Una volta effettua la ricerca, il software mostra la sorgente dalla quale verrà installato il nuovo driver, così da darti la possibilità di decidere se è il caso di installarlo o meno.

Veniamo ai test. Su 150 driver obsoleti Smart Driver ne ha individuati 82 aggiornabili. Potrebbe sembrare un risultato basso, ma in realtà non si discosta molto dalla media dei competitor di settore, anzi ne è ben la di sopra. Infatti, 82 su 150 (54,6%) è stato il miglior risultato che abbiamo ottenuto, secondo solo a quello di Driver Booster. Ma si tratta di un valore potenzialmente migliore rispetto a quello di Driver Booster, poiché Smart Driver Updater garantisce che tutti i driver individuati provengano da fonti OEM.

È presente l’opzione per il backup e il recupero di vecchi driver, così come quella per eliminare quelli che non ci servono più. Nel complesso, si tratta di un software dalle performance medio-alte, che ha dalla sua l’estrema facilità di utilizzo. Fra i lati negativi, dobbiamo dire che la licenza della versione full è utilizzabile su una sola macchina, e che non abbiamo trovato una vera e propria community alla quale rivolgerci per segnalare malfunzionamenti o scambiare know-how.

Driver Reviver (29,99 € / 34,99 € / 69,99 €)

L’aspetto migliore di Driver Reviver è forse quello di essere un software di aggiornamento driver decente che ben si presta ad essere utilizzato anche da chi col PC ha poca o nulla esperienza. In linea di massima infatti risulta molto semplice da installare e da utilizzare, e può fregiarsi della migliore gamma di risorse dedicate al supporto utenti fra tutti i programmi qui recensiti.

In aggiunta al fatto di darti numerosi consigli e suggerimenti su come aggiornare driver corrotti, mancanti od obsoleti, Driver Reviver dispone anche della pratica opzione di backup e recupero driver, ideale per quelle circostanze in cui una versione aggiornata smetta di funzionare bene come faceva prima dell’update.

Buoni ma non eccezionali i risultati prodotti durante i nostri testi. Su 150 driver obsoleti, Driver Reviver ne ha trovati 73 (48,6%), poco meno della metà. Il risultato è basso in termini assoluti, ma se pensiamo che il miglior software qui recensito si è fermato al 62% ci possiamo comunque ritenere soddisfatti. E comunque si tratta di un risultato di gran lunga migliore rispetto a quello di Driver Updater, che di riconoscimenti ne ha effettuati solo 48.

Quanto all’esecuzione delle operazioni, questo software dopo la scansione elenca una lista di tutti i driver che è possibile aggiornare e soprattutto – elemento più unico che raro – per ognuno dei nuovi driver trovati elenca precisi dettagli sull’origine del medesimo. Lo stesso avviene per quelli obsoleti, pertanto al termine di ogni scansione potremo confrontare da dove proviene il nostro vecchio driver e da dove proviene quello che, eventualmente, decideremo di installare.

Molto bella è infine l’opzione che permette di depennare i software e i driver che non vogliamo scandagliare, così come si apprezza la presenza della calendarizzazione delle scansioni.

Riassumendo: fra i pro di Driver Reviver vanno incluse sicuramente l’assistenza ai novizi, le scansioni automatiche e la ricerca di sorgenti OEM. Fra i contro, invece, segnaliamo l’assenza di un’opzione per disinstallare vecchi driver che fa il palio con la presenza un po’ fastidiosa dei banner pubblicitari.

 

 

Articoli correlati

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami