Le 6 migliori VPN

Se quella delle reti virtuali private, o virtual private network, o più comunemente VPN, è una faccenda con la quale hai poca familiarità, non c’è un momento storico migliore di questo per colmare la lacuna. Le ragioni per cui potresti avere bisogno di una VPN sono molteplici (soprattutto se hai in piano di spostarti all’estero, magari in uno di quei paesi in cui il concetto di democrazia è molto interpretabile), ma alla fine dei conti si riducono tutte a una: navigare in maniera sicura e anonima.

Si tratta tuttavia di un settore che non sempre riesce a darti le risposte che cerchi, soprattutto se con le VPN non hai mai avuto a che fare. E se sei arrivato fin qui, probabilmente è perché hai già consultato altre guide, molte in contraddizione fra di loro, e non sai a quale dare retta.

Ma qual è, allora, la migliore VPN attualmente in circolazione?  Non esiste una risposta definitiva, perché molto dipende dal tipo di protezione che cerchi e da quanto sei disposto a spendere. Perché, parliamoci chiaro, se c’è una cosa vera in senso assoluto questa è il fatto che se vuoi una buona VPN devi essere disposto a spendere dei soldi. Esistono, chiaramente, anche delle soluzioni gratuite, ma devi tenere a mente che qui si parla della protezione dei tuoi dati personali. E pensare che qualcuno voglia davvero proteggerti senza ottenere nulla in cambio è come minimo pretestuoso. Non si può pretendere, dunque, di sceglie una buoan VPN facendo la classica ricerca di 5 minuti su Google. Bisogna studiare, e solo dopo aver studiato puoi decidere qual è la soluzione più adatta a per te.

La regola numero 1 è quindi quella di evitare le soluzioni gratuite: nella migliore delle ipotesi funzionano male, nella peggiore ti infetteranno il Pc con qualche spyware o addirittura venderanno i tuoi dati a qualche compagnia di Big Data.

Il discorso cambia se una VPN a pagamento ti permette di essere provato gratuitamente per un certo periodo. Questa è una semplice e consolidata strategia di marketing che puoi essere disposto ad accettare e che anzi ti permetterà di provare con mano e di persona ciò che in un secondo momento potrai decidere se acquistare o meno.

Terminata la doverosa premessa, bando alle ciance: ecco la selezione di Guida alla Scelta sulle 6 migliori VPN.

01. TunnelBear (da 0 a 9,99 $ al mese)

Chi è nuovo al mondo delle VPN potrebbe trovare le interfacce della maggior parte di questi software non propriamente user-friendly. Ecco, TunnelBear è quella che fa eccezione, e si qualifica senza ombra di dubbio come la VPN più facile da usare e bella da guardare.

La schermata principale del software è una cartina del mondo che mostra a quale server sei connesso. Per collegarti a un altro, basta cliccarci sopra scavando un “tunnel” che trasferirà l’IP dalla posizione corrente a quella desiderata. È una VPN seria e funzionante a tutti gli effetti, ma con in più questa parte ludica, se così vogliamo definirla.

Proprio per la sua semplicità, a TunnelBear mancheranno prevedibilmente molte delle caratteristiche proprie delle altre VPN. Ad esempio, il numero di paesi in cui sono presenti i server è relativamente esiguo (una ventina), e il software non supporta il peer to peer. Certo, se queste mancanze non ti creeranno alcun problema, TunnelBear fa egregiamente il suo lavoro.

È uno dei pochi software che permette di attivare un piano gratuito, ma con un importante limitazione: possiamo usarlo gratis, ma con un limite di banda pari a 500MB al mese (pare che se si citi il software su Twitter la compagnia regali un ulteriore giga). L’abbonamento mensile costa 9,99$ mentre quello annuale ci farà spendere 5 $ al mese.

TunnelBear può essere installato su Android, iOS, Mac e Windows, e si interfaccia dignitosamente con i browser di Opera e Chrome.

02. KeepSolid VPN (da 1,39 $ al mese)

Riprodurre un video in streaming su servizi come Netflix e simili può essere molto faticoso quando si usa una VPN a causa del naturale abbattimento della velocità di scambio dati a cui si deve far fronte. Chi ha esigenza di ovviare a questo inconveniente (così come chi ha esigenza di guardare video provenienti da zone in cui è attivo il blocco di area geografica) sarà felice di affidarsi alla VPN di KeepSolid.

Questo software dispone infatti di una sezione speciale, ben evidenziata nell’interfaccia principale e dedicata appunto esclusivamente allo streaming. La cosa interessante è che si può scegliere proprio il servizio sul quale si intende operare, quindi se il tuo intento è – poniamo – quello di guardare le trasmissioni del BBC iPlayer o di Hulu, ti basterà cliccare sul pulsante di riferimento e il gioco è fatto.

Non è un programma pensato per gli smanettoni: KeepSolid si qualifica d’ufficio come uno dei più semplici e lineari fra quelli che abbiamo trattato qui.

Quanto ai costi, dobbiamo dire che KeepSolid è una delle poche compagnie che propone anche un pacchetto “lifetime”, che ti permette di acquistare la VPN una sola volta e non doverci pensare più. Questo costa 199,99 $. Gli abbonamenti a tempo sono invece ripartiti come segue. Mensile: 4,99 $ al mese; annuale: 2,50 $ al mese; triennale: 1,39 $ al mese. Si tratta di tariffe che rendono il prodotto di KeepSolid come il più economico fra quelli trattati in queste righe (se si esclude, ovviamente, la versione gratuita ma limitata di TunnelBear).

E non è tutto. Con un solo abbonamento si può utilizzare questa VPN su 5 diversi dispositivi. Volendo, si può scegliere l’offerta per 10 dispositivi, pagando su ognuna delle tariffe che abbiamo visto sopra una maggiorazione del 50 % (anziché del 100 %).

Quanto ai dispositivi compatibili, il software gira su Android, iOs, Mac e Windows come fa gran parte della concorrenza, ma anche su Linux, Apple Tv e – udite udite – Windows Phone. Fino a qualche tempo fa esisteva l’estensione per il solo browser di Chome, ma dal dicembre 2018 questa è disponibile anche per Firefox.

03. Private Internet Access (da 2,91 a 6,95 $ al mese)

Private Internet Access è la VPN perfetta se ami i programmi con tante opzioni. Si installa in un baleno e presenta un tasso di personalizzazione talmente elevato da poter essere utilizzata con un certo agio anche da chi è alle prime armi. Gli utenti più esperti, d’altro canto, si potranno divertire tantissimo a smanettare fra le opzioni più avanzate.

Con questo software abbiamo a disposizione un account personalizzato per gestire i nostri dati, il criptaggio del Wi-Fi, il peer to peer, e la protezione sull’IPv6 solo per citarne alcune. Non è il software più bello di tutti i tempi, ma le mancanze estetiche vengono ampiamente colmate dalla vasta gamma di opzioni che è possibile sfruttare. È anche “ben coperto” in termini di server: gli sviluppatori dichiarano di metterne a disposizione oltre 3.000 sparsi in una trentina di paesi in tutto il modo.

Ed è anche abbastanza veloce. Una pecca dei VPN è quella di rallentare notevolmente i tempi di download e upload. Private Internet Access in tal senso non si è dimostrato il più veloce, ma sicuramente non è stato il più lento.

Veniamo ai costi. È possibile acquistare tre diversi abbonamenti. Il primo è a base mensile, e costa 6,95 $ al mese. Il piano annuale costerebbe 83,40 $, ma è perennemente scontato a 39,95 $, che significa spendere una media di 3,33 $ al mese. Stesso ragionamento vale per il piano biennale. In questo caso il prezzo di listino è di 166,80 $, ma lo sconto a 69,95 $ è permanente, e la spesa mensile sarà quindi pari a 2,91 $.

04. PureVPN (da 2,92 a 9,60 € al mese)

Pure VPN è la scelta consigliata a chi conferisce una certa importanza al mantenimento della velocità di upload e download. Quando si usa una VPN, infatti, la velocità di scaricamento o caricamento file decresce di circa il 50%, in alcuni casi anche del 75%. Pure VPN è uno dei pochi software di categoria che abbassa tali velocità solo di un terzo del loro valore.

Quanto ai server, PureVPN ne vanta più di 750, disseminati in oltre 140 stati. Che tu abbia necessità di trasmettere in streaming, sbloccare le restrizioni di natura geografica o condividere file, questa app ti permetterà di passare dall’una all’altra modalità in pochi click. Gli utenti più esperti potranno avvalersi del cosiddetto split-tunneling, opzione che permette di direzionare il flusso di dati a piacimento (quindi, tramite ISP o VPN).

I costi. Anche Pure VPN propone tre tipi di abbonamento. Quello mensile costa 9,60 € e quello trimestrale 7,01 € al mese, mentre se scegliamo il piano triennale spenderemo 2,92 € al mese.

È compatibile con Windows e Mac, ma anche in mobile su iOS e Android e lavora alla perfezione sia con Firefox che con Chrome. Volendo si può utilizzare anche l’app interna per gestire alcuni servizi di streaming come Andrid Tv, Kodi e Amazon Fire Tv Stick.

05. NordVPN (da 2,99 a 11,95 $ al mese)

NordVPN è una delle VPN più facili da settare, soprattutto se hai esigenza di un software che lavori simultaneamente su più dispositivi. Gira alla perfezione su Android, iOs, Linux, Mac e Windows, e ha anche una bella interfaccia grafica.

La connessione a uno dei server di NordVPN è semplicissima: dalla schermata principale, basta cliccare su una nazione e l’IP risulterà immediatamente riassegnato. È apprezzabile che con il software venga installato anche un adblocker nativo chiamato CyberSec, il quale a detta dei produttori non solo elimina le pubblicità durante la navigazione, ma garantisce anche protezione da phishing e malware.

Ma NordVPN è molto di più. Ad esempio, ci è piaciuta molto l’opzione denominata “Internet Kill Switch”, che obbliga il dispositivo sul quale è installato il software a connettersi a internet solo ed esclusivamente tramite connessioni VPN. Assieme a questa, citiamo l’opzione “App Kill Switch”, che forza la chiusura di app preselezionate, o ancora la possibilità di connettersi contemporaneamente a due VPN, permettendoti così di raddoppiare il tasso di sicurezza.

NordVPN è un po’ più caro rispetto ai concorrenti che abbiamo analizzato finora, ma se le opzioni di cui dispone sono quelle che stavi cercando, val bene la spesa. I piani di abbonamento sono tre. Un mese singolo di abbonamento ci costerà 11,95 $. Scegliendo il piano annuale, la spesa mensile scende a 6,99 $ al mese mentre sarà pari a 3,99 $ al mese se si opta per il piano biennale. L’abbonamento triennale è il più economico, e verrà a costare una media di 2,99 $ al mese.

06. TorGuard (4,99 $ al mese con componenti aggiuntivi opzionali)

Se sei un affezionato del mondo dei Torrent, TorGuard è il prodotto che stavi cercando. Nell’occultare i tuoi dati di navigazione funziona come ogni altra normale VPN, potendo tuttavia contare sul supporto algoritmi di cifratura a blocchi come Blowfish, AES-256 e AES-258.

Ma ciò che farà davvero contento chi utilizza parecchio i torrent sono i pacchetti aggiuntivi. Ad esempio, con 5,96 $ al mese si può ottenere il proxy anonimo, con 6,95 $ al mese le e-mail anonime e con 11,54 $ al mese il più generico “pacchetto privacy”, che include e-mail, proxy e VPN. La sola VPN, invece, costa 9,99 $ al mese se acquistiamo un solo mese, 19,99 $ per quattro mesi, 29,99 $ per sei mesi e 59,99 $ per un anno di servizio. Il costo degli abbonamenti quadrimestrale, semestrale e annuale è quindi pari a 4,99$ al mese. TorGuard vanta oltre 3.000 server disseminati in 50 nazioni differenti.

Questa VPN è installabile ed eseguibile su Android, iOS, Mac e Windows. Esiste ovviamente anche in forma di estensione per i browser, nella fattispecie Firefox e Chrome.

Conclusioni

Per riassumere e concludere, elenchiamo di seguito tutti i prodotti finora descritti, congiuntamente al settore per cui risultano migliori rispetto agli applicativi concorrenti.

  • TunnelBear: uno dei più facili da utilizzare, nonché probabilmente il più bello da vedere.
  • KeepSolid: ideale per chi ama lo streaming video, permette di lavorare su canali specifici.
  • Private Internet Access: il paradiso di chi cerca un tasso di personalizzazione estremo, ma strizza l’occhio anche ai newbie.
  • PureVPN: per chi non vuole rinunciare a troppa velocità di download o upload.
  • NordVPN: ottimo per chi è alla ricerca di una soluzione in grado di lavorare su diversi dispositivi, e magari con l’adblocker nativo.
  • TorGuard: si avvake di algoritmi di cifratura fra i più sicuri, e si qualifica come il top il must have di chi scarica molti torrent.

Questa lista, ovviamente, non ha pretese di esaustività, ma speriamo che sia per il lettore un punto da cui partire se è alla ricerca della migliore VPN.

Articoli correlati

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami