migliori app per montare video

Le Migliori App per Montare Video

Se sei alla ricerca di un modo facile e veloce per creare, modificare e montare video direttamente dal tuo smartphone, ci sono decine di app che fanno al caso tuo. Rispetto ai programmi per PC il loro utilizzo è più semplice ed intuitivo, e consente a chiunque, anche ai novizi, di raggiungere risultati di buon livello.

Va inoltre notato che la maggior parte delle nostre immagini passa proprio attraverso lo smartphone: è con questo fido alleato che immortaliamo i momenti più belli delle nostre giornate, e si intuisce quanto sia comodo avere un’app lì, già disponibile e che ci eviti il trasferimento dei video e/o delle foto sul computer.

Negli ultimi anni il panorama delle app di video editing ha compiuto passi da gigante; rimarrai stupito di ciò che puoi fare con pochi tap dal tuo smartphone!

Scopriamo subito insieme quali sono le migliori app per montare video; ne proporremo molte gratuite e qualcuna a pagamento, ricordandoti che la bontà di una o di un’altra dipende da che funzionalità stai cercando.


inShot

inshot video editinginShot è probabilmente la migliore app per creare e modificare video di ogni genere.

E’ disponibile gratuitamente sia iOS che Android, tuttavia dobbiamo segnalare che esiste anche una versione a pagamento con alcune amenità aggiuntive come sticker od emoji. Inoltre, la versione gratuita presenta gli immancabili banner pubblicitari che potrebbero far sbuffare.
Il costo, in tutti i casi, è esiguo (1.99€) e decisamente conveniente se si intende utilizzarla con regolarità.

Montare e modificare i video con inShot è davvero facile grazie all’interfaccia ridotta al minimo: troverai infatti tre pulsanti principali che si riferiscono a Video, Foto e Collage, dunque un’app versatile che copre in toto il terreno delle immagini digitali.

Puoi scegliere se modificare un video che hai già girato oppure iniziarne uno sul momento direttamente dall’app, ma comunque la procedura di editing è la medesima; una volta selezionato il video verrai infatti rimandato ad una schermata successiva dotata degli strumenti basilari quali taglio, tela, filtro, musica, etichetta, velocità, testo, sfondo, ruota e inverti. Già da qui si capisce subito il target cui il team di sviluppo si rivolge: giovani utilizzatori di social network che intendono condividere lì i loro video. Ciò è confermato, ad esempio, dalla possibilità di ottimizzare le dimensioni in base al social in cui si vuole effettuare lo sharing, dal 4:5 di Instagram al 16:9 di Youtube.

Splice

Splice è tra le migliori app di video editing presenti al momento, ma  solo per iOS. Se possiedi un dispositivo Apple sicuramente ti è stata proposta dallo store, ed è utilissima per apportare modifiche veloci, aggiungere transizioni, effetti grafici e suoni, grazie alla libreria integrata. Anche in questo caso si possono condividere le proprie creazioni sui principali social.

Un’utile funzionalità è quella di importazione dei fermi immagini, cosa ricavare foto dai video. Segnaliamo inoltre l’estesa libreria musicale, con migliaia e migliaia di brani royalty-free, essenziali per chi carica video su Youtube e non vuole rischiare di perdere la monetizzazione violando i copyright.

Infine, con Splice puoi tagliare pezzi di filmato o collegarne di registrati in momenti diversi, nonché salvare i tuoi video in 1080p senza fastidiose filigrane o promozione dell’app. Puoi infatti rimuovere il logo dell’app alla fine del video e ottenere così un risultato più professionale.

iMovie

migliori app per montare video imovie

Rimaniamo in casa Apple con iMovie, anch’esso disponibile solo per device con la mela e incluso nel pacchetto iLife; se invece non hai mai posseduto iMovie, lo trovi sul Mac App Store al costo di 13,99€. Pure in questo caso siamo di fronte ad un prodotto concepito per tutti, ma diversamente da Splice potrebbe occorrere un po’ di “esercizio” per sfruttare al meglio le funzionalità presenti.

iMovie ti consente di montare filmati già presenti sul tuo cellulare, ma anche quelli salvati su iCloud, o ancora puoi registrarne uno sul momento dall’app stessa. Puoi aggiungere titoli, scritte, immagini, filtri e tracce sonore, oltre naturalmente a particolari transizioni tra una parte di video e l’altra.

L’app è stata di recente aggiornata e migliorata; ad esempio trovi l’utile funzione Cinema o iMovie Teather, una soluzione pensata per la condivisione di video tra dispositivi iOS, del tutto automatica, oltre a numerosi temi, stili e modelli per personalizzare i tuoi filmati. Per aggiungere velocemente clip al tuo filmato basta fare tap sul tasto “+”, e con altrettanta rapidità puoi eliminarli dalla timeline.

Piccola ma essenziale precisazione: se utilizzi già iMovie come programma, non aspettarti le stesse funzionalità dall’app. L’applicazione è infatti ideata per un pubblico che si sta avvicinando da poco al montaggio video, dunque più easy e meno completa rispetto al programma; rimane tuttavia valido l’ottimo giudizio sulle performance e sulla varietà di strumenti che mette a disposizione.

GlitchCam

GlitchCam è stata votata dagli utenti del Google Play Store come migliore app di video editing nel 2019, ma è disponibile anche per dispositivi iOS.

La particolarità dell’app è quella di aiutarti a montare video in stile anni ’90: distorsioni (per l’appunto, glitch!), filtri vintage, effetti retro per dare ai tuoi filmati un tocco unico e originale. L’editor è progettato in particolar modo per chi intende creare video artistici in maniera intuitiva, da condividere poi nelle storie di Instagram e Facebook.

GlitchCam per Android è scaricabile gratuitamente, ma se vuoi sbloccare ulteriori effetti e filtri ed evitare i banner pubblicitari, è disponibile la versione Premium o Pro al prezzo di 10,99€ l’anno, con prima settimana di prova gratuita. Su Mac App Store è invece a pagamento, al costo di 8,49€.

Bonus: ne esiste anche un’interessante versione per modificare le foto!

Magisto

migliori app per montare video magistoMagisto, disponibile per Android, è una delle app di più facile utilizzo, super consigliata se non hai mai fatto editing video, davvero un ottimo entry level, perfetto anche per la condivisione sui social

L’app ti permette di aggiungere contenuti dalla galleria o dal cloud, e successivamente modificarli con filtri, template, musica e transizioni già preimpostati; puoi inoltre aggiungere un titolo al video e modificarne la lunghezza semplicemente muovendo la barra dei minuti.

Se vuoi provare Magisto, ricorda di scaricare periodicamente gli aggiornamenti disponibili: l’app viene spesso implementata e migliorata, in modo da offrirti sempre nuovi effetti grafici.

Per ulteriori funzionalità si può passare alla versione a pagamento, o meglio, “versioni” al plurale, più conveniente con piano annuale che mensile. Per fare un esempio, con l’annuale Premium il costo è di 4,99€, mentre con il piano mensile si arriva a 9,99€; con questo pacchetto hai diritto all’utilizzo fino a 60 foto e 60 video, lunghezza video fino a 2:30 minuti, ulteriori stili di modifica e download illimitati.

KineMaster

Con KineMaster puoi selezionare un video già presente sul tuo dispositivo e modificarlo con temi, titoli e musica. Probabilmente KineMaster, su questo, non è l’app più semplice da usare, ma una volta capito il funzionamento si aprono molte opzioni interessanti; ad esempio le transizioni tra clip di video, anche in 3D, selezionando effetti e colori tra una molteplicità di scelte. Una seconda possibilità è quella di utilizzare l’app anche per girare i video, come progetto vuoto, opzione più semplice e intuitiva.

Dal punto di vista dell’ottimizzazione, KineMaster è quanto di più simile ci sia ad un programma per computer: effetti sonori, controllo della velocità, strumenti di animazione per i fotogrammi chiave per risultati davvero professionali.

Terminato l’editing, decidi se salvare il video sul tuo smartphone o tablet oppure se caricarlo direttamente sui tuoi profili social sincronizzati. Il primo caso sarebbe da evitare: i video “pesano” moltissimo, possono essere cancellati per sbaglio o, con tutti gli scongiuri del mondo, c’è sempre il rischio di guasto del dispositivo. Piuttosto, se non intendi pubblicarlo, meglio il salvataggio su cloud o drive.

Attenzione: l’app funziona solo in orizzontale, quindi ricorda di fare tap su “rotazione schermo”!

Quik Stories

Quik Stories è l’app che mette d’accordo tutti: da un lato presenta svariate funzionalità automatiche, perfette se sei di fretta o se sei un principiante nel montaggio video, dall’altro ti consente di personalizzare l’editing con moltissimi effetti, per un risultato unico e originale.

Cosa fa di diverso Quik Stories rispetto alle sue “sorelle”? Anzi tutto il flashback: una volta alla settimana seleziona le clip più belle (tra foto e video) e prepara una bozza preimpostata da cui trarre ispirazione. Un’altra funzionalità che semplifica le operazioni di montaggio video, riguarda i suggerimenti sulla durata del video quando è presente la musica: questa è sempre a scelta dell’utente, è vero, ma Quik Stories fornisce indicazioni su quale è il momento migliore per far terminare il video.

Chi deve editare video molto lunghi, troverà interessante la funzione highlight: selezionandola, in una schermata, inizia a scorrere lentamente la tua clip, così da avere il tempo di, appunto, evidenziare i frame che consideri più rilevanti. In seguito, l’app, in automatico, individua i momenti di in e out della clip e li sincronizza con la musica e gli effetti precedentemente scelti.

Quik Stories è disponibile sia per Android che per dispositivi con iOS ed è sviluppata da GoPro, infatti tre delle sei classiche aree di video editing sono in esclusiva per le clip registrate con la GoPro Hero dalla 5 in poi.

AndroVid

Come il nome suggerisce, solo per Android. AndroVid consente di modificare e montare facilmente i tuoi filmati. Unica nota su cui porre attenzione è il menu di opzioni che si trova in alto: si tratta infatti di una lista che scorre in orizzontale, ma a prima vista potrebbe sembrare fissa. Niente paura, il resto dell’app è decisamente più user friendly!

Scoperte le funzionalità “nascoste”, il resto è in discesa. Gli strumenti basilari per montare i video sono tre. Un comando Trim ti consente di selezionare un piccolo segmento di un video e di eliminare il resto; con Split ti puoi invece scegliere un punto nel filmato in cui verrà diviso in due parti, e infine Grab ti permette di ritagliare un singolo fotogramma della clip da salvare come fermo immagine.

AndroVid presenta anche un’opzione per convertire un video in un MP3, utile se ad esempio vuoi estrarre l’audio da una registrazione video di un concerto, e uno per aggiungere una singola traccia musicale in una clip, che però non permette di controllare il punto di ingresso e di fine della musica.

Puoi aggiungere del testo e scegliere la dimensione, il colore e la posizione sullo schermo, inserire effetti (a scelta tra una gamma piuttosto ampia), nonché ruotare i video e convertirli in formati e qualità differenti.

Consigliamo AndroVid ai principianti che vogliano prendere dimestichezza con editing e montaggio, mentre per i pro risultano più complete le app che abbiamo citato in precedenza.

Videoshop

migliori app per montare video videoshop

Per Android e iPhone, Videoshop è l’app di cui hai bisogno se vuoi condividere contenuti divertenti, ironici e un po’ naif sui social network.

L’app ha infatti una stupefacente quantità di effetti audio, ad esempio versi di animali, esplosioni e risate; sono presenti strumenti di stop-motion, rallentatore, movimento veloce, registrazione della tua voce fuori campo, inserimento di titoli animati, e naturalmente le più classiche come il ritaglio e il ridimensionamento. Hai inoltre la possibilità di inserire la musica scegliendo il brano dalla tua libreria personale o dal database dell’app

Insomma, se oltre a montare vuoi anche arricchire i tuoi filmati, Videoshop è l’applicazione più completa a questo scopo: ha tutte le caratteristiche tipiche di un video editor ma con in più un alto grado di personalizzazione, con un’interfaccia utente davvero facile e intuitiva.

FilmoraGo

Ultima, ma non certo per performance, Filmora Go, scaricabile gratuitamente su Android e iOS, ma ne esistono anche diverse versioni per Windows e Mac.

Primo punto a favore di quest’applicazione è la sterminata offerta di temi, font per testi, transizioni, elementi, filtri e sovrapposizioni; una varietà impressionante se si contano anche quelli proposti dallo store in-app.

Le opzioni principali che riguardano il montaggio in senso stretto sono: taglia/dividi, ratio/crop (per regolare il video a 16:9 o 1:1), controllo di velocità, inversione, voce fuori campo, mixer audio (impostabile a diversi livelli) e PIP, con cui puoi aggiungere una seconda clip su quella principale. Grazie all’archivio Filmstock è possibile scaricare ulteriori effetti, video e musica royalty free.

Una vera chicca che ha reso FilmoraGo molto popolare tra gli youtuber, è la funzione Chroma Key: registrando un video con alle spalle un telo verde, puoi, in sede di editing, eliminare questo telo e inserire immagini statiche o altri video dalla tua galleria.

Un’app completa e versatile, pensata per qualunque finalità ed esigenza.

Articoli correlati

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami