kickboxing girl

Come trovare il giusto sport per i propri obiettivi

Ci sono centinaia di buoni motivi per fare sport: e a così tanti buoni motivi, corrispondono altrettanti possibili obiettivi che ci siamo prefissati di raggiungere.
Tuttavia, non tutti gli sport sono uguali, e anzi capita spesso di vedere persone che iniziano un’attività con determinate aspettative, per poi mollare poco dopo quando si accorgono che i loro sogni non solo non si realizzano, ma sembra non si avvicinino neanche. Parliamo del ragazzo che inizia a correre 2 ore al giorno per avere gli addominali scolpiti, o della ragazza che si iscrive al corso di Fit Boxe per imparare a difendersi in caso di bisogno.
Nessuna di queste persone fa qualcosa di sbagliato in assoluto, ma siamo sicuri che non abbiano modi migliori per raggiungere i loro traguardi?

Questa guida è dunque dedicata a tutti coloro che hanno un obiettivo ben chiaro in testa e vogliono la via migliore, più veloce ed efficiente per arrivarci.
Come dici? Non hai mai trovato un buon motivo per iniziare a fare un po’ di attività fisica? OK, dai comunque un’occhiata a questa pagina, magari scoprirai che lo sport può avere dei benefici che a cui neanche avevi pensato! Questo post è anche per te 😉

Sport ed estetica: anche l’occhio vuole la sua parte

Diciamolo, e senza vergognarci troppo: mantenersi in forma per far colpo in spiaggia è uno dei motivi per far sport più antichi, forti e diffusi che siano mai esistiti.
Tuttavia, non tutte le attività fisiche portano agli stessi risultati (e nello stesso tempo), e soprattutto non tutti abbiamo gli stessi ideali di bellezza ed armonia.
C’è una differenza enorme fra un fisico da bodybuilder professionista, uno da nuotatore, ed uno da ciclista: tutti questi potrebbero rappresentare degli ideali, ma la strada per arrivare a ciascuno di essi è molto differente.

La maggior parte degli uomini che si allenano per motivi estetici vorrebbe quello che viene comunemente definito come “fisico da nuotatore”, il quale consiste fondamentalmente in: addominali bene in vista, spalle un poco più larghe dell’addome, bicipiti in evidenza.

Nonostante il nome, il modo migliore per ottenere tutto ciò è sicuramente con la palestra (chi l’avrebbe mai detto?), abbinata magari ad un’attività aerobica nei periodi di definizione.
Anche altri sport, come per l’appunto il nuoto, o la boxe, possono portare a risultati simili con un po’ più di tempo, ma in questo caso state molto attenti a privilegiare l’intensità piuttosto che la quantità.
C’è una differenza abissale fra un allenamento di nuoto intenso di 45 minuti (da sprinter) ed uno blando di 3 ore (da fondista): se il vostro obiettivo è quello di avere una massa muscolare non indifferente e ben definita, procede senza indugi con la prima opzione!

Se vi interessa approfondire i motivi di questo suggerimento, nonchè una più approfondita analisi dei diversi ideali estetici e dei modi per arrivarci; delle differenze fra allenamenti da sprinter ed allenamenti da fondista; del perchè si chiama “fisico da nuotatore” se poi tanto il modo più veloce per arrivarci è la palestra; e infine dei modi migliori (e peggiori) per ottenere degli addominali scolpiti, vi rimandiamo al nostro articolo: xyz.

Sport e sportività: valori e filosofia

Siamo soliti pensare allo sport come ad un qualcosa di puramente fisico, che migliori la nostra persona da un punto di vista meccanico \ cinetico. Tuttavia, lo sport può insegnare anche importanti valori quali il rispetto dell’avversario, la lealtà, la correttezza, la solidarietà… in una parola, la sportività.

La maggior parte delle discipline da combattimento orientali, quali Judo o Karate, fanno di questi aspetti il loro vero e proprio fulcro. Alcune discipline, come la Tai Chi, sono addirittura pervase da un senso di spiritualità (o ricerca filosofica, come potremmo dire in Occidente).

Da non sottovalutare anche la sportività che si impara giocando a Rugby: quello che in apparenza potrebbe sembrare, ad un pubblico assolutamente non informato, uno sport violento, è in realtà uno sport in cui si impara prima di tutto a rispettare il proprio avversario.
Cosa questa che accade un po’ con tutti gli sport da contatto… come a dire: in gara può partire qualche colpo, ma non è mai una questione personale, e fuori dal campo \ ring \ tatami, assolutamente tutti amici come prima.

Sport e salute: e se bisogna perdere tanti, ma proprio tanti, chili?

Alle volte dimagrire non è solo una questione estetica, ma un fatto di salute.

Se il kg da perdere sono davvero tanti, la nostra scelta è senza dubbio il ciclismo. Per quattro motivi:

  • Persone particolarmente obese rischiano guai alle articolazioni iniziando uno sport come la corsa, che pone caviglie e ginocchia in grande tensione a causa dell’elevato peso che devono sostenere. La bici è molto più lieve sotto questo punto di vista.
  • Il ciclismo di fondo è probabilmente lo sport più bruciacalorie sulla faccia della terra. Non è un caso che i ciclisti professionisti che vediamo al Giro d’Italia siano tutti incredibilmente leggeri.
  • Andare in bici è un’attività d’intensità regolabile che consente anche a chi è davvero molto fuori forma di iniziare a fare 30-40 minuti di attività fisica a livelli blandi. Potete iniziare con un percorso interamente pianeggiante, per poi aumentare gradualmente. Diversamente, sarebbe difficile se non impossibile reggere mezz’ora di corsa o nuoto se non si è un minimo allenati.
  • Non è richiesta una particolare conoscenza tecnica: se per nuotare in maniera efficace servono diverse lezioni ed un istruttore, (quasi) ognuno di noi sa pedalare, e non ha bisogno di perdere altro tempo per imparare tecniche complicate.
    Insomma, il ciclismo è uno sport semplice, accessibile e pratico per chi deve iniziare.

Sport puramente ricreativi per “guerrieri della Domenica”

Se tutto il tempo libero delle Domeniche vi annoia e volete trovare un nuovo passatempo con i vostri amici, senza alcuna pretesa di organizzazione, serietà, continuità, competitività od altri obiettivi particolari, rientrate nella categoria dei “guerrieri della Domenica”.

Per voi, abbiamo selezionato due scelte: un po’ banalotte a dir la verità, ma d’altronde, chi ha tempo e voglia di tuffarsi in scelte complicate solo per svagarsi un po’ la Domenica?

  • Calcio. Ecco, l’abbiamo fatto. Abbiamo inserito il calcio in questa lista. Eravamo partiti con tutte le buone intenzioni: “ok, delle centinaia di sport bellissimi, in questa lista non inseriremo un classico banale come il calcio“… eppure, eccoci qua. A consigliarvi il calcio.
    Ma d’altronde, chi può negare il piacere di una partitella a calcetto con gli amici una Domenica ogni tanto? E divertimento a parte, se la vostra è un’attività occasionale e assolutamente non strutturata, c’è una “leggera” differenza in termini di “facilità di reperimento” da considerare.
    Volete mettere la facilità di reclutare 9 amici per il calcetto (chi dice di no ad una partitella?), rispetto all’arduo compito di trovarne 7 per il curling? Saranno anche meno ma… in bocca al lupo!
  • Basket. Valgono un po’ gli stessi discorsi fatti per il calcio, con la differenza che qua serve investire un po’ di tempo prima di acquisire quelle capacità di base necessarie per iniziare a divertirsi. In altre parole: se chiunque può tirare calci ad un pallone e prima o poi fare gol, senza un briciolo di tecnica potreste stare le ore a tirare sotto canestro senza insaccarla neanche una volta.
    Superato questo scoglio, il basket offre tanto divertimento (accompagnato da dita mezze rotte) e spesso anche aggratis, dato che molte città offrono playground gratuiti dove andare a giocare.

Sport per la mente

Mens sana in corpore sano“, dicevano i latini. Ecco, in questo paragrafo, questa frase non c’entra nulla.
Ossia, non andremo a fare del bene alla nostra mente attraverso un’attività fisica, ma andremo ad allenarla direttamente tramite… gli scacchi.

Proprio così. Sapevate che esistono anche le Olimpiadi degli Scacchi? Nonchè Campionati del Mondo, Tornei Internazionali ad Invito, e tante altre vere e proprie competizioni regolate dalla FIDE, un’associazione riconosciuta ufficialmente dal Comitato Olimpico Internazionale.

E se poi proprio doveste sentire la mancanza del movimento (per quanto altre componenti fondamentali dello sport tradizionale, quali adrenalina, sudore, allenamenti e dedizione siano ben presenti), potrete sempre dedicarvi alla Chess Boxing, ossia scacchi e boxe uniti in uno stravagante sport dalla doppia faccia.

Atmosfera da spogliatoio: qualche consiglio per i giochi di squadra

Lo sport non è bello solo durante una competizione, quando c’è l’adrenalina a palla e stai finalmente mettendo in pratica tutto ciò che hai preparato per mesi e mesi.

E’ bello anche dopo, quando negli spogliatoi puoi festeggiare con la squadra un’epica vittoria, o anche solo un pareggio inaspettato.

Ecco un po’ di consigli per vivere l’atmosfera da spogliatoio:

  • Pallavolo. Avete presente come dopo ogni punto, realizzato o subito, tutta la squadra prenda sempre qualche secondo per riunirsi in cerchio ed abbracciarsi? Questo dovrebbe darvi un’idea del senso di coesione che normalmente si respira all’interno di una squadra di volley.
  • Scherma. In pedana sei da solo, ma nelle competizioni a squadre, i tuoi punti vengono messi al servizio della squadra intera. Se cade uno cadono tutti, dato che basta un anello debole per vanificare tutto il lavoro dei compagni. L’adrenalina e la tensione così incredibilmente elevati, più che in molti altri sport, rendono i compagni di squadra dei pilastri cui aggrapparsi nei momenti di difficoltà anche se non sono a fianco a te in pedana.
  • Pallanuoto. Uno sport in cui il gioco di squadra si rivela fondamentale più che da ogni altra parte. Per le difficoltà create dall’acqua, nella pallanuoto è davvero difficile trascinare la propria squadra verso la vittoria da soli. Gli acuti personali hanno sì il loro spazio, ma saper far girare la palla ne ha ben più.

Sport e autodifesa

Sono molti gli sport che insegnano a combattere in maniera efficace e che possono aumentare il nostro senso di sicurezza in strada.
Non che questo sia il solo motivo per praticarli, anzi… magari potrebbe essere il motivo che vi spinge a provarli, per poi farvi scoprire un mondo che non credevate avreste potuto apprezzare per il suo spirito competitivo e sportivo.

  • Krav Maga. Il Krav Maga non è uno sport, ma una tecnica di autodifesa, utilizzata dai corpi speciali di polizia in tutto il mondo. Il Krav Maga è antisportivo, letale, brutalmente efficace. Non ha regole. E’ d’altronde pensato per stendere un nemico, non per combattere un avversario.
    Per questo motivo, scordatevi di applicare quanto imparato in contesti diversi da reali situazioni di pericolo: il vostro allenamento in palestra si limiterà allo sparring con i vostri compagni per apprendere le tecniche in questione. E’ dunque consigliato abbinarlo ad un altro sport da combattimento (o quantomeno un po’ di nuoto) per abituarsi ai ritmi e allo stress di un vero scontro, nonchè per costruire un po’ di muscoli e resistenza fisica.
  • Kick Boxing. Raggiungere dei buoni livelli nella kick boxe probabilmente non vi basterà qualora dobbiate combattere contro 5 terroristi armati fino ai denti come in un film di Steven Seagal. Sarà più che sufficiente però per mettere in fuga un paio di borseggiatori di strada o per tirarvi fuori da altre situazioni di pericolo realistiche.
    La kick boxe non vi insegnerà le tecniche più efficaci in assoluto per mettere K.O. un avversario, ma se non altro potrete praticare quanto imparato in match veri e propri. L’uso di protezioni e, soprattutto, di un regolamento (che, rispetto al Krav Maga, impedisce di riservare al proprio avversario cortesie quali calci ai genitali, leve spaccaossa o colpi a terra) consente di salire sul ring e dar vita ad un match sportivo per applicare quanto imparato senza rischiare infortuni gravi.

Sport per chi ama il contatto con la natura

Se non volete faticare troppo, ma stare comunque in movimento e all’aria aperta, avete diverse opzioni a disposizione:

  • Giocare a golf. Probabilmente non ci guadagnerete molto in termini di prestanza sportiva come tradizionalmente intesa, ma di sicuro camminerete molto (e gli aspetti benefici di una semplice camminata quotidiana non sono da sottovalutare), respirerete aria pulita e starete a contatto con la natura. Il golf è un ottimo sport per chi vuole sempre prendersi del tempo per ammirare il verde intorno a se’, anche durante una competizione.
  • Imparare la tecnica del Nordic Walking. Il Nordic Walking non è uno sport competitivo, ma una tecnica per camminare e fare escursioni in cui, grazie all’ausilio di due bastoni, è il corpo intero a lavorare per muoversi, e non solo le gambe. Questo consente di non sovraffaticare polpacci e quadricipiti, e dare un po’ di lavoro anche a braccia, schiena, pettorali e addominali. Il tutto, mentre si cammina.

Sport per chi vuole raggiungere i limiti dell’essere umano

Vi meraviglia vedere quello che un corpo umano può realizzare, e vi entusiasma l’idea di imparare a farlo in prima persona?

In questo caso, la ginnastica è lo sport che fa per voi. La ginnastica è un mix di forza, esplosività, coordinazione, estetica… potremmo definirla come arte applicata allo sport.

Non vi è mai capitato di pensare, guardando un atleta alle parallele o agli anelli, di vedere una specie di BatMan o Uomo Ragno? I ginnasti sono probabilmente quanto di più vicino ci sia ai supereroi.

Sport per chi è arrivato in fondo a questa lista e ancora non riesce a scegliere

Non temere, indeciso cronico, abbiamo uno sport anche per te: il triathlon!

Tutti gli sport sono belli, perchè rinunciare a così tanti di essi per dedicarsi solo ad uno? Ecco allora venirci in aiuto il triathlon, uno sport le cui competizioni prevedono una fase di corsa, una di ciclismo, ed una di nuoto.

Certo, molti altri ne rimangono esclusi, ma con la versatilità fisica che il triathlon vi darebbe, non avreste problemi ad inserirvi efficacemente anche in un altro sport, magari di squadra!

Conclusioni

Insomma, come avete visto, ce n’è per tutti i gusti: da chi vuole semplicemente tenersi in forma per l’estate, a chi vuole diventare un supereroe, passando per persone più interessate a socializzare o ad apprezzare e vedere la natura con occhio differente.

Un pensiero su “Come trovare il giusto sport per i propri obiettivi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *