Jimmy Choo Man: recensione ed opinioni

Jimmy Choo Man è un profumo relativamente recente (2014) creato dalla profumista Anne Flipo, una vera superstar sia in ambito maschile (la potete trovare dietro agli eccellenti Paco Rabanne Invictus e YSV La Nuit de l’Homme) che femminile (Lancome La Vie Est Belle).

Andiamo a vedere come se l’è cavata con questa sua nuova creazione.


Packaging e presentazione

La bottiglia di Jimmy Choo Man è elegante, tendenzialmente scura  e notturna ma anche molto trasparente.

E’ tendenzialmente squadrata ma con una leggera curvatura che ricorda una boccetta di whiskey nel far west.

Molto bello il tappo che sembra fatto con pietre nere incastonate.

L’atomizzatore fa il suo lavoro, senza particolari pregi ne’ difetti.

Formulazione: cosa contiene?

Quello di cui stiamo parlando è un profumo dolcissimo. Fra i più dolci che abbia mai provato.
Non in una maniera stucchevole o poco virile, ma comunque molto pronunciata, che vi fa andare sul sicuro con un pubblico femminile.

Abbondano i sapori fruttati un po’ piacioni, ma il fondo ricco, morbido e vagamente legnoso dona a questa fragranza una sua personalità: rispetto a fragranze come Montblanc Legend, che sembrano fluttuare nella galassia dei profumi in cerca di una loro identità, Jimmy Choo Man ha una sua timida originalità.

Le note di testa sono lavanda e mandarino, con la prima  decisamente prevalente sulla seconda.
Nel cuore abbiamo un trionfo di sapori dolci e fruttati dato da melone, pepe rosa ed ananas.
Infine sul fondo, il patchouli, accompagnato da accenni di pelle scamosciata.

Target: a chi è rivolto?

Una fragranza effervescente che incarna lo spirito dell’uomo Jimmy Choo: apertamente virile e sicuro di se’, con un senso raffinato per i dettagli e un tocco di humour ribelle“.
Così l’azienda stessa descrive il suo profumo. Non so esattamente cosa voglia dire, ma d’altronde quando mai le descrizioni dei profumi delle aziende stesse hanno mai avuto un senso?

Il volto della campagna è Kit Harington.
Se lo penso in versione John Snow, questo non è decisamente il profumo per lui.
A John Snow serve qualcosa di più speziato, pungente, sfacciatamente virile ed insolente nella performance… e soprattutto, decisamente meno dolce.
Insomma, non vai in giro a decapitare gente con Jimmy Choo Man.

Ecco come mi immagino Kit Harington mentre indossa Jimmy Choo… anche se certo, quella giacca è un po’ di troppo

Tuttavia, se penso al Kit Harington che va ad una cena di gala con la sua fidanzata, la bella Leslie Rose (sì, Ygritte di Game of Thrones), la barba un po’ incolta ma non selvaggia, i capelli lunghi ma altrettanto curati, la camicia con le maniche ripiegate al posto dell’abito rimasto a casa… allora sì, ci siamo. E forse è proprio a questo che si riferisce il tocco di humor ribelle di cui parla la casa madre.

Jimmy Choo Man si comporta bene in tutta la fascia che va dai 16 ai 30 anni, quindi in questo senso è molto versatile.

Performance: scia e longevità

Qua veniamo ad uno dei punti deboli di questo profumo, come universalmente riconosciuto un po’ in tutte le opinioni che circolano online.
La scia è pressocchè inesistente, e la longevità scarsa.

Già dopo pochi minuti, Jimmy Choo Man lo puoi sentire solo avvicinandoti molto alla pelle…. ed anche sui vestiti la resa è scarsa, tanto che più volte mi è capitato di chiedermi se non mi fossi dimenticato di spruzzarlo.

Preparatevi ad usare almeno 6-7 spruzzi, e rinforzare regolarmente nel corso della serata (anche una volta all’ora).

Contesto: dove indossarlo?

Vedo molto bene questo profumo per la sera. Non è un profumo da abito, non indossatelo mentre indossate giacca e cravatta.

Va bene per la discoteca, purchè siate consapevoli che in quel tripudio di profumi, voi vi troverete nella penombra olfattiva.

Le ragazze non vi noteranno dalla distanza, ma saranno sorprese dal vostro profumo se riuscirete a farle avvicinare abbastanza a voi.
Si sentiranno abbracciate da una delle fragranze più dolci che sia possibile ottenere senza comprometterne la mascolinità.

E’ ottimo quindi per una serata più ristretta, dove sarete a contatto ravvicinato con l’altro sesso ma non in una situazione altamente competitiva dal punto di vista olfattivo.

Trattandosi di un profumo lieve e gentile, non vedo particolari controindicazioni nell’utilizzarlo anche durante il giorno.

Stagionalità: quando indossarlo?

Jimmy Choo Man è tranquillamente indossabile 365 giorni l’anno.

Alternative a Jimmy Choo Man

Un eccellente, dolcissimo profumo per uscire la sera, con ottime performance e capace di mantenere una forte mascolinità, è Versace Eros.
Considerando che lo si può trovare addirittura ad un costo a volte minore di Jimmy Choo, la sfida la vince a mani basse… ma ricordate che si tratta di un DNA molto diverso.

Se volete qualcosa di estremamente simile anche nel sapore ma un po’ più economico, provate Coach for Men.

Conclusioni

Quello di cui abbiamo parlato è un profumo non particolarmente economico (ma neanche molto costoso).
Non particolarmente originale, ma neanche privo di spessore o particolarità che lo contraddistinguano.
Ha sicuramente delle scarse performance per la fascia di prezzo in cui si trova, ed è sicuramente una delle fragranze più dolci da uomo.
Non ha un fattore “wow!” particolarmente pronunciato, ma è difficile pensare che possa non piacere a qualsiasi ragazza che lo dovesse sentire su di noi.

A me la fragranza piace molto, e sento di potervela consigliare come un acquisto sicuro anche alla cieca, purchè non abbiate più di 30 anni e siate soliti vestire in maniera casual ma comunque raffinata e un po’ alla moda.

Articoli correlati

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami