I migliori antivirus gratuiti per Windows del 2017

È noto da anni che chi ha un PC con sistema operativo Windows deve prestare particolare attenzione al buon funzionamento dell’antivirus installato, molta di più di quella che ne occorrerebbe ad un utente Mac o Linux. Se non si prendono le dovute precauzioni, il rischio di un attacco malware è sempre dietro l’angolo, così come lo è la possibilità che il computer non lavori in maniera fluida come faceva appena l’hai comprato. Per scongiurare questo rischio, Guidallascelta.it ti propone una classifica con i migliori antivirus gratuiti per Windows del 2017, all’interno della quale speriamo di darti il giusto consiglio per scegliere quello più adatto al caso tuo.

Se infatti non si dispone di un buon antivirus, il pericolo più elevato rimane quello di esporre i propri dati personali alla mercé di chiunque, situazione che, nella peggiore delle ipotesi, può condurre anche alla perdita di denaro che oramai tutti siamo abituati a gestire online.

Antivirus pay o free?

Prima di procedere, va detto che gli antivirus a pagamento offrono a chi decide di acquistarli maggiori opzioni rispetto a quelli gratuiti, come la protezione per la navigazione dei bambini, la gestione del firewall e la possibilità di estendere la copertura anche ai dispositivi mobili. Ma, come dicevamo, si tratta appunto di features extra, non necessariamente importanti per chi cerca una buona protezione su una sola macchina, soprattutto se si pensa che alcuni prodotti gratuiti oggi pareggiano molti aspetti di altri che richiedono un abbonamento annuale come Kaspersky o Bitdefender Plus.

Com’è stata realizzata la classifica

Per amore di chiarezza, anticipiamo che per fare una comparazione fra i vari prodotti quanto più scevra di soggettività o fortuna, abbiamo installato tutti gli antivirus su uno stesso computer avente come sistema operativo Windows 10. Oltre che sull’effettivo grado di protezione, i test sono stati effettuati prendendo in considerazione ulteriori elementi fondamentali:

  • Impatto dell’antivirus sul rallentamento del sistema operativo durante il funzionamento del programma;
  • Tempo impiegato dal software per eseguire una scansione rapida dell’hard disk;
  • Tempo impiegato dal software per eseguire una scansione approfondita dell’hard disk mentre atri programmi erano operativi;
  • Facilità di utilizzo del programma;
  • Numero di opzioni extra offerte, sia gratuite che a pagamento.

Uno dei fattori maggiormente presi in considerazione per valutare l’efficacia dei prodotti è stata la risposta che ognuno di questi ha saputo dare ai cosiddetti 0-day malware, ovvero tutti quegli attacchi condotti per mezzo di virus sconosciuti e “liberati” da poco, a seguito della scoperta da parte degli hacker di falle più o meno grandi nei sistemi operativi, reti di connessione, o comuni programmi di utilizzo quotidiano. Ultimo ma non ultimo, abbiamo ritenuto importante considerare anche l’elemento notifiche, ovvero aumentare o abbassare il punteggio complessivo anche in base al numero di volte che l’antivirus ci invia messaggi di sollecito ad aggiornare alla versione pro o per acquistare altri prodotti dalla stessa casa madre.

Cominciamo quindi con la nostra classifica, partendo dal gradino più basso sino ad arrivare alla vetta di quelli che sono i migliori antivirus gratuiti per Windows del 2017.

6. Windows Defender

Non deve sorprendere se l’antivirus che Windows fornisce “di serie” sia in fondo alla classifica. D’altronde, se fosse migliore degli altri, non avrebbe senso sostituire un prodotto autoctono con uno alieno. Dalla sua prima versione beta del 2005 concepita per XP fino alla Anniversaty Edition dell’anno scorso, il software di casa Microsoft non ha mai fatto nulla per farsi considerare insostituibile, seppure negli ultimi anni è quantomeno migliorato (e non di poco) in quanto a rilevazione di malware.

Il punto maggiormente più a suo sfavore, nonché quello che lo fa rotolare in basso alla lista, è probabilmente la scarsa capacità del programma di riuscire a gestire i falsi positivi, ovvero tutte quelle patch e quei programmi che pur essendo assolutamente innocui vengono tacciati come pericolosi, e quindi bloccati o eliminati. Certo, questo non sarà dannoso per il tuo computer, ma è sicuramente fastidioso quando si ha consapevolezza di lavorare in un ambiente sicuro, salvo il fatto che il tuo antivirus non la pensi allo stesso modo.

A ciò si aggiungano tre ulteriori fattori negativi:

  • l’impatto sulla CPU e quindi sulle prestazioni del PC durante le scansioni è estremamente elevato;
  • la protezione offerta ai browser che non siano Explorer o Edge è praticamente nulla;
  • non contempla praticamente alcuna opzione extra, né gratuita né a pagamento.

Se proprio vogliamo spendere due parole positive in favore di questo prodotto, possiamo quantomeno concedergli il merito di essere ottimamente integrato con Windows (e vorrei vedere!), ragion per cui non richiede alcuna installazione e, soprattutto, non ci disturberà mai con fastidiose notifiche.

Ma a parte queste poche note di merito, se hai un buon antivirus installato sul PC il nostro consiglio è quello di disattivare il Defender, in quanto questo non apporta alcuna miglioria alla protezione del sistema mentre dall’altra parte lo rallenta terribilmente.

5. Avast

Ciò che più colpisce di Avast è sicuramente la sua interfaccia intuitiva, seppur affatto banale. Per di più, questo prodotto è fra quelli testati uno dei migliori in quanto a impatto sulla velocità del sistema operativo, ed una volta installato presenta le interessanti opzioni di gestione delle password e scansione delle reti LAN. Tuttavia, un buon antivirus deve essere prima di tutto in grado di trovare i virus, e questo Avast lo fa peggio degli altri: il motivo di una così bassa posizione risiede proprio nella sua mediocre capacità di scovare malware (unita a tempi non proprio olimpionici di scansione), e su questo non si può sorvolare neanche se disponesse della migliore interfaccia del mondo.

Se sei in vena di sperimentare, soprattutto per la grande libertà di configurazione che propone, Avast potrebbe meritare una chance. Forse anche due, se la tua intenzione è quella di combinarlo con la versione per dispositivi mobili: in quella classifica, questo antivirus offre prestazioni da gradino più alto del podio.

4. AVG

Ad AVG va sicuramente il merito di “aver studiato” durante gli ultimi anni, di essersi impegnato per imitare la concorrenza e di aver fatto di tutto per colmare il distacco che lo divideva dai prodotti top del settore. E in qualche modo c’è anche riuscito, visto che oggi offre una distinta protezione da virus, scansioni molto veloci e un buon pacchetto di opzioni personalizzabili. Come prodotto in sé, AVG fa onestamente il suo lavoro, e avrebbe probabilmente meritato una posizione di classifica più alta non fosse stato per le continue, incessanti e a tratti odiose notifiche e raccomandazioni di aggiornare alla versione pay.

Il giudizio complessivo è quello di un prodotto consigliabile e a tratti molto buono, ma solo se sei uno di quegli utenti che riesce a non dare troppo peso a notifiche, messaggi di pop-up ed incessanti raccomandazioni di upgrade.

3. Panda

Sul gradino più basso del podio si piazza quello che forse è il meno conosciuto fra i prodotti in elenco, ma anche quello più “normale”. Panda infatti non spicca né per infamia né per lode, ma si limita a fare il suo lavoro. Sul lato positivo c’è sicuramente una buona capacità di individuare malware, unita a un’interfaccia utente altamente personalizzabile – probabilmente migliore di quella di tutti i concorrenti – e ad un utilizzo del programma davvero semplice, a tratti addirittura divertente.

Sul versante negativo, vanno segnalati una quantità di individuazioni di falsi positivi quasi paragonabile a quella di Windows Defender, un numero forse tropo elevato di pop-up pubblicitari (ma mai paragonabili a quelli di AVG), e la scarsa quantità di opzioni extra fra cui scegliere. Un fattore non di poco conto è infine quello relativo alla gestione delle impostazioni del browser, come la scelta della home page e del motore di ricerca predefinito. Ecco, se scegli Panda dovrai avere sempre un occhio di riguardo alla personalizzazione del browser, perché rischieresti di vederla modificata coattamente dal libero arbitrio dell’antivirus.

2. Bitdefender

La versione gratuita di Bitdefender arriva seconda davvero per un soffio, e sarebbe comprensibile se qualche lettore non fosse d’accordo con noi.

La capacità di Bitdefender di individuare malware e virus di ogni genere è, di fatto, seconda a quella di nessun altro, e un impatto pressoché inesistente sulle risorse del computer ne fanno uno dei prodotti migliori in assoluto fra quelli gratuiti. Inoltre, fra le molte opzioni extra gratuite che il software mette a nostra disposizione, potremo scegliere fra quella relativa ad una navigazione sicura e il gestore delle password, che si accompagnano ad una scarsa insistenza in termini di pubblicità e ad un supporto clienti più che lodevole.

Ma anche Bitdefender ha i suoi lati negativi, altrimenti non sarebbe solo al secondo posto. Si tratta più che altro di dettagli, piccole cose che però alla lunga stancano e che sono alla base del suo mancato raggiungimento della vetta della classifica. Nello specifico, non possiamo chiudere gli occhi di fronte alla pressoché nulla possibilità di personalizzazione, provata dal fatto che non possiamo compiere semplici azioni come scansioni veloci o programmate.

In altre parole, Bitdefender è un prodotto eccellente, ma solo per l’utente che cerca un software da installare e lasciare lavorare in autonomia.

1. Avira

Quelli che se lo aspettavano al primo posto non rimarranno delusi. Avira è, da anni e anche quest’anno, il miglior antivirus gratuito presente sul mercato, e le ragioni di un tale successo sono presto dette.
Prima di tutto, Avira non fa differenza fra virus vecchi e nuovi di zecca, garantendo il massimo della sicurezza di fronte a minacce di ogni ordine, grado e novità.

All’inizio non sarà probabilmente facilissimo da capire, ma dopo un paio di tentativi ogni cosa funziona come l’utente desidera, soprattutto grazie alla grande quantità di opzioni (utili, non di facciata) che possiamo personalizzare. Per di più, Avira è forse davvero l’unico antivirus che dopo una sola scansione mostra risultati tangibili in termini di velocità del computer, e questo non può non essere preso in considerazione. Seppure un po’ fastidiose, sono sempre utilissime le scansioni veloci che il software lancia in automatico: la sua capacità di gestire i falsi negativi fa sì che quando parte una scansione succeda sempre per una valida ragione, mai per mera scena.

Ma visto che nessuno è perfetto, anche ad Avira vanno fatti degli appunti di demerito: l’utilizzo della CPU è forse un po’ troppo elevato anche quando la scansione non è approfondita, e la mancanza di scansioni automatiche a e-mail e allegati sono una falla che non ci si aspetterebbe dal migliore della classe.

Al netto di ciò, nel complesso questo prodotto non può – onestamente – essere posizionato al di sotto di qualsiasi altro competitor, perché nonostante qualche pecca è l’antivirus che meglio di chiunque altro fa il lavoro dell’antivirus.

Conclusioni

In conclusione, dopo aver messo alla prova i sei antivirus free più comuni, abbiamo evinto che anche per quest’anno Avira merita l’alloro di migliore fra tutti, soprattutto per la sua impareggiata abilità nell’individuazione di elementi nocivi e per la sua capacità di adattarsi alle esigenze dell’utente. Per queste ragioni, ad Avira forse sta stretta anche l’etichetta di migliore fra i migliori antivirus gratuiti per Windows del 2017, e non ci pare eccessivo dire che potrebbe battersela dignitosamente anche con alcuni concorrenti che prevedono solo una versione a pagamento.
Tuttavia, se traccheggiare con opzioni, impostazioni e add-on non è faccenda che ti garba, una valida alternativa è sicuramente la versione gratuita di Bitdefender, che ad una pari capacità di protezione dai virus non richiede quasi alcuna attenzione da parte dell’utente.

Enzo Santilli

3 pensieri su “I migliori antivirus gratuiti per Windows del 2017”

    1. Alcuni di questi hanno anche una versione per Android, però questa lista non è stata pensata principalmente per essi… in compenso, stiamo lavorando ad un articolo dedicato ai migliori antivirus per dispositivi mobili, che sarà online nel giro di una – massimo due – settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *