Tutti gli articoli di elisa.p

Quale animale domestico scegliere

Quale animale domestico scegliere: piccolo prontuario che vi orienterà nella fatidica scelta.

Capiterà prima o poi che vostro figlio/a vi chieda un cucciolo che può essere un gattino, un cagnolino o un criceto (o tutti insieme).

O magari vi capiterà, come è capitato a me, di trovarvi soli, in un paese nuovo, senza amici né parenti ed aver bisogno di compagnia.

Oltre ciò vi sono tanti motivi per adottare un animale, pensiamo alla pet therapy: le persone che hanno un handicap o che soffrono di depressione, trovano un grande conforto ed un valido aiuto nel rapporto con gli animali.

Detto questo passiamo al lato pratico della questione.

Quale animale domestico scegliere: qual è quello adatto a voi?

Vorrei chiarire in primis che qualsiasi animale voi decidiate di adottare, per quale che sia motivo, è per la vita. Non potete poi abbandonarlo, dimenticarvene o ignorarlo, l’animale soffrirà come soffrireste voi. Non ve lo scordate: gli animali non sono giocattoli.

Vediamo quali domande dobbiamo porci nel momento in cui pensiamo di scegliere un animaletto:

  • Perché lo vogliamo?

  • Quanto tempo potremmo dedicargli?

  • Stiamo spesso fuori casa?

  • Possiamo portare l’animaletto con noi in vacanza?

  • L’animaletto che abbiamo in mente di scegliere va d’accordo con il nostro stile di vita?

  • Di quanto spazio disponiamo?

Queste domande vi aiuteranno a schiarirvi le idee.

Qualche esempio pratico:

  • potete adottare un alano anche se vivete in un appartamento piccolo, ma questo renderà difficoltosa la vita di entrambi perché un cane grande necessita di spazio e movimento

  • un cucciolo rallegra molto un anziano, ma evitate di regalarglielo perché necessita di troppe attenzioni

  • gli animali esotici sono carini ma, per tutta una serie di ragioni che vedremo, è meglio lasciarli nel loro habitat naturale

E via dicendo.

Quale animale domestico scegliere: cani poco impegnativi

Mettiamo il caso che abbiate deciso di adottare un cane, però magari preferireste una razza poco impegnativa, ecco qualche idea:

  • Cane da montagna dei Pirenei

non soffre la solitudine, ma necessita di un ampio spazio per muoversi. Ubbidiente e buon custode della casa;

  • Piccolo levriero italiano

non necessita di spazi ampi, è ubbidiente, docile ed affettuoso. Da cucciolo è iperattivo.

  • Fila brasileiro

buon cane da guardia, vive bene all’aperto, non necessita di particolari attenzioni;

  • Boston Terrier

facile da addestrare, di buona compagnia, dimensione ridotte. Pelo corto. Allegria assicurata;

  • Bluetick Coonhound

cane da caccia. Ottima salute, vive bene all’aperto, non adatto a luoghi piccoli. Le orecchie richiedono un minimo di attenzione perché vanno pulite regolarmente;

  • American Staffordshire Terrier

è socievole, non soffre la solitudine e abbaia poco inoltre è un buon cane da guardia;

  • Australian Cattle Dog

si adatta bene a tutti gli ambienti, non soffre la solitudine ed è un cane tranquillo;

  • Corgi Gallese

è il famoso cane della regina Elisabetta, vive a lungo, non si ammala facilmente, è di piccole dimensione, indipendente e tranquillo.

Quale animale domestico scegliere per i bambini

Come dicevo, prima o poi i bambini di casa vorranno un animaletto, solitamente un criceto o un gatto o un cane (nel mio caso la lista era molto più lunga ma la maggior parte non poteva essere tenuta in casa).

Allora precisiamo che: un cane o un gatto sono animali domestici che di primo acchito si regalano, però c’è da dire che difficilmente i bambini riescono ad occuparsene, quindi ci dovrete pensare voi (e i cuccioli animali uniti ai cuccioli umani sono un bel carico impegnativo).

Meglio optare per un criceto: non deve essere portato fuori lavato etc. Allo stesso tempo responsabilizza il bambino che deve dargli da mangiare, mettergli l’acqua e pulire la gabbietta (con il vostro aiuto). Idem i coniglietti che però possono necessitare di uno spazio recintato per muoversi.

Gli uccellini sono ok, ma attenzione perché i bambini disattenti possono farli volare via.

Bene pesciolini e tartarughine, anche di terra, insegnano al bambini che gli animali vanno curati e li responsabilizzano.

I bambini già grandicelli possono occuparsi di gatti e cani, impegni scolastici e di sport permettendo. I cani ideali sono i Golden retriever, giocherelloni e mansueti, Border Collie, Beagle, Setter irlandese sono razze affettuose, con molta voglia di giocare e facili da addestrare.

Quale animale domestico scegliere se si ha una casa piccola

Fra i cani puntiamo sulle piccole razze, i chihuahua, il Volpino di Pomerania ed il pincher. Sono animaletti allegri, bisognosi di cure ed attenzione e formidabili cani da guardia.

Il gatto rimane un classico, purhè non faccia danni.

Poi ci sono tutti gli animaletti perfetti per gli appartamentini: conigli nani, criceti, uccellini, tartarughe e pesci. Abbiate l’accortezza di mettere della sabbia per lettiere nelle gabbie dei roditori (altrimenti l’odore invaderà più rapidamente l’appartamento) e ricordatevi che gli uccellini cantano, a volte anche la notte.

Quale animale domestico scegliere se si ha poco tempo

Se non si ha tempo per portare fuori un cane o per pulirne i bisogni in giardino, meglio optare per un gatto.

Conigli e criceti non necessitano di grandi attenzioni ma non vanno comunque bene se viaggiate molto spesso (idem il gatto, alla lunga si annoia e vi distrugge casa). Meglio in questo caso i pesci o le tartarughe d’acqua dolce.

Quale animale domestico scegliere se si ha molto spazio o gusti particolari

Se invece di un minuscolo appartamento siete circondati da un bel terreno potete optare per:

  • un cavallo, a patto che sappiate come occuparvi di lui e vi affascini come animale;

  • un asinello, molto intelligente e docile, anche in questo caso dovrete sapervene prendere cura;

  • drago barbuto, che detto così magari non è una buona idea ma si tratta di un semplice rettile di origine australiana;

  • petauro dello zucchero, come tutti i roditori è un animale notturno, abbastanza rumoroso, ed inoltre è selvatico quindi poco socievole, vivono bene in coppia se no si deprimono. Sconsigliato per i bambini;

  • fennec, è una piccola volpe quindi non è un gatto, viene dal deserto quindi non ama i luoghi freddi. E’ un animale notturno ed è selvatico;

  • insetti, tarantole e compagnia varia, se siete appassionati entomologi allora sono animali perfetti per voi, richiedono cure particolari e membri familiari non fobici;

  • camaleonti, necessitano di mole cure e particolari attenzioni, soffrono in realtà chiusi in un ambiente;

  • maiale nano, una moda abbastanza stramba. Simpatico, socievole, attenzione all’alimentazione ed all’odore;

  • riccio di terra, carino, simpatico, selvatico, facile al morso, non lo regalate ai bambini;

  • furetto, idem come sopra, ha un caratterino difficile e può mordere improvvisamente.

Evitate in linea di massima di acquistare animali esotici, richiedono molte attenzioni e soffrono in un habitat che non è il loro.

E per favore non acquistate il Loris lento, a voi sembra tenero in quei video in cui solleva le zampe in aria ed espone la pancia ma lui in realtà è spaventato e quello è un gesto di difesa (ha delle ghiandole nelle ascelle che emettono odori pungenti).

Quale animale domestico scegliere per una persona anziana

In linea di massima l’ideale è un gatto, le sue fusa sono un toccasana contro ansia, problemi di cuore e tristezza. I gatti sono indipendenti ma affettuosi allo stesso tempo.

Bene i cani, razze non impegnative, ma già adulti e ben addestrati. Il cane deve esser portato fuori per una passeggiata, quindi incentiva il movimento e la socializzazione, è di grande conforto e compagnia.

Anche gli uccellini sono ben apprezzati, il loro canto rallegra e non necessitano di troppe attenzioni.

Parlate con la persona anziana, offritevi di aiutarla nella gestione dell’animale, se rifiuta di averne uno cercate di comprendere il perché.

Quale animale domestico scegliere per una persona con handicap

Gli animali sono sempre e comunque un buon antidepressivo. Il gatto ed il cane particolarmente, offrono amore ed affetto, responsabilizzano e migliorano la socialità, favoriscono un contatto fisico rassicurante (pensiamo ai bambini autistici).

Vanno bene anche i roditori ed i pesci. Alcune famiglie di bambini autistici, con possibilità di spazio, hanno adottato un cavallo.

Quale animale domestico scegliere se si è allergici

Ci sono razze ipoallergiche, il cui pelo non costituisce un problema per chi ne è allergico, alcuni ne sono privi quindi il problema non sussiste.

Ne fanno parte: il cane nudo messicano, il cane nudo peruviano, il cane nudo cinese, lo Yorkshire terrier, il barboncino, il bassotto, il Bedlington Terrier che non perde pelo, il maltese e lo Schnauzer nano.

Fra i gatti abbiamo: il Siberiano, il Norvegese delle foreste, il Balinese, il Bengala, il Devon Rex, il Blu di Russia ed il gatto Giavanese.

In alternativa occorre puntare sui rettili, i pesci e gli uccellini.

Qual è l’animale domestico più adatto a voi?

Dove andare in vacanza ad Ottobre: mete, itinerari e consigli

Dove andare in vacanza ad Ottobre: una guida sui luoghi, le feste e piccoli spunti di riflessione.

Io amo molto Ottobre, è un mese che m’ispira, lo vivo come un momento di riflessione, di stacco e meditazione sulla natura.

Amo poi Samhain, il capodanno celtico (altrimenti noto come Halloween) che è un momento da vivere per pagani e non. E’ una festa che saluta l’arrivo della stagione fredda, che accoglie il riposo e l’attesa della venuta della prossima stagione calda.

Ok, vediamo un po’ come rendere indimenticabile questo Ottobre.

Dove andare in vacanza ad Ottobre?

Ci sono davvero tanti itinerari fra cui scegliere. Dipende da cosa avete in mente: vivere un assaggio dell’inverno? Fuggire dall’arrivo del freddo? Festeggiare il capodanno celtico? O gustare delle ghiottonerie?

Ad esempio, mettiamo che vogliate fare un viaggio a Shinrin-yoku, dove andate? In una località montana in mezzo ai boschi. Shinrin-yoku significa proprio “bagno nel bosco”, i giapponesi credono che immergersi profondamente nella natura non sia solo rigenerante per il fisico ma anche per la mente, fa bene al cuore, allontana le tensioni e rilassa il sistema nervoso. Una buona idea per questo Ottobre non vi pare?

Dove andare in vacanza ad Ottobre: le destinazioni più belle

Per me le destinazioni migliori per vivere bene l’autunno sono i Paesi nordici: la Finlandia con i suoi parchi, la Foresta Nera che ci rimanda allo Shinrin-yoku, Colmar, cittadina d’Alsazia, con le sue tipiche dimore in legno e ancora la Scozia brulicante di castelli e l’Irlanda con i suoi indimenticabili paesaggi sconfinati, il planetario Blackrock Observatory per ammirare le stelle e le ottime birre.

Se vogliamo optare per l’Europa romantica allora Parigi, con la torre Eiffel che la notte si copre di una manto di luci dorate ed ammiccanti o Praga con le sue vedute notturne dal Ponte Carlo, il fascino della magia di una città barocca senza tempo. Bene anche Stoccolma, coi suoi bellissimi parchi verdi ed il foliage, uno spettacolo naturale imperdibile.

Budapest si veste dei colori d’autunno, non è una meta magnifica? Ricordo il Festival della Pálinka e della Salsiccia dal 2 al 4 ottobre.

Dove andare in vacanza ad Ottobre per scappare dal freddo

Iniziano i primi freddi e se volete schivarli una meta interessante è la Grecia. Temperature miti e splendide spiagge, penso a Corfù, a Zante a Mykonos dove potrete ritrovare un po’ del calore dell’estate che si va dissipando.

Se volete osare allora vada per le Canarie o per Palma di Maiorca, scegliete pacchetti tutto compreso così sborsate la cifra una sola volta ed in loco non dovete preoccuparvi di nulla.

Oppure Malta, perché no, buon pesce, belle spiagge. Da visitare Comino una delle isole più belle.

Tunisi, certo, non posso non citarla. Medina, i chiassosi suq, brulicanti di colori, il Museo e le rovine di Cartagine, la Moschea Zitouna, la Cattedrale di St.Vincent De Paul nella Ville Nouvelle e via dicendo.

Lisbona e Marsiglia, perché no? Clima mite, paesaggi nostalgici fatti di antiche dimore, monumenti moderni acquerellati da un buon vino (stavate pensando anche voi al Porto vero?).

Ricordate che Ottobre è un mese di transizione, calma e relax quindi bagaglio minimal! Portate con voi l’essenziale: un nuovo libro da leggere, qualche cambio, la crema solare, gli occhiali da sole, la musica ed un beauty case.

Ma se vogliamo restare in Italia dove andiamo? Puglia ad esempio, per visitare i trulli, fare un tuffo e ballare fino a tarda notte. In Sicilia per respirare un’aria di pluricultura e gustare gli arancini prima di un bel bagno. Ovviamente la Sardegna, con le sue spiagge bianche o colorate da minuscoli quarzi (portatevi le infradito, il quarzo caldo brucia come la superficie di Marte!), i fondali incantevoli, le grotte nell’entroterra o che si affacciano sulla sabbia e con il profumo fragrante dei dolci al miele, alla ricotta e del maialetto che arrostisce.

Dove andare in vacanza ad Ottobre per festeggiare Samhain

No, ormai non lo chiamo più Halloween perché per me il 31 ottobre è il capodanno celtico. Pur non essendo pagana sento molto questa festa. I celtici consideravano questa data la fine dell’anno: si metteva a ricovero il bestiame, si coglievano le messi, si riponevano le provviste per l’inverno ed ancora si accendevano grandi fuochi e ci si mascherava per spaventare gli spiriti cattivi.

Sia che amiate l’Halloween commerciale, sia che amiate Samhain ci sono alcune mete ideali per questo mese.

Oaxaca, ad Acapulco, per festeggiare il “Dia de los Muertos” in cui si rivivono tradizioni e leggende Maya ed Atzeca.

Salem in Massachussets è un classico, si visita il Museo delle Streghe per commemorare le donne vittime dell’inquisizione. Ci sono poi vari eventi collegati ad Halloween e si possono ammirare la case straordinariamente decorate, come solo gli americani sanno fare.

New Orleans, la città della magia occulta, del vodoo, con spettrali paludi ed atmosfere inquietanti.

Se volete dedicarvi esclusivamente al lato spettrale della ricorrenza potete visitare:

  • la Scozia, di castelli infestati ne trovate quanti volete

  • la Romania (c’è il castello di Dracula)

  • il cimitero di Pere Lachaise e le Catacombe di Parigi sono luoghi altrettanto infestati

  • la Winchester House a San Josè, in California, pare che sia infestata dagli spettri di tutti coloro che sono porti a causa della famosa arma

  • Il museo dell’occulto dei Warren situato nella loro casa, in Connecticut, è presente anche la bambola Annabelle (non toccate nulla, non avvicinatevi alla bambola)

Le ultime due tappe hanno ispirato vari film horror trasmessi al cinema.

Per immergersi invece nelle atmosfere di Samhain si consiglia l’Irlanda e la Cornovaglia, passeggiate fra i boschi e riscoprite i rituali del capodanno celtico.

Dove andare in vacanza ad Ottobre a caccia di funghi, castagne e tartufi

Se c’è una cosa bella dell’autunno sono i frutti. Ecco l’angolo che tutti i buongustai stavano aspettando: fiere, sagre e località perfette per degustare funghi, castagne e tartufi.

Gli amanti dei funghi possono recarsi a Castelfranco di Sotto, per la sagra del porcino. A Vivo d’Orcia segnaliamo la sagra della castagna e dei funghi.

Volete deliziarvi con i tartufi allora la vostra meta è Sant’Agata Feltria dove ad ottobre si svolge la fiera del tartufo.

Non dimenticatevi Bagnoli Irpino e Montella, in provincia di Avellino, la prima per i tartufi e la seconda per le castagne. Spostandoci di poco, a Caserta, troviamo un’altra sagra delle castagne e dei funghi porcini.

Restando al sud citiamo Mammola (Reggio Calanria) per la festa dei funghi.

A Palazzuolo sul Senio ricordiamo la sagra del marrone e frutti del sottobosco, tipicamente ottobrina.

Per i tartufi bianchi citiamo ovviamente Alba, le cui sagre si svolgono fra ottobre e novembre.

Dove andare in vacanza ad Ottobre in famiglia ed a sciare

A chi piace sciare? Sr l’inverno è ancora troppo lontano e voi avete voglia di neve, la vostra meta ideale è il Passo dello Stelvio. Chiude ai primi di novembre,

Ottima località sciistica è anche Val Senales, in Alto Adige, le piste da sci variano tra 5 e 8 a seconda delle condizioni meteo. Parliamo di vette che raggiungono i 3.212 metri (copritevi bene).

Breuil Cervinia, in Valle D’Aosta, offre alte quote e piste spettacolari, da ottobre a maggio.

Potete anche optare per la Svizzera e l’Austria, a seconda del livello di freddo che v’intriga.

Le mete sciistiche sono ideali per tutta la famiglia, ma se non sono gradite a tutti voliamo verso altre mete.

Cercate di rendere la vostra meta stuzzicante per tutti: un giretto di dolcetto o scherzetto ad Halloween se siete in America o ovunque stiate andando a festeggiare il 31 ottobre con magari una degustazione di vini e prodotti tipici per i più grandi.

Per le famiglie amanti della lettura sono adatti i festival letterati, come ad esempio quello che si terrà a Cagliari presso il Centro comunale Exmà. Divertiteti a cercare tutti gli eventi ed a farne le tappe del vostro viaggio.

“Cuochi per un giorno“, il Festival nazionale di cucina per bambini, a Modena, v’intriga?

I bambini scienziati sono i benvenuti all’ XVI edizione di BergamoScienza, divulgazione scientifica e tanto divertimento.

Quali sono i vostri progetti per ottobre?