tinder recensione

Tinder Recensione 2018: la mia opinione dopo 1 anno di utilizzo

Una veloce ricerca sul web e scoprirete che le opinioni su Tinder sono davvero contrastanti: c’è chi dice che si scopa tantissimo, chi dice che è tutto inutile, chi addirittura inneggia alla truffa, chi ci trova l’amore della sua vita. Volevo capire come fosse possibile una tale eterogeneità di opinioni e recensioni, così ho deciso di farci un giro.

E a dirla tutta, ci ho anche preso abbastanza gusto
La piattaforma, infatti, semplicemente funziona. Almeno per quello che è il suo scopo, ossia organizzare incontri da cui potrebbero scaturire amicizie, relazioni importanti o, perchè no, storie di sesso occasionale.

Su un precedente mio articolo potete trovare il racconto dettagliato della mia esperienza su Tinder, incontro per incontro (o quasi).
In questa recensione, invece, mi limiterò a commentare l’efficacia dell’app e a trarne delle conclusioni in maniera più concisa.


Cosa (non) è Tinder

Per dare una spiegazione ai numerosi pareri negativi, credo sia opportuno per prima cosa spiegare che cosa NON è Tinder:

  • Tinder non è un sito dove orde di gnocche bellissime non aspettano altro che le foto del pene del primo uomo che passa loro davanti;
  • Tinder non è un sito dove le ragazze organizzano un appuntamento di sesso, magari a domicilio (di lui), 2 minuti dopo aver avuto un match;
  • Tinder non è un sito di bambole gonfiabili viventi.

Questi punti, che potrebbero sembrare scontati a molti, in realtà così scontati non lo sono.
Molti uomini danno per scontato che se hanno avuto un match allora c’è attrazione fisica da parte della ragazza, e – sempre secondo loro:  attrazione fisica = sesso garantito.

Proprio per niente.
Non che non sia possibile organizzare un appuntamento di sesso  su Tinder dopo 2 minuti di chat e senza mai essersi visti di persona… ma si tratta di una rarità che vi capiterà solo se siete molto attraenti, se incontrate la ragazza giusta, nel momento giusto, nel posto giusto, usando le parole giuste. In altre parole, 1 volta su 100 se vi va bene, con le altre 99 che finiranno con una bella segnalazione per comportamento scorretto.
E’ anche vero che solitamente su Tinder c’è una buona percentuale di ragazze (soprattutto under 30) con un atteggiamento positivo nei confronti del sesso senza legami, ma questo non significa che vi possiate aspettare che siano tutte così, o che “atteggiamento positivo” significhi “dopo due messaggi

Detto ciò, appare chiaro che se questi sono i vostri unici obiettivi, rimarrete molto delusi, e Tinder vi sembrerà una colossale presa in giro, una perdita di tempo.
Non mi stupisce che le recensioni di chi ha usato l’app con questa filosofia siano impietose, e la scarsa comprensione di cosa sia e cosa non sia Tinder è la ragione #1 di tutte le opinioni negative.

Come scritto sopra, Tinder è un modo per conoscere persone. Semplicemente. Nulla più nulla meno.
Queste persone infatti possono volere un sacco di cose diverse: una storia seria, una relazione aperta, una storia di una notte, un’amicizia.. alcune sono semplicemente confuse e non sanno neanche loro cosa vogliono, altre si lasciano guidare dalle emozioni del momento, altre vogliono solo fomentare la loro autostima ottenendo quanti più like possibile.

Ogni ragazza ed ogni ragazzo è su Tinder per un motivo che potrebbe essere diverso dal vostro, e dovete accettarlo.

Se volete usare Tinder solo per fare sesso, e ritenete una perdita di tempo qualsiasi altra cosa, il mio consiglio è di non iscrivervi nemmeno.
Nella mia esperienza, su 100 match, circa 70 si traducono in una conversazione, 25 in un’uscita, 10 in un bacio, 3 in una notte di sesso.

Se volete avere un’idea realistica di cosa aspettarvi, potete leggere l’articolo “Come funziona Tinder?” nel quale parlo non tanto dei successi, quanto più che altro degli insuccessi.

Ne vale la pena?
Secondo me sì! Ma non per le 3 scopate ogni 100, quanto per tutte le conversazioni, le uscite e le interazioni reali con ragazze interessanti pure se poi non sfociano in niente di più “concreto”!

Se avete questo tipo di approccio, Tinder è senza dubbio un’app da provare, e la vostra opinione su di essa sarà probabilmente molto positiva.

Le perdite di tempo, le “truffe”, sono ben altre: sono quelle messe in atto da altri siti che ho recensito nei giorni scorsi dove avrete a che fare solo con profili fasulli creati ad hoc per farvi sottoscrivere abbonamenti, o con professioniste del settore che offrono prestazioni sessuali a pagamento. Nulla a che vedere con Tinder.

Il problema del “mutismo” su Tinder

Molti ragazzi lamentano un problema fondamentale, quasi una patologia che a quanto pare colpisce il 99.9% delle ragazze con cui ottengono un match: il mutismo.
O, in altre parole, la totale impossibilità di strappar loro qualche parola.
Alla decima ragazza che non ne vuole sapere di rispondere, la sentenza che ne consegue appare scontata: le ragazze su Tinder sono tutte fake.
Ma sarà davvero così?

Permettetemi di dissentire.
Piuttosto… se foste voi a non utilizzare il giusto approccio nello scrivere ad una ragazza conosciuta su Tinder?

Lo so, è dura da digerire, ma se c’è una cosa che ho imparato dopo aver chiacchierato con almeno un centinaio di ragazze (vere) conosciute su Tinder, è che almeno l’80% dei maschi sbaglia completamente il tipo di approccio.

Trascurando quel 10% circa che neanche invia un primo messaggio (suvvia, un po’ di galanteria d’altri tempi: vi deve davvero per forza scrivere lei per prima?), c’è un’enorme fetta di uomini che pensa basti un “hey“, “ciao“, “hey ciao” (“hey ciao come va” per i più arditi) per far sciogliere la sua preda come neve al sole.

Niente di più sbagliato!

Una ragazza riceve decine di approcci del genere ogni giorni, e la cosa è di una noia mortale.
Ma poi sinceramente, che risposta vi aspettate mai ad un “hey“?
Magari risponderà a sua volta con un “hey“. E poi?

Se volete che una ragazza investa un minimo di tempo nel parlare con voi, siate voi i primi ad investire del tempo nello scrivere a lei!

Così facendo il tasso di messaggi senza risposta crollerà drasticamente, impennando quello di match seguiti da proficue conversazioni.

Se siete uno di quei ragazzi che non scrivono mai qualcosa di simpatico e originale come primo messaggio, provateci, e magari la vostra opinione su Tinder cambierà radicalmente.

Se l’argomento vi interessa e volete approfondire, ho scritto un articolo interamente dedicato ai consigli per approcciare su Tinder, dove affronto questo e tanti altri argomenti in maniera più approfondita con tanto di esempi presi dalla mia esperienza reale.

Piccole o grandi città, la differenza è enorme

La terza ed ultima causa frequente di recensioni negative su Tinder è quella relativa al numero di match.

Se abitate in una piccola città, Tinder non farà miracoli per voi, dove per miracoli intendo “far comparire dal nulla 20 gnocche single nella vostra via di casa”.

Inevitabilmente dopo una manciata di scorrimenti i profili poco distanti da voi finiranno, e magari quelli che avete scorso li conoscevate già.
Il tempo perso su Tinder lo avreste potuto usare più proficuamente per incontrarle e parlarci direttamente al bar del paese, piuttosto che di fronte allo schermo di un telefono.

A questo inconveniente non c’è soluzione: se abitate in una piccola città e non siete disposti a cercare in una più grande, ed eventualmente a spostarvi per organizzare un incontro, c’è poco da fare e Tinder non aumenterà poi così tanto le vostre chance di trovare l’anima gemella.

Se però abitate nelle grandi città italiane come Milano, Torino, Bologna, Firenze, Roma, Napoli… la quantità di persone che avrete la possibilità di conoscere, e che altrimenti non avreste mai incrociato nella vostra vita, è sorprendentemente elevata.

Se abitate (o siete in viaggio) in una grande città – meglio ancora se universitaria e ancora meglio se fuori dall’Italia – provate Tinder: la vostra opinione sarà senza dubbio positiva!

Tinder in Italia

Ero molto indeciso se inserire o meno questo paragrafo all’interno della recensione: odio le generalizzazioni, e qua, per forza di cose, qualche generalizzazione bisogna farla.

Ma dato che le domande, i dubbi e le critiche sull’efficacia di Tinder in Italia e sulle modalità di utilizzo più frequenti nel belpaese sono davvero frequenti, ho deciso di dire anch’io la mia.

In breve: sì, penso che ci siano differenze su come funzioni Tinder in Italia rispetto che all’estero.

Differenze dovute ad una diversa cultura \ concezione delle relazioni.
In America e in Germania, ad esempio, è ufficialmente riconosciuta come una hookup app. Un’app per incontri di una notte.
E per “ufficialmente riconosciuta” intendo dire che sia nell’immaginario colletivo (ivi compresi stampa, tv e giornali) che nella stragrande maggioranza di utilizzatori (maschi e femmine che siano), questo è lo scopo, e non c’è di cui vergognarsi.

Non ne ho esperienza diretta, ma chi c’è stato straparla con entusiasmo dell’Est Europa, dove c’è una cultura simile a quella statunitense, quanto meno dal punto di vista Tinderistico.

Ovvio che se poi vai in Bahrein l’utilizzo tipico non sarà così libertino… anche se, ora che ci penso, non credo neanche che esista Tinder in Bahrein.

In Italia, credo ci sia una maggiore disparità di vedute fra maschi e femmine. Neanche a dirlo, per gli uomini si tratta di un’app per inconstri casuali nel 90% dei casi… per le donne, un po’ meno.

Sebbene non abbia raccolto statistiche con la precisione che avrebbe avuto un funzionario ISTAT, nella mia esperienza posso dire che queste linee guida (o stereotipi che dir si voglia) trovano un discreto riscontro.

E c’è una differenza anche fra nord e sud del paese, dove alcuni modi di fare sono visti diversamente.

Ecco dunque spiegato perchè molti ragazzi si lamentano, con atteggiamento critico verso le proprie connazionali, che Tinder in Italia non funziona.
Personalmente, non sono d’accordo: sebbene non abbia mai usato l’app per cercare una relazione seria, e sebbene abbia incontrato molte ragazze con le quali non si è fatto nulla non per mancanza di interesse, ma per via delle nostre diverse intenzioni, non me la sento di affermare che usare Tinder in Italia sia una perdita di tempo, o di denigrare le ragazze italiane per questo motivo.
Se utilizzate l’app per incontri di una notte c’è da accettare il fatto che diverse ragazze non la penseranno così, mentre se volete impegnarvi sarete felici di sapere che in molte la pensano come voi

Alla fine, un po’ come anche nella vita reale, la nostra cultura prevede un approccio diverso alla sessualità rispetto a quello che hanno – che so – in Germania.
Discriminare i gay o dare della zoccola ad una ragazza che va con ragazzi diversi sono atteggiamenti che rispetto ad altri paesi contribuiscono a creare un clima di minore libertà intorno all’argomento “sesso“.

Inevitabilmente, questo si riflette anche sulle inibizioni che si affrontano su Tinder.

E per una ragazza?

Come avrete notato questo articolo, essendo scritto da un uomo, tende a vedere le cose da un punto di vista più maschile che femminile.

Ma per una ragazza? Cosa dire di Tinder?

Beh, ovviamente non ho molta esperienza diretta a riguardo, ma molte ragazze che ho conosciuto mi hanno parlato di come loro vivono l’app, e dei match che si trovano ad avere.
In pratica, ho ascoltato dal vivo e in prima fila le recensioni Tinder di decine di ragazze, e quello che ho capito è che:

  • devi essere pronta a ricevere una quantità spropositata di match che non faranno mai il primo passo, o al più ti scriveranno “ciao”;
  • devi essere pronta a rispondere alla (o ad ignorare la) domanda “cosa fai nella vita?” almeno 3 volte al giorno;
  • riceverai proposte esplicite di ogni genere e tipo. Eccome se le riceverai (ma tranquilla, le foto su Tinder non si possono inviare);
  • … ma tutto sommato, in mezzo a tanto disagio, incontrerai anche dei ragazzi interessanti, belli, piacevoli con cui uscire (d’altronde ci potrei essere anche io fra quei match, no? 😀 ).
    Sta a te decidere se una fulgida luce in mezzo all’oscurità ne valga la pena o meno.

Recensioni ed opinioni in rete

La mia opinione su Tinder dovrebbe iniziare ad esservi abbastanza chiara, ma se voleste sentire anche altri voci fuori dal coro… cosa si dice di Tinder in rete (e non solo)?
Come dicevo in apertura, le opinioni degli utenti sono molto varie, ma tendenzialmente positive.

Il fatto che sia senza alcun dubbio e di gran lunga l’app di incontri più popolare del mondo è già di per se’ un fattore importante.
Le recensioni online infatti possono essere soggettive, poco accurate per questioni metodologiche (magari al tizio che ve ne parla è andata male solo perchè troppo imbranato) e statistiche (per avere uno spaccato chiaro dovreste leggerne almeno un centinaio da siti diversi)… il feedback che arriva nella vita reale, invece, è molto più veritiero: non vi è recensione migliore di quella di milioni di utenti che decidono di utilizzare Tinder perchè ci si trovano bene, o perchè ne hanno sentito parlar bene dai loro amici e amiche.

Senza dubbio vi sono anche molti pareri negativi, tuttavia nel corso di questa recensione ho cercato di spiegare i motivi per i quali secondo me molti utenti provano rancore nei confronti dell’app… e si tratta quasi sempre di motivazioni risolvibili, in cui almeno parte della colpa ricade sugli utenti stessi.
Prendiamo ad esempio Trustpilot, dove Tinder.com ha ricevuto più recensioni negative che positive… scorrendo fra di esse, possiamo leggere delle vere e proprie perle di saggezza.

  • William dice: “pieno di ragazze sporche, quest’app è responsabile dell’aumento delle malattie a trasmissione sessuale“.
    Quindi Tinder funziona, e anche troppo bene, però certo… se non ti metti il profilattico per far sesso con una sconosciuta, caro William, qualche rischio c’è.
  • Blake dice: “era meglio in passato, adesso è solo pieno di ragazze che vogliono solo avere più fan su instagram“.
    Vero, ci sono diverse ragazze che usano Tinder come una sorta di vetrina pubblicitaria per mettersi in mostra… ma se non altro non ti fanno perder tempo, perchè non rispondono ad alcun messaggio, e dopo un po’ si impara a riconoscerle a colpo d’occhio.
  • Guglielmo dice: “è un’app razzista, ti bannano senza motivo“.
    Ma siamo sicuri che sia davvero senza motivo? O magari Gugliemo si è fatto scappare qualche insulto di troppo per un rifiuto mal digerito?
  • Victor (e molti altri come lui) si lamentano delle ragazze che non rispondono, della mancanza di profili nella propria città, delle ragazze troppo “benpensanti” che non accettano di fare sesso al primo appuntamento, o di quelle troppo libertine che non hanno interesse a costruire una storia seria… tutti punti di cui ho già abbondantemente parlato in questa recensione.

Cosa ne possiamo dedurre, quindi?
Che le opinioni su Tinder non sono necessariamente o bianco o nero.
Ci sono molte sfumature, e sentimenti contrastanti che possono albergare nella stessa persona.
Se alla prima esperienza negativa andremo a generalizzare prendendocela con tutto il mondo di Tinder, è chiaro che nel giro di neanche una settimana fuggiremo a gambe levate lasciando recensioni pessime ovunque.

Io stesso, ad esempio, trovo frustrante avere a che fare con certi tipi di ragazze che girano sull’app, ma allo stesso tempo questo mi ha permesso di conoscerne molte davvero interessanti, nonchè di farmi crescere come uomo e come seduttore.
Ed è lo stesso anche dall’altra sponda: molte ragazze che ho conosciuto su Tinder, che hanno usato, usano e continueranno ad usare con entusiasmo l’app, mi hanno raccontato alcuni episodi spiacevoli a causa dei quali neanche la loro esperienza è stata perfetta… eppure, sono felici di essa perchè ha permesso loro di avere delle bellissime storie.

Credo che le recensioni in rete riflettano un po’ gli stereotipi di genere che siamo soliti sentire nella vita reale.
Così come esiste il ragazzo che dice che “le donne sono tutte di facili costumi” perchè è stato tradito, così esiste quello che dice che su Tinder “sono tutte frigide” perchè un paio di suoi match volevano una storia seria… tuttavia, sappiamo che sbagliano sia l’uno che l’altro, no?
Così come esiste la ragazza che dice che “gli uomini sono tutti uguali” perchè è stata scaricata malamente, così esiste quella che dice che “su Tinder ci sono solo maniaci” a causa di un paio di approcci sfortunati.

Non si troverà mai un’app di dating che accontenti tutti, così come non ci sarà mai un paese in cui non ci saranno delusioni in amore.
Però Tinder, pur con i suoi difetti, è l’app che più di tutte è capace di far nascere qualcosa di bello fra i suoi iscritti: detto da me, dai miei match, da delle mie amiche che conoscevo nella vita reale e che ho ritrovato per caso su Tinder, e da tanti, tantissimi sconosciuti di cui ho letto le esperienze in siti, forum e blog online.

Conclusioni

Come potrete aver capito dal tono di questa recensione, la mia opinione su Tinder è assolutamente positiva.

Dopo averlo usato per 12 mesi, e aver conosciuto (non solo in chat, ma anche dal vivo) decine se non centinaia di ragazze “vere” proprio come me, posso solo dire che si tratta della migliore app di dating che abbia mai provato.

E non è solo la mia esperienza ad esser stata positiva, ma anche quella di parecchie altre persone con cui mi sono confrontato sia dal vivo che sulla rete.
I motivi per cui alcune persone ritengono che Tinder sia una perdita di tempo li ho spiegati nel corso dell’articolo, e si tratta di motivi facilmente risolvibili.

Certo, Tinder non è una manna dal cielo, la chiave per un paradiso di sesso e felicità come alcuni credono, ma se siete single almeno un giretto dovreste proprio farvelo.
Se poi abitate in una grande città, meglio ancora se estera (dove solitamente si hanno meno pregiudizi nei confronti di argomenti del genere), Tinder saprà certamente regalarvi un sacco di occasioni interessanti!

E voi cosa dite? Qual è la vostra opinione su Tinder?
Se volete, lasciateci la vostra recensione qua sotto con un commento!

Articoli correlati

76
Lasciaci il tuo parere!

avatar
24 Comment threads
52 Thread replies
24 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Tiger
Ospite
Tiger

Ciao Andrea,

premesso che devo ancora leggere il tuo nuovo articolo relativo a Tinder (la continuazione dei 12 mesi), ti voglio porre alcune domande. Ho appena acquistato un mese di Tinder Gold e vorrei sfruttarlo in maniera ottimale.

1) Come è possibile aumentare i match limitrofi a me? Abito a Milano (le ragazze non dovrebbero mancare) e ho impostato un range di 43 km da casa mia. Il sistema mostra quasi sempre persone distanti (10 – 12 km) e questo non mi va bene perché mi pare strano che non ci sia nulla in città o comunque non si agevolino le conoscenze vicine. Lo dico perché sarebbe più facile e comodo beccarsi con le ragazze in questione. Secondo te dovrei diminuire il range? Te lo chiedo, perché se non sbaglio tu hai avuto diverse uscite a Roma, la cui situazione dovrebbe essere simile alla mia city.

2) Cosa ne pensi del mettere come immagine del profilo una foto scattata da un professionista? L’ho fatto, ma ho ottenuto risultati pessimi in confronto al profilo precedente.. non capisco come mai! Le ragazze potrebbero essere portate a pensare che sia un profilo fake? Pensavo di avvantaggiarmi e invece nulla. Match scarsi anche con boost (in compenso maggiori risposte in seguito alla compatibilità).

PS. Non è attivo smart photo

Domani sera rifarò il profilo, cosi da essere considerato un nuovo utente (ho notato un netto boost iniziale). Ho intenzione di usare una foto amatoriale di qualche anno fa (sono comunque simile ad ora) e rivedere un attimo la bio.

grazie per l’eventuale risposta.

PIETRO
Ospite
PIETRO

Ciao, io abito in un piccolo paesino siciliano. Ho 35 anni e lavoro nel mondo del teatro. Sono un attore e esteticamente sono piacente. 186, palestrato etc etc … Mi sono iscritto e piazzato a Milano per avere più possibilità e niente 0 match.

Mi sono spostato a KIEV e dopo un’ora avevo 21 match … e quasi tutte molte belle O_O

Poi mi sono stato a Mosca , e dopo un’oretta … 10 Match!

Sono tornato a Milano e ci sto da oltre 2 giorni …. e zero match

Qualche aiuto?

Tizi
Ospite
Tizi

Ciao
Il tuo articolo è molto interessante e dovrebbe essere utilizzato come premessa prima del iscrizione. Almeno per far capire certe cose a certe persone.
Volevo anche sapere da te, hai notato differenze tra le fasce di età ?
Cioè l’approccio di una trentenne deve essere diversa da una quarantenne no ?

Matteo
Ospite
Matteo

Iscritto da quasi un mese, ho postato le mie foto migliori, in varie situazioni di vita. Ho seguito tutti i consigli che ho trovato, anche qui, alla lettera. Risultato: neanche un match. Tra qualche giorno mi disiscriverò. Definitivamente. Non posso dire di averci perso del tempo, ma certo non mi ha portato niente di utile. Non è possibile non aver ricevuto neanche un match in quasi un mese. Non è statisticamente realistico. Con Tinder ho chiuso, per quanto mi riguarda. Non credo si possa parlare solo di sfortuna.

Fabiola
Ospite
Fabiola

🙂

Dory
Ospite
Dory

Ciao! non so se questa cosa è già stata chiesta, ma avrei una domanda riguardo la localizzazione su tinder. Non riesco a trovare info. La distanza si aggiorna in automatico quando attivo il GPS anche senza entrare nella app o perchè si aggiorni devo aprirla? Grazie

Marco
Ospite
Marco

Ciao..volevo lasciare anch’io una opinione..ho letto e di quanto letto non trovo niente di vero..io sono single non giovanissimo..ma direi di aspetto gradevole..così come la foto che ho messo.. risultato..almeno 200 like messi..0 risposte..Non dico appuntamenti..0 messaggi..x me è un sito fame.. con tutto il rispetto..

Vincent
Ospite
Vincent

Ciao, molto interessante la tua recensione. Anche io ho utilizzato Tinder come esperimento più che altro perché essendo impegnato trovavo molte difficoltà ad organizzare gli appuntamenti. Perfetto se sei single ed anche eticamente più corretto. Ho letto anche i tuoi consigli su quali foto utilizzare e cosa scrivere nella bio. Non amo farmi fotografare così ho dovuto ricorrere ai selfie che sembrassero i più naturali possibili. Ma in effetti si poteva fare di meglio. Ho comunque racimolato parecchi match almeno per le mie aspettative (circa 120 in due mesi). Vedo che anche tu a parte qualche disavventura hai avuto parecchie occasioni. Se non fossi decente esteticamente, non avresti di certo potuto scrivere le varie vicissitudini con le tipe, semplicemente perché non sarebbe successo nulla!
Sarei curioso dunque di sapere, come ti valuti esteticamente e se anche nella vita reale “subisci” approcci da parte di ragazze.
Grazie

wanderer
Ospite
wanderer

Sito sostanzialmente artefatto, in cui per una donna reale ce ne saranno 9 che son lì solo per farsi pubblicità o per gonfiarsi l’ego e fare incetta di like. C’e’ di meglio sicuramente

kendalduck
Ospite
kendalduck

Sono su Tinder da 4 giorni ed è già tutto finito!

Ho letto con smodato interesse tutti i tuoi articoli, e ho deciso di farmi avanti riguardo al mio problema Tinder.

Generalità: ho 22 anni, vivo in provincia, ma a 30 km da una grande città (in linea d’aria sono di meno, quindi becco gente di città con un raggio minore su Tinder). Le impostazioni di ricerca sono queste:
– età tra 18 e 23
– raggio entro 31 km

Comportamento su Tinder: esaurisco ogni volta gli swipe gratuiti e uso il super like; metto like indicativamente al 50-60% delle ragazze, che effettivamente corrispondono ai miei gusti estetici. Ho scritto a tutti i match in poche ore.

–> COSA MI È SUCCESSO?
Il primo giorno 0 match, il secondo giorno 5 match, poi più nulla! E, addirittura, il sistema mi segnala che non sono presenti nuovi profili nella mia zona (avrò swipato circa 200 volte, e attingendo anche ai profili cittadini).
Sono disperato, perché mi sono reso conto di alcuni potenziali fattori che potrebbero aver fatto abbassare il mio punteggio di ranking:
1) il fatto di mettere like al 50-60% mi ha penalizzato?
2) mi sono appena accorto (giusto 5 minuti fa) della funzione smart photos attivata di default. Il che è un grossissimo problema, perché per questa causa credo di essermi giocato in modo irreversibile una marea di match: posseggo una foto in particolare in cui sono venuto davvero bene, almeno mezzo punto percepito in più di ciò che sono davvero. Ho poi altre foto in cui sono venuto come dal vivo, e altre foto molto apprezzabili per il contesto.
Ho messo la mia top come foto principale, seguita da 4 foto realistiche, e per finire da altre 4 foto in cui non sono al meglio ma interessanti per il contesto. Con la funzione smart photos attivata di default, la mia immagine profilo particolarmente affascinante non è servita a niente, perché sono state mostrate a rotazione tutte le altre, che mi ritraevano alcune in modo veritiero, altre in modo leggermente penalizzante!
3) uno dei match del primo giorno è avvenuto con una ragazza che, però, si trovava ad enorme distanza da me (segnalata invece a 20 km da Tinder). Una volta appurato ciò chattando, ho smesso di rispondere, e lei infastidita ha tolto il match. Questo potrebbe aver influito negativamente sul mio ranking.

*Cosa devo fare a questo punto?*
Mi consigli di rifare il profilo dopo soli 4 giorni? Posso rifarlo utilizzando lo stesso account Facebook, oppure in questo modo non verrebbe resettato davvero?

Sono davvero disperato, perché per queste sviste di poco conto ho vanificato interamente il potenziale della mia zona (sono finiti i profili da swipare), e sono anche un ragazzo piacente, quindi in termini di perdita ho perso davvero tante opportunità!

Grazie mille in anticipo del tempo dedicatomi a leggere questo patetico papiro.

Llo
Ospite
Llo

Ciao 🙂
Con una ragazza che non si definisce propriamente la classica ragazza che si può trovare su Tinder, ma è simpatica e vuole conoscere gente nuova.. c’è possibilità che già il primo incontro vada bene? Non so esattamente come giocarmela, se puoi darmi qualche consiglio 🙂

Ivan
Ospite
Ivan

Ciao. Sono un uomo di mezza età, mi sono iscritto da poco a Tinder, ovviamente le mie impostazioni di ricerca sono rivolte a donne con età dai 45 in su. Sono rimasto impressionato da tre fattori.
1) Le donne che mi vengono mostrate sono tutte molto belle nonostante l’età, quasi sempre perfettamente in linea, curate e ben vestite e la cosa mi sembra inverosimile.
2) Nelle descrizioni risultano quasi tutte laureate, imprenditrici, lavoranti in proprio o descritte con inglesismi che assomigliano a forzature, mentre sembrano scomparse le persone normali, quelle che potresti incontrare per strada.
3) I luoghi che appaiono nelle loro foto sono quasi sempre luoghi esotici, barche in mezzo al mare, o comunque luoghi sempre lussuosi, tanto da indurti a pensare che siano ”professioniste”.
Posso capire che a una certa età (la mia) si diventa meno selettivi, posso capire anche che queste donne tendono a mettere in mostra il meglio di se, ma francamente ho avuto l’impressione di trovarmi di fronte ad una valanga di fake.

Nicola
Ospite
Nicola

Ciao Andrea, ho recentemente ripreso a “tinderare” e ricordo che affermasti di avere una percentuale elevata di conversione da match ad appuntamento. Premetto che non sono un belloccio ma mi cimento nel miglioramento personale, il che si riflette anche su un profilo Tinder curato ad hoc (sia in foto che in descrizione). Non ottengo grandi numeri in termini di match, un paio a settimana senza boost. Passato dal match al numero spesso iniziano i problemi: mi ritrovo presto ad avere sequenze di cifre inutili in rubrica, nel senso che tendenzialmente le conversazioni “muoiono” e non so più quando nè come riprenderle. Ti espongo le mie curiosità:
– solitamente ti rifai vivo tu, dopo che una conversazione si è esaurita? Con che frequenza e come?
– hai letto qualche libro di psicologia che ti ha fornito una marcia in più in tal senso?
– quanto tempo lasci passare dal numero all’appuntamento? 🙂

Alessandro
Ospite
Alessandro

Ciao, ho già scritto un commento nell’altro tuo post sulle tue esperienze con questa app.
Per quanto riguarda questo articolo, vorrei farti notare che nella descrizione del sito hai omesso alcuni particolari fondamentali.

Per prima cosa, il sito offre ben pochi filtri con cui migliorare la selezione dei profili:
– maschio/femmina
– range di età
– soglia massima di km di distanza
Non ci sono altri filtri, come ad esempio:
– status (single, divorziato/a, ecc…)
– tipo di incontro cercato
– nazionalità
– fumo/alcool
– tatuaggi/piercing
ecc…
Ciò ne fa un uso relativamente più semplice e immediato, ma molto meno accurato e dispersivo.

Tinder inoltre non offre un elenco completo di profili da poter visualizzare/scegliere, ad eccezione di una sezione con un numero ristretto tra cui sceglierne uno al giorno (profilo base).
La modalità base è la presentazione di un profilo per volta, di cui emerge principalmente la parte visuale (foto), in piccolo la descrizione (seminascosta). Questi profili sono presentati randomicamente, senza nessun criterio preciso apparente (legato magari alla distanza minima).
Si può unicamente decidere se swappare a sinistra (non mi piace), in alto (super like) o a destra (like).
Solo a quel punto compare il profilo successivo, sempre che non si abbia esaurito il numero di like gratuiti nelle 12 ore.

Nel proprio profilo come detto si può fare ben poco oltre a qualche scarna informazione.
Mancano dettagli che possano raffinare i risultati della ricerca.

Il risultato a mio avviso è un caotico e dispersivo susseguirsi di profili che possono, in molti casi, non corrispondere alle proprie esigenze, indipendentemente dal mero fattore estetico.

Ma soprattutto hai omesso un particolare fondamentale: il match NON è affatto scontato.
Anzi: può risultare molto difficile (se non addirittura impossibile) ottenere anche un solo match.

L’impostazione del sito fa sì che non ci siano filtri selettivi particolarmente accurati, e questo ha due effetti collaterali su chi lo usa:
1) abnorme numero della concorrenza, specie se ci si ritrova in grandi città come quelle da te citate
2) minore probabilità di apparire agli altri profili
Le due cose, sommate insieme, fanno sì che per chi usa il sito in modalità gratuita sia molto più complesso poter essere anche soltanto “valutato”.

Senza contare che non è dato sapersi se il sito favorisce chi ha un abbonamento a pagamento, diminuendo così enormemente le probabilità di apparire per chi non vuole pagare.

Al netto di questo, la tua esperienza (sempre che si possa ritenere vera, anche se hai postato delle foto come prove) dimostra che è possibile ottenere match anche per chi non paga.

Ma allora come è possibile che non si ottengano risultati?
Tu hai scritto che nella maggior parte è colpa di chi lo usa perché commette degli errori.
Certo: se uno non riesce a tramutare un match in un dialogo e poi in un incontro/appuntamento, è altamente probabile che possa essere colpa sua.

Ma se invece non arriva proprio nessun match?
Non possiamo parlare di errori di approccio, perché non c’è stata possibilità di effettuarlo.
Non possiamo parlare di errori di atteggiamento o di intenzioni, perché non c’è stato alcun dialogo.
E nemmeno si può parlare di errori legati a frasi sbagliate, tempi e modi errati per la proposta di un incontro o scambio di contatti personali.

A quel livello si è ad uno step precedente: dov’è il problema allora?
Difficile saperlo:
– nessuna ragazza ha ancora visionato il proprio profilo?
– oppure nessuna ragazza ha ricambiato un like?
– oppure si è dato il like a troppi utenti fake o ragazze a cui non interessa fare incontri o chattare?
– oppure le ragazze si sono disiscritte o frequentano poco Tinder?
– oppure ancora, si è stati troppo selettivi nella propria scelta sui like da assegnare o meno?
– il nostro profilo non è interessante?
– le foto non sono abbastanza accurate?
– il soggetto in foto NON è attraente?

Tutte le ipotesi sono valide.
Ma al crescere dei giorni e dei tentativi, tendono a crescere le quotazioni delle ultime tesi.
E in questi casi si è ahimè di fronte a un problema di difficilissima (se non impossibile) soluzione.

Tinder è un’app che si basa sulla casualità, ma totalmente incentrata sul fattore esteriore.
È logico che in assenza di un buon livello esteriore non si potrà avere alcun tipo di successo su un’applicazione come questa, non importa lo scopo con cui ci si è iscritti, o il tipo di obiettivo che si sta cercando.

Sarebbe stato meglio se avessi inserito anche questa disamina nella tua recensione, altrimenti è una recensione incompleta e che si basa unicamente sul punto di vista di chi è riuscito a far funzionare per i suoi scopi questa applicazione per incontri.

Viceversa, chiunque deve sapere che esiste la possibilità di finire per usare inutilmente questa app, di attribuire like inutili, di perdere soltanto il proprio tempo, la propria pazienza, la propria autostima e la propria stima verso il genere femminile.

Andrea
Ospite
Andrea

Ciao andrea, nonostante abbia avuto un 80 ina di match circa (1 reset, ma non ho scritto a tutti, neanche la metà forse)molte conversazioni si perdono nel nulla, magari per colpa mia sicuramente, ma ho anche la sensazione che molte ragazze siano su tinder quasi controvoglia o per noia ( 1 foto, 0 descrizione)ed è un peccato questo, perchè se ti metto like un motivo c’è sempre. Tu come ti comporti con le conversazioni che sembrano ormai andate? Conviene riprovarci, magari cercando di stravolgere un po gli schemi?

Saphir
Ospite
Saphir

A mio parere sito completamente inutile e per boccaloni!

Derlek
Ospite
Derlek

Ciao! Secondo te (e per la tua esperienza) per un over 25, ma comunque under 30, conviene specificare il proprio lavoro sul profilo?

Milo
Ospite
Milo

Quisto sito Tinder, e a pagamento o gratis??
Grazie.

Fabio
Ospite
Fabio

Cerco una chat di incontri x relazione stabile e non avventure.

Luca
Ospite
Luca

Ciao,

Fra due giorni mi scade tinder gold (l’ho provato 1 mese su tuo consiglio) e volevo capire come evitare che si riattivi da solo e che mi sottragga soldi dalla carta. Lo utilizzo dal web!! Basta disattivare il rinnovo automatico?? Io per ora ho fatto questo!! Non capisco, però, se bisogna toccare anche la voce “annulla iscrizione” (cosa è esattamente??).
Mi potresti per favore dare due dritte??

Ti ringrazio

Fabio
Ospite
Fabio

Ma se per iscriversi bisogna andare tramite fb, a cui sono iscritto, non diventa visibile da tutti i tuoi amici?

Riccardo
Ospite
Riccardo

In attesa di moderazione .. pff figurati l’ha scritto una donna sto post maledetti , non si dice mai la verità , alla stregua di una dittatura stiamo. La verità è in altra rispetto a tinder

Riccardo
Ospite
Riccardo

Ma sei un uomo ? Sembra il commento di una delle tante donnette snob insoddisfatte molto social molto alla moda e con tanta voglia di fare polemiche. quante inutili cazzate..

Francesco
Ospite
Francesco

Sono d’accordo con te è un app stupenda dove ho conosciuto molte ragazze e con 5 sono andato a letto, la utilizzo da più di un anno e direi che non è male.. 😜😝