La Truffa dei Siti di Dating smascherata da Le Iene, e come scoprire se una ragazza sia vera o “finta”

Il 26 Febbraio Le Iene sono andate in onda con un servizio molto interessante sull’online dating e le truffe ad esso correlate, smascherando i giochi sporchi di molti big del settore.
Dato che in diverse occasioni mi sono occupato di recensire siti di incontri con test reali in prima persona, e dato che il servizio non fa alcun nome per farci capire chi possano essere i siti sotto esame, ho pensato di fare un po’ di chiarezza.

In particolare, in questo articolo proverò a:

  • ipotizzare quali siano i siti truffa di cui hanno parlato nel corso del servizio;
  • dare dei suggerimenti per difendersi da queste truffe e scoprire se una ragazza sia reale o fake – finta.
  • spiegare perchè esistono anche dei siti buoni in cui questo non avviene, e tranquillizzarne i relativi utilizzatori

Per chi non lo avesse ancora visto, qua potete trovare il servizio andato in onda su Italia 1.
In breve, la Iena Matteo Viviani è andata a trovare Bruce, un uomo di circa 40 anni che, per lavoro, si spaccia come una delle tante ragazze che potete trovare nei vari siti di incontri.
Il suo lavoro consiste fondamentalmente nel rispondere agli uomini di suddetti siti facendoli sentire desiderati, così da spingerli a continuare a pagare per chattare con la loro “bella”.
Viene pagato 0.15€ \ messaggio dai gestori dei siti stessi (che guadagnano 1.50€ per ogni messaggio), e fa parte di un’organizzazione molto ampia e ben organizzata a mo’ di call center.
Bruce stesso non sa per chi lavora esattamente, quindi nel servizio non viene nominato alcun sito in particolare.

Veniamo ora al raffronto con i siti di incontri di cui ho parlato su Guida alla Scelta… Fondamentalmente, quelli che ho provato si possono dividere in due categorie:

1) le truffe, ad es. Rimorchiando, SoloAvventureScopamici
2) i siti onesti (chi più, chi meno), ad es. Tinder, Meetic, Lovoo, Badoo, etc..

Per quanto riguarda i siti del secondo gruppo, stiamo parlando di due cose completamente diverse.
Sia ben chiaro, anche su Tinder capita ogni tanto di imbattersi in utenti fake, ma si tratta di fake “freelancer” che lavorano in proprio cercando di portarvi nel loro sito di webcam a pagamento, o di estorcervi soldi, etc.. non troverete mai su Badoo, Meetic o Tinder ragazze finte stipendiate dai gestori stessi, che parleranno con voi per mesi senza chiedervi dei soldi in altri modi.
Nel servizio, invece, le ragazze fake non hanno alcun secondo fine a parte quello di farvi scrivere il più possibile… ed il motivo è che loro sono pagate dai gestori stessi dei siti, che ricevono 1.50€ a messaggio… sempre.
Provate e ve ne accorgerete in prima persona: anche il più fake degli utenti su Meetic dopo qualche giorno al massimo vi chiederà qualcosa (i soldi per un biglietto aereo, una foto nudi con cui ricattarvi, etc…).
Fra l’altro, su Tinder, un utente pagante sborsa al più 15€ \ mese per inviare messaggi illimitati, e la maggior parte comunque messaggia gratis senza profilo Premium… se Tinder dovesse pagare il Bruce di turno 0.15€ per ogni messaggio femminile, il business non reggerebbe nella maniera più assoluta.

I siti del primo gruppo, invece, sono delle vere e proprie truffe, analoghe (seppur leggermente diverse) a quelle viste nel servizio delle Iene.
Io stesso avevo scritto (in tempi non sospetti, mesi fa) che, da come scrivevano le utentesse, sembrava ci fosse un’unica persona a smistare i messaggi per conto di tutti quei profili femminili – forse neanche una persona, ma addirittura un’intelligenza artificiale.
Questa persona rispondeva con delle frasi copia-incolla preimpostate a tutte le richieste degli uomini, dando loro l’illusione di essere ascoltati, apprezzati, desiderati, amati… e spingendoli ovviamente a sottoscrivere un abbonamento.
Ora, nel servizio delle Iene si parlava di costi fissi a messaggio, mentre sia Scopamici che Rimorchiando che SoloAvventure hanno delle formule ad abbonamento.
Inoltre, nel servizio si notava un’organizzazione a dir poco perfetta, con messaggi personalizzati ed un vero e proprio sistema studiato per empatizzare il più possibile con il “cliente”… nulla a che vedere con il livello estremamente basso di SoloAvventure, dove “trollavo” le “ragazze” con risultati a dir poco grotteschi (sto ancora aspettando che Carla mi faccia sapere se sua madre vuol vedere la mia collezione di Marmotte, a cui tanto si era mostrata interessata).

D’altronde, con un abbonamento a circa 30€, sarebbe impossibile per i gestori pagare una persona in carne ed ossa per leggere e rispondere adeguatamente a tutti.
Quindi, anche se Bruce di certo non lavora per uno dei siti che ho recensito, lo stile è lo stesso, e la truffa è di fatto identica.

Sinceramente non mi è mai capitato di imbattermi in siti di dating che chiedessero cifre così alte per il singolo messaggio, quindi non saprei dirvi gli indirizzi esatti dei siti per cui lavorava Bruce.
Suppongo si tratti di siti fortemente correlati al porno e molto espliciti, dato che sono gli unici che potrebbero permettersi di chiedere (e ricevere) cifre così alte per un singolo messaggio… d’altronde, si sa che molti uomini staccano completamente la spina del cervello in certe situazioni 😉

Quello che posso fare, però, è insegnarvi a riconoscere a colpo d’occhio le truffe, così da evitare di cascarci voi stessi… vi assicuro che non è così difficile.

Come riconoscere una ragazza fake o un sito di incontri truffaldino

Poche regole, fra l’altro molto semplici, bastano a permetterci di navigare solo in siti sicuri:

  • Se qualcosa vi sembra troppo bella per essere vera, allora non è vera.
    Un sito vi promette decine di amicizie interessanti \ scopamiche \ mogli fedifraghe vogliose \ diciottenni arrapate? Cazzate.
    Più sono alte le promesse, più devono essere dritte le vostre antenne… no, non mi riferisco a quell‘antenna… ma alle altre… vabè, avete capito a quali antenne mi riferisco.
    Grandi promesse = grande diffidenza!
  • Conseguenza logica del punto precedente è: state lontani da tutti quei siti dal nome altisonante (roba tipo sessosubito, amiciziepiccanti, fuckbook, etc…).
  • State lontani anche da siti dove venite inondati di messaggi, magari prima ancora che abbiate inserito una foto profilo o scritto due parole su di voi.
    Oggettivamente, per quale ragione una ragazza dovrebbe volervi conoscere se non sa neanche come siete fatti o quanti anni avete?
  • Evitate come la peste tutte quelle ragazze che vogliono parlare con voi su altri siti (dove magari dicono pure che si spogliano in webcam…).
  • Utilizzate la ricerca per immagini di Google per scoprire se le foto della ragazza con cui state parlando sono presenti in altre parti della rete (nell’articolo su Rimorchiando ne parlo più nel dettaglio).
  • Tenete presente che una ragazza solitamente non fa proposte esplicite in chat, specialmente poco dopo avervi conosciuto.
    Non sto dicendo che non esistano donne che vogliono solo un po’ di divertimento, però neanche l’1% delle ragazze iscritte a siti di incontri vi dirà quanto si sente vogliosa dopo 5 messaggi.
    Quindi, se una lo fa, fate molta attenzione
  • Guardatevi il video delle Iene e leggete le recensioni che ho scritto sui singoli siti di dating truffaldini: capite quali sono i meccanismi tipici che si riscontrano, ad esempio la tendenza delle ragazze a sparire dopo che avete fatto l’abbonamento o quando chiedete loro un contatto telefonico o un appuntamento.
    Se chattate da 1 mese con una, e questa ancora non vuole darvi il numero o incontrarvi, ha qualcosa da nascondere. Ma anche se ci chattate da 2 settimane…
  • Leggete anche le recensioni che ho scritto dei siti seri, per capire cosa è realistico aspettarsi, e cosa no.
    Se qualcuno vi promette qualcosa di non realistico, è una truffa.
  • Se proprio volete andare sul sicuro, non cercate al di fuori di queste app: Tinder, Meetic, OKCupid, Badoo, Lovoo, Bumble, Once, Coffee Meets Bagel, Happn, Adotta un Ragazzo, Jaumo.
    Alcune sono migliori, altre peggiori, ma nessuna è una truffa ai livelli di quelle citati poc’anzi.
    Forse c’è qualche altra app onesta fra quelle veramente minori e poco popolate che ancora non conosco, ma probabilmente non vale neanche la pena perderci tempo a causa della scarsità di profili femminili.

Conclusioni

Il mondo dei siti di appuntamenti online è senza dubbio ricco e variegato. Ricco e variegato sia di persone interessanti da conoscere, che di truffe da cui difendersi.

Quanto visto a Le Iene deve mettere in guardia gli utenti più sprovveduti di fronte a certi siti nati con l’unico scopo di truffare, facendo leva su sentimenti ed insicurezze delle persone… tuttavia, ciò che abbiamo visto nel video non si applica a quelle che sono le società serie del panorama del dating online.
Ritengo che siti come Tinder o Meetic non debbano essere screditati per quanto fatto vedere nel servizio di Matteo Viviani, dato che le pratiche scorrette messe a nudo sono qualcosa che non gli appartiene proprio.
Questo non vuol dire che su Tinder e Meetic ci siano solo persone per bene che non mentono sulla loro identità… i fake ci sono e ci saranno sempre.
Tuttavia vi posso assicurare (ma non dovete fidarvi di me, potete facilmente verificarlo in prima persona) che le sistematiche pratiche truffaldine oggetto del servizio delle Iene sono qualcosa di completamente diverso.

Non è così difficile sentire la puzza di bruciato quando qualcuno sta giocando sporco, e mettendo in pratica i consigli di questo articolo sono sicuro che potrete vivere serenamente la vostra avventura nel mondo dell’online dating.

Qualora doveste avere dei dubbi, lasciate un commento e sarò felice di darvi una mano! 🙂

Articoli correlati

3
Lasciaci il tuo parere!

avatar
2 Comment threads
1 Thread replies
2 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
nicoletta
Ospite
nicoletta

io vorrei invece lavorare in siti come quelli ! se sapessi come trovare l annuncio. si dice sia facile ma nn mi risulta propio

Maury
Ospite
Maury

Eccomi Andrea, lascio anche qui un mio commento . Come sempre ti leggo con piacere e anche i suggerimenti che dai sono molto utili soprattutto a chi è ancora abbastanza “nuovo” nel mondo del dating.
Concordo indubbiamente su tutto. Mai lasciarsi abbindolare da siti che mettono in evidenza foto di donne bellissime. Senza voler offendere nessuna, non credo che quel tipo di donne si avvicineranno mai a un sito di dating. Suggerirei anche di non lasciarsi mai trascinare per le lunghe con i messaggi sul sito. Che siano fake o meno, se la persona dall’altra parte del PC/smartphone la tira troppo per le lunghe con la conoscenza virtuale, senza ombra di dubbio nasconde qualcosa. O, più semplicemente, sta perdendo tempo e lo sta facendo perdere anche a voi. Ho sempre pensato che se tra due persone online si crea un buon feeling, è assolutamente normale volersi sentire e incontrare dopo qualche giorno di conoscenza virtuale. Ma questo dovrebbe anche essere ovvio : ci si iscrive in su un sito di dating per trovare una compagna/o (in teoria). Dovrebbe essere quindi normale il passaggio dal virtuale al reale per cercare di realizzare il nostro desiderio. Se tutto questo non c’è…beh qualcosa non quadra. In generale invece, tutti i siti che ruotano intorno al sesso, mi sono sempre sembrati un bidone. Come hai ben detto, a nessuna donna piace essere troppo esplicita su temi collegati al sesso , non ne ha bisogno. Sicuramente non con un estraneo su di un sito web. Mi piacerebbe sapere quanti uomini hanno trovato sesso reale su siti dedicati, appunto, alla ricerca di sesso…. secondo me siamo intorno allo zero ahaha 😀 Come hai scritto nella recensione su Badoo : mai dare la propria carta di credito in pasto a queste persone!