online dating

I Migliori Siti di Incontri e Dating App del 2019: trovare l’amore (o rimorchiare) online

Nell’era del web 2.0, non potevano di certo mancare app e siti di dating o, per dirla all’italiana, siti di incontri online.
Anche voi che in questo momento state storcendo il naso alla sola idea, ammettetelo: non vi stuzzica neanche un po’ l’idea di poter rimorchiare una quantità non meglio precisata di persone senza rischiare le tipiche imbarazzanti figuracce di un approccio non particolarmente felice?
In questo articolo, esamineremo i maggiori siti di incontri presenti sul mercato, analizzandone vantaggi e svantaggi in base a quelle che sono le proprie esigenze.
D’altronde, un sito particolarmente valido per chi cerca l’amore della propria vita, non è necessariamente il migliore anche per chi vuole solo un po’ di divertimento senza troppe aspettative…

Tinder – Un’app per dominarli tutti

Se dovessimo scegliere una sola app di dating per darle il titolo di “migliore”, questa sarebbe senza dubbio Tinder… specialmente se non avete ancora superato la soglia dei 30.

Perchè, diciamolo, la caratteristica più importante di un’app del genere è la quantità di profili (reali, non fake!) registrati, e Tinder vince a mani basse.

FUNZIONAMENTO: Merito di quanto scritto sopra va anche alla semplicità che caratterizza Tinder. Dopo essersi iscritti tramite Facebook (obbligatorio) e aver scelto alcune foto ed una brevissima descrizione, si è già pronti per iniziare la “caccia”.

Non ci sono lunghi campi da compilare, “interrogatori” su ogni nostra più piccola abitudine, test di compatibilità, etc… Tutto si basa sull’estetica e, al più, su quelle poche righe di “biografia” che potremo scrivere.

Ci verranno mostrati – uno alla volta – una serie di profili nella nostra zona, e ci basterà scorrere a destra per lasciare un mi piace, o a sinistra per “passare”. Allo stesso modo, il nostro profilo verrà mostrato a tali potenziali match, e se due persone dovessero darsi un like a vicenda… beh, allora (e solo allora) potrete iniziare a parlare.

Questo approccio porta diversi vantaggi ad entrambi i sessi: le ragazze, solitamente inondate di messaggi non voluti, potranno scegliere da chi vogliono essere contattate. I ragazzi, solitamente colpiti da frustrazione cronica per la mancanza di risposte, avranno molte più chance di iniziare una conversazione dato che la ragazza avrà già espresso un certo interesse.

Semplice, no? E questo è praticamente tutto ciò che c’è da sapere, almeno per ciò che riguarda le funzionalità di base… se poi volete sapere come funziona davvero Tinder, ossia se tutto questo si trasforma (ed eventualmente come) in qualcosa di concreto, non perdetevi il racconto dei miei 12 mesi passati sull’app.

POPOLAZIONE: Questo approccio basato quasi esclusivamente sull’estetica piace, soprattuto ai giovani che cercano solo un po’ di divertimento, magari in viaggio, o in erasmus, ma… non fate l’errore di iniziare una conversazione proponendo una sveltina a casa vostra: c’è differenza fra il non voler nulla di serio, e l’organizzare scopate con sconosciuti su Tinder!

ECONOMIA: Dal punto di vista finanziario, Tinder è ragionevolmente equo.
L’app  è gratuita, tuttavia si possono comprare dei Super Like (che vi aiuteranno ad essere notati dall’altra persona, mostrandole quanto siete interessati a lei e comparendo più in alto nella lista di potenziali match), e dei Boost (che faranno comparire il vostro profilo a più persone nella zona) tramite moneta reale.
Chiaramente aiutano, soprattutto i boost, ma non sono assolutamente necessari per avere un briciolo di attenzione come invece avviene su altri siti.
I costi sono abbastanza alti, ma se volete potete sottoscrivere un account premium a partire da circa 7€ al mese che vi darà 5 super like gratuiti al giorno ed un boost al mese, oltre ad alcune feature aggiuntive.
Fra queste ultime vale la pena ricordare la funzione Passport, in grado di farvi cambiare città in cui scorrere profili con un click… ottima se siete viaggiatori frequenti.

In un articolo dedicato, potete trovare un’utile analisi delle funzionalità premium di Tinder, nonchè una guida per ottenere gratuitamente (e senza app crackate) la funzionalità Passport.

Aggiornamento Luglio 2018: adesso è disponibile anche l’account Gold, che vi consente di vedere immediatamente chi vi ha lasciato un Mi Piace, anche senza like reciproco. Il costo è di circa 15€ al mese, con forti sconti se effettuate un acquisto per 6 o 12 mesi.

DINAMICHE: Come dicevamo nell’introduzione, Tinder è particolarmente apprezzata dagli under 30 e dai viaggiatori. Questo, unito al fatto che le conversazioni possono iniziare solo in seguito a “banali” apprezzamenti estetici, la rende particolarmente adatta a chi non vuole una storia seria.
Ciò non vuol dire che non ci siano moltissime persone in cerca di qualcosa di duraturo, ma certamente le motivazioni dietro al 90% dei match su Tinder sono basate sull’attrazione fisica.
Volete un consiglio? Usate pure la scusa del “la chat di Tinder fa schifo” (vero, si blocca spesso) per ottenere un contatto FB o WhatsApp del vostro flirt, ed organizzatevi per vedervi presto!

CONCLUSIONI

VANTAGGI SVANTAGGI
Moltissimi profili reali Account Facebook obbligatorio
Ottimo per chi non vuole troppe complicazioni... Molto difficile ottenere match se l'estetica non è il vostro forte
... ma adatto anche a chi vuole una storia seria Non potrete colpire una persona con la vostra arguzia, se prima non lo farete con la vostra apparenza
Modello economico equo per chi non vuole sborsare un euro
Semplice ed immediato

OKCupid – L’amore (o il sesso) ai tempi delle formule matematiche

OKCupid rientra, almeno in teoria, fra i siti “seri” pensati per chi vuole andare oltre l’aspetto estetico, e trovare anche altre affinità con un’altra persona.

Ovviamente, questo non vuol dire che non siano presenti uomini (moltissimi) e donne (alcune) in cerca di solo divertimento, ne’ che una persona brutta verrà assalita da orde di bellissime ragazze che ne apprezzano l’intelligenza.
Tuttavia, rispetto alla media dei siti di incontri, OKCupid presenta una nutrita schiera di persone in cerca di un qualcosa di duraturo (duraturo, non duro!) e basato non soltanto sui canoni estetici.

FUNZIONAMENTO: OKCupid propone una lunga serie di domande a risposta multipla, che spaziano dall’ambito del dating e del sesso a quello politico. Non solo dovremo rispondere a queste domande, ma dovremo anche indicare quali risposte ci piacerebbe che dessero i nostri match, e quanta importanza esse hanno.
In base a ciò, il sistema calcolerà un certo grado di affinità, e ci suggerirà le persone più indicate.

ECONOMIA: OKCupid offre un sistema estremamente equo anche per chi non vuole sborsare un centesimo. L’account premium offre pochi benefici, e nessuno di questi fondamentale.
Il primo è dato dalla possibilità di filtrare in maniera più granulare i potenziali match: un beneficio trascurabile specialmente in Italia, dove comunque non rischiate di essere travolti dalla moltitudine di profili.
Il secondo è dato dalla possibilità di vedere chi vi ha messo un mi piace: anche questo trascurabile, dato che potrete comunque vedere i mi piace reciproci.

POPOLAZIONE: vero punto dolente di OKC è il numero di persone iscritte, quantomeno in Italia. A meno che non siate in una grande città, i potenziali match sono destinati ad esaurirsi molto presto… e anche nelle varie Roma, Milano, Napoli, etc… vi ritroverete a corto di nuove ragazze nel giro di poche settimane di utilizzo intensivo. La situazione è un po’ diversa all’estero, soprattutto negli States, dove il sito è molto più diffuso. L’età media è intorno ai 30 anni, forse qualcosa di più, con un numero bilanciato di giovani Under25, e uomini e donne oltre i 40.
Insomma, pochi incontri, ma per tutti.

Una nota dolente data dal numero di fake: non così esorbitante come in altri siti di incontri che vedremo fra poco, ma neanche trascurabile come in Tinder.
Durante le nostre prove ne abbiamo incontrati diversi, anche se bisogna segnalare come nel giro di pochi giorni siano stati cancellati dall’amministrazione.

DINAMICHE: la possibilità di navigare via PC rende le lunghe conversazioni certamente possibili e più semplici che in Tinder. Le numerose domande che ci vengono poste offrono inoltre diversi spunti di conversazione, per chi vuole essere sicuro di conoscere bene una persona prima di incontrarla.
Se i lunghi rapporti epistolari, o le interminabili chattate notturne sono pane per i vostri denti, ne sarete certamente felici.
E se l’estetica non è il vostro forte, la possibilità di contattare un’altra persona anche senza aver ricevuto un mi piace vi daranno una chance di colpirla con la vostra arguzia!

CONCLUSIONI

VANTAGGI SVANTAGGI
Approccio "matematico" originale ed abbastanza efficace Pochi profili...
Profili dettagliati, e molti spunti di conversazione ... e alcuni fake
Gratuito e con pochi benefici per gli utenti paganti Richiede un certo "investimento" in termini di tempo
Varietà di profili, da Under 20 a Over 50

Meetic – Future mogli, futuri mariti, e… MILF

Meetic è un sito pensato principalmente per gli over30.
Abbiamo trovato anche delle under30, ma principalmente con figli.

Meetic ha incentrato la sua campagna di marketing su termini quali “anima gemella” o “amore“, e in effetti ne è uscito fuori un sito di incontri che ne rispecchia questo spirito.
La maggior parte delle ragazze \ donne iscritte al sito è in cerca di una storia seria o addirittura di un marito… con questo non vogliamo negare che molti abbiano trovato storie da una notte e via, ma se questo è il vostro unico obiettivo, non è forse questo il sito più adatto (e men che meno il più economico).

Se però siete dei giovani di bella presenza attratti dalle donne mature (o MILF che dir si voglia), certamente potrete giocarvi le vostre chance, su un terreno di caccia assai fertile dove i maschi giovani, belli e soprattutto di classe (no, iniziare una conversazione con “hey bella, scopiamo?” non è di classe, neanche se vi chiamate Brad Pitt) sembrano scarseggiare… insomma, sappiatevi distinguere dalla massa, e sarete già due passi avanti.

ECONOMIA: Meetic costa, e non poco. Oltre ad un abbonamento mensile di circa 30€ (con sconti per piani a lungo termine) senza il quale non potrete fare praticamente niente (incluso scrivere e leggere messaggi), chi vuole fare sul serio dovrà acquistare anche l’opzione TOP, per permettere ai propri match senza abbonamento di scrivervi lo stesso (sì, anche le donne hanno bisogno di un abbonamento per chattare). Sono poi presenti vari boost che consentono di mettere il proprio profilo in evidenza.
Un utilizzatore assiduo di Meetic può tranquillamente arrivare a spendere sui 50€ \ mese. Davvero tanto… d’altro canto, se potete permettervelo, questo riduce di molto la concorrenza.

AGGIORNAMENTO 08/2018: esiste una tecnica sicura, legale ed eticamente corretta per usare Meetic gratuitamente in tutte le sue funzioni (almeno per un po’). La spiego nell’articolo dedicato a come provare Meetic gratis per 14 giorni.

POPOLAZIONE: come dicevamo nell’introduzione, Meetic è terreno fertile soprattutto per chi è in cerca di donne fra i 30 e i 50 anni. Il numero di fake sembrerebbe molto limitato, anche se il tasso di non risposta è davvero alto… D’altronde, la popolazione maschile presente su Meetic è davvero imponente e spesso decisamente poco di classe, col risultato che le ragazze sono letteralmente inondate di messaggi indesiderati di dubbio gusto che eclissano anche i nostri più poetici approcci.
La maggior parte delle donne dichiara di essere in cerca di una storia seria, ma siamo sicuri che con i giusti canoni estetici ed un po’ di savoir faire, saprete trovare qualcosa di interessante anche se il vostro obiettivo è il solo divertimento.

DINAMICHE: Meetic offre diverse domande a risposta multipla per trovare affinità e punti in comune… una via di mezzo fra OkCupid e Tinder.
In realtà, sono davvero pochi quelli che poi prendono il tempo per rispondervi, rendendo il tutto abbastanza inutile.

CONCLUSIONI

VANTAGGI SVANTAGGI
Profili reali manualmente approvati Costi esorbitanti rispetto ai suoi concorrenti
Discreta base di utenti Tasso di non risposta davvero elevato
Molte persone in cerca di una storia seria... Difficile farsi notare nella miriade di messaggi che riceve il pubblico femminile
... ma anche MILF per giovani "birbanti"

Lovepedia – Fake o non fake?

Lovepedia nasce da un’idea encomiabile, ossia non offrire disparità di trattamento fra utenti paganti e utenti free, vivendo solo di pubblicità.
Esatto, non esistono account premium o servizi a pagamento che creano disparità fra gli utenti, ma il risultato è abbastanza… grottesco.

Con una quantità di profili falsi (palesemente falsi) a dir poco imbarazzante, e professionisti\e di vario genere (cam, escort, etc…) che cercano di attirare gli utenti verso i loro business, Lovepedia non è esattamente un’oasi felice.

Le poche ragazze vere presenti, di solito, non sono particolarmente belle (altrimenti non starebbero su Lovepedia), e vengono comunque inondate di messaggi espliciti che alla fine danneggiano tutti gli uomini, anche quelli più seri.
Per carità, le eccezioni ci sono, e qualcosa di buono potreste anche trovarlo, ma vale davvero il vostro tempo?
Probabilmente, no…

Lovoo

Quello che mi è piaciuto di Lovoo è che si tratta di un sito davvero tranquillo, già dall’impostazione grafica. Pochi fronzoli, poche inutili domande per catalogare gli utenti manco fossimo al supermercato. Ispira serenità, anche per il tipo di utenza in cui ci si imbatte solitamente (pochi maniaci, poche esibizioniste, pochi fake).

FUNZIONAMENTO: ti iscrivi, carichi qualche foto, se vuoi metti una descrizione, ed inizi a sfogliare i profili come nel più classico dei siti d’incontri.

Si possono filtrare ed ordinare i profili in base a collocazione geografica, età e data dell’ultima connessione.
Se uno di questi cattura la vostra attenzione, potete lasciargli un cuoricino. Se il cuoricino verrà ricambiato, potrete parlare…

Vi sembra molto simile a Tinder? Beh, fin qui sì, però c’è una piccola differenza: su Lovoo avete a disposizione i rompighiaccio.
Ossia, anche se una ragazza non ha ricambiato il vostro like (o non ha proprio visto il vostro profilo), avrete comunque la possibilità di giocarvi tutte le vostre carte con un singolo messaggio.
Qualora doveste colpirla, vi darà la possibilità di continuare a chattare con lei… altrimenti, addio per sempre.

Un’accortezza carina è che, inviato un rompighiaccio, vi verrà comunicato se questo non è stato neanche visto, o se è stato visto e deliberatamente ignorato.

Infine, vi è un sistema di verificare manuale dei profili ad opera dello staff che è molto utile per scremare i fake, ed avere la certezza di star parlando con una ragazza in carne ed ossa.

POPOLAZIONE: punto dolente. Se non siete in una grande città, avrete davvero poche chances di trovare qualcuno.
Io sono riuscito a parlare giusto con 5 o 6 ragazze, e di queste soltanto 2 sono durate oltre i 3 messaggi.

ECONOMIA: anche Lovoo ha un suo account premium che consente di sbloccare la lista di chi ci ha lasciato un mi piace, o di inviare più rompighiaccio giornalieri.

Entrambe le feature sono assolutamente non indispensabili, dato che anche gli utenti free possono vedere l’elenco – seppur sfocato – dei loro ammiratori\trici, e questo elenco sfocato spesso basta a capire chi siano data la scarsezza di profili nelle vicinanze.

Esempio: una foto sfocata con del blu sullo sfondo compare nella lista di persone a cui piacete.
Cercate fra le persone online nelle ultime 48h e nel raggio di 50km tutte quelle che hanno una foto al mare, e mettete loro un mi piace. Quando “beccate” quella giusta, vi si sbloccherà la foto non sfocata.
E’ un’operazione che solitamente non richiede più di un paio di minuti, davvero.

Anche la possibilità di inviare molti rompighiaccio giornalieri non è molto utile, poichè nel giro di qualche settimana sono sicuro avrete scritto a tutte le ragazze che hanno destato la vostra curiosità.

Happn – Un’app per vincere la timidezza

Vai al pub e vedi un ragazzo bellissimo, vi scambiate degli sguardi, sembra ci sia interesse, ma lui è con amici e così ti senti intimorita ad andare a presentarti. Così speri sia lui a venire: ecco che ad un certo punto si alza, si gira, e… come non detto, sta andando via. Poche ore dopo, pensi: “Cavolo, se solo avessi una seconda possibilità di parlarci!

FUNZIONAMENTO: E’ da questa piccola storia triste che si ispira Happn, un’app pensata per incontrare persone che hai incrociato, ma con cui non hai avuto la possibilità di parlare.
Un concept molto simpatico, nella pratica assolutamente irrealistico, ma che comunque ha consentito ad Happn di ritagliarsi una fetta di utenti non trascurabile.

Perchè irrealistico? Beh, semplicemente perchè la quantità di persone iscritte ad happn è davvero troppo piccola, e pensare che tanto bene la persona con cui avete incrociato lo sguardo al pub sia fra di esse… beh, è dannatamente difficile.
Insomma, meglio puntare sulla lotteria.

Durante le nostre prove ho avuto diversi match, tutti con ragazze che non avevo mai visto prima.
D’altronde, affinchè possa scattare un abbinamento, basta che i GPS si siano trovati entro circa 3km di distanza.

POPOLAZIONE: come dicevamo in apertura, gli iscritti sono pochi, ma se non altro l’obbligatorietà di Facebook rende la quantità di fake estremamente ridotta, proprio come in Tinder.

L’età media è ancora una volta sui 23-24 anni, con una grande abbondanza di profili Under 30.

DINAMICHE: puntualmente, l’app ci segnalerà una serie di profili che abbiamo “incrociato”, dove per “incrociato” si intende l’essersi trovati a meno di 3km di distanza in linea d’aria. Se entrambe le persone mettono un cuoricino, allora si avrà un match, e si potrà iniziare a parlare.

ECONOMIA: è possibile acquistare degli incantesimi (oltre ai 10 gratuiti iniziali), che servono per richiamare l’attenzione di una ragazza… ricordate infatti che senza like reciproco, non potrete scrivere a nessuno!

AdottaUnRagazzo – Lo shop dei toy-boy (o forse no)

AdottaUnRagazzo è un sito di incontri che, ai tempi della sua uscita, aveva goduto di un discreto successo… grazie anche alla sua originale idea di marketing, che lo vede porsi come un grande supermercato dove le clienti (ragazze) acquistano o noleggiano prodotti (ragazzi).
L’interesse è andato via via scemando, e il concetto di uomo-oggetto da usare non sembra essere granchè presente nel sito, a parte che nelle sue campagne pubblicitarie.
AuR si è dunque trasformato in un normale sito di incontri, neanche molto frequentato.

DINAMICHE & FUNZIONAMENTO: i ragazzi possono cercare di catturare l’attenzione di una ragazza inviandole uno o più incantesimi. Le ragazze, in risposta, possono concedere agli uomini la possibilità di parlar loro. Se poi c’è una particolare intesa, possono mettere simbolicamente nel carrello i loro “prodotti”: questo sostanzialmente comporta, almeno in teoria, un certo interesse della ragazza a vedervi…

ECONOMIA: per le ragazze è tutto gratuito. I maschietti dovranno per forza pagare se vorranno fare qualunque cosa, incluso leggere e scrivere messaggi. E ad un costo di 7€ circa per un pass di 7 giorni, il sito è decisamente costoso se rapportato a cosa offre in termini di popolazione.

HotOrNot e Badoo: il festival del trash

Due app che sono in realtà la stessa cosa: stesse funzionalità, stessi profili, stessi sviluppatori… solo sono presentati con due nomi diversi, e con un diverso tipo di marketing.
Vi consigliamo di usarli solo come ultima risorsa, quando avrete finito tutti i possibili match nel vostro raggio d’azione negli altri siti segnalati in questa guida.
La quantità di utenti è davvero alta, sia chiaro, ma il sistema di punteggi e classifiche basato sui voti degli utenti ha fatto sì che molte ragazze si siano iscritte più per farsi votare e ricevere complimenti, che per organizzare reali incontri.
Inoltre, il livello di trash che si può osservare su Badoo è incredibilmente (e fastidiosamente) alto, e come ciliegina sulla torta c’è un sistema economico che rende invisibili gli utenti free, e lucra con tecniche ai limiti della truffa sugli utenti paganti.

Durante le nostre prove siamo riusciti a chattare – e poi incontrare – 2 o 3 ragazze, ma il tempo che ha richiesto tutto ciò è stato davvero abnorme.

Se volete saperne di più, non esitate a leggere la mia recensione di Badoo, dove tutti questi punti vengono sviscerati nel dettaglio… se non volete perderci troppo tempo, fidatevi invece di queste poche righe e lasciate perdere 😉

Jaumo

Una versione più easy di Badoo.
Jaumo non ha una versione via web per chi volesse connettersi da PC, ma l’app è estremamente simile alla sua controparte più famosa.

Il bacino d’utenza è decisamente ridotto, ma se non altro la qualità dei profili è leggermente più elevata e c’è meno esibizionismo fine a se stesso. Ossia, più persone realmente interessate a conoscere qualcuno.

Data la minore concorrenza, anche la necessità di pagare per ottenere risultati viene meno: ovviamente chi mette mano al portafoglio ha una grossa priorità, ma da utenti free potete sperare di combinare qualcosa.

Io sono riuscito a parlare ed uscire soltanto con una tipa, che sembrava davvero bella in foto ma si è poi rivelata con qualche kg di troppo (colpa mia, all’epoca ero ancora ingenuo e non avevo capito che chi mette solo primissimi piani del viso, ha qualcosa da nascondere…).

Nel complesso, potete dargli una chance, ma vale il discorso fatto per Badoo: fatelo solo se davvero non sapete che altri pesci pigliare.

Coffee Meets Bagle

Pensato per coloro i quali si sentono “uno\a dei tanti”, ma non vorrebbero sia così. Coffee Meets Bagle non dà la possibilità di scrivere indiscriminatamente a 100 persone diverse nell’arco di un minuto, quindi se avete scelto il dating online perchè puntate sulla teoria dei grandi numeri, andate oltre.

FUNZIONAMENTO: In quest’app, ogni giorno vi viene fornito uno ed un solo match, basato su affinità caratteriali e sui vostri gradi di apprezzabilità (ovvero quante persone vi lasciano un “mi piace”).
Voi potrete accettarlo, o rifiutarlo. Se entrambi accettate, potrete iniziare a parlare, altrimenti dovrete attendere il giorno successivo.

DINAMICHE & POPOLAZIONE: In teoria, questo dovrebbe portare ad un rapporto messaggi \ incontri più favorevole, dato che non sarete più “uno dei tanti”, bensì “Il Preselto”… almeno per quel giorno.
Se non siete in una grande città, però, scordatevi di trovare dei “bagle” nella vostra zona, data la scarsa popolazione di quest’app

Plenty of Fish

Famoso in America, molto meno in Italia, si basa sul classico detto “è pieno di pesci nell’oceano”.
In pratica, un invito a provarci con chiunque, dato che prima o poi, qualcuna che ci sta, la si trova.
Sinceramente, ne faremmo volentieri a meno dato che, dopo un breve giro esplorativo, abbiamo potuto constatare come la popolazione sia molto ridotta, e la qualità a dir poco bassa.
Usatelo solo come ultima spiaggia.

L’angolo delle truffe: Rimorchiando, Scopamici & siti simili

Ci sono decine, forse centinaia di siti di incontri di cui non vi ho parlato, principalmente perchè… si tratta di vere e proprie truffe.

Diffidate di qualsiasi sito dal nome altisonante che promette di farvi trovare una specie di paradiso segreto di sesso e libidine al suo interno.
Se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente dovreste fidarvi del vostro intuito, perchè effettivamente di vero avrà ben poco.

In passato mi sono occupato di siti come i vari Scopamici (.com, .eu, ed altri ancora)… se volete farvi due risate, o soprattutto se volete farvi un’idea di come si smaschera un sito truffa, date un’occhiata alla relativa recensione.

Conclusioni

Se avete un discreto successo anche nella vita di tutti i giorni, Tinder è decisamente l’opzione che fa per voi, dato che è quella più vicina al mondo “reale”.
Ci sono molte persone normali che semplicemente sono curiose di provare qualcosa di nuovo, o magari sono un po’ timide, o semplicemente vogliono aumentare un po’ le loro possibilità.

Se invece privilegiate la quantità sulla qualità, Badoo è il vostro paese dei balocchi. Ci sono anche qua persone “normali”, ma la percentuale di disperati\e (o quantomeno di disposti\e a tutto) è decisamente maggiore.
Inoltre, preparatevi a metter mano al portafogli, o a passarci sopra un sacco di tempo (o probabilmente entrambi).

Se siete più avanti con l’età e volete un po’ di stabilità, Meetic fa al caso vostro, mentre se cercate un ambiente un po’ più tranquillo e serio (e siete all’estero o quantomeno in una delle 5 principali città italiane), potete dare un’occhiata anche ad OKCupid.

Lovoo ha senso per chi non vuole dedicare più di 5 minuti al giorno al dating online, e Happn a chi crede davvero nel destino (o semplicemente vuole un Tinder un po’ meno affollato, dato che la tipologia di utenti è simile).

Lovepedia è un po’ un Badoo di serie B, ma se non altro è interamente gratis.
Tutto il resto… lasciate perdere, sono solo perdite di tempo 😉

Articoli correlati

21
Lasciaci il tuo parere!

avatar
6 Comment threads
15 Thread replies
5 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Luca
Ospite
Luca

Ciao Andrea. Ottimo articolo.
Non hai peró preso in considerazione Once. Con quest’ultimo (senza sborsare un cent) ho conosciuto tre o quattro donne e con una ci sono uscito tre mesi, con un’altra sei mesi.
É tipo Coffee (che sento ora per la prima volta da te). Una proposta al giorno. Se c’é il match si viene messi in chat.
La nota dolente é che, nel mio caso, mi vengono proposte donne troppo distanti. Pochissime della mia città.
Ad ogni modo la mia esperienza é stata abbastanza positiva.
Invece con il tanto da te acclamato Tinder, appena iscritto ho ricevuto parecchi match (con alcune mi sono scritto e con un paio mi sono visto), ma dopo una settimana…il deserto dei tartari…prima ogni cuore che cliccavo era 70 su 100 un match…dopo 0 su 100…mi sembra una presa in giro. Nel senso che ti invogliano e poi se vuoi continuare ad avere match devi sborsare soldi…
Cordialità

DeusXs
Ospite
DeusXs

Segnalo altro sito-copia di HotOrNot {che non conoscevo ma non ne faccio un dramma} e di Badoo. Il nome? Un inno alla fantasia: Twoo!
meno, molto meno trash di Badoo, ma identico in quanto ad inutilità, è solo una Fiera Della Vanità in versione Trash italiota!

Una nota {doppia} però: su Badoo un mio lontano amico ha conosciuto una ragazza polacca con cui, divorziato, ha intrapreso una relazione che conoscendo lui credo sia ancora inpiedi nonostante gli anni passati; su Twoo ho conosciuto la mia ex con cui sono andato a vivere, trasferendomi da città a città, dopo nemmeno tre mesi per stare con lei poi un anno e mezzo salvo accorgercerci di non essere fatti l’uno per l’altra., con diatriba finale sul “chi sta lasciando chi”.
Se non fosse che mi ci sono voluti anni per ottenere di conoscere sul serio qualcuno, al di là di come poi è finita, non mi sentirei di sconsigliarlo davvero, Twoo.
Diciamo che tengo il profilo ‘free’ {ma ho avuto per un certo periodo, forse proprio quando ho conosciuto “lei”, l’upgrade pagato tramite una delle offerte che ogni tanto lanciano}, giusto perchè tanto innocuo e perchè sono come Totò nella scenetta degli schiaffi: basta pensare di non essere davvero quella persona alla quale sono diretti!

Una nota su Tinder… quella dei profli ‘fake’ non è proprio vero… o magari è stata sfiga mia… su 5 match avuti finora uno era di una presumo italiana {presumo perchè non ha mai risposto ai messaggi, il che mi fa pensare al classico “like” dato così per caso, senza troppa convinzione, da parte sua} e di una tipa che sembrava tanto straniera e il cui profilo, Facebook incluso, continua a lasciarmi nel dubbio anche non essendosi ancora degnata di rispondermi ma perlomeno dopo un pò ha tolto l’affinità {gesto da me ricambiato quando mi è ricapitata nel giochino , nonostante mi piaccia ancora e non poco}. le altre tre ahimè non potevano che essere degli scam, essendosi rivelate Russe non realmente viventi in Italia… anche loro mantengono il ‘match’ nonostante essere sparite dopo aver fatto intenzionalmete capire loro che sono un tipo dai gusti un pò estremi {BDSM} ma soprattutto spiantato {per cui nemmeno valeva la pena sacrificarsi non anima ma corpo accettando certe “kinkierie”}!

Alessandro
Ospite
Alessandro

Questo è senza dubbio uno dei tuoi articoli migliori, anche perché qui hai pienamente centrato il punto.
Nella maggior parte dei siti di dating la cosa principale che conta è l’apparenza fisica.
Mi verrebbe quasi da dire: la sola cosa che conta davvero, ma non sarebbe propriamente corretto.
Ma essendo appunto basate sullo stesso schema, fanno sì che venga data priorità al solo aspetto estetico.
Quindi, senza un adeguato aspetto esteriore non si ha alcun risultato su nessuno di questi siti.
Ma cosa si intende per “aspetto esteriore adeguato”?
Chiaramente la bellezza è soggettiva: chiunque può considerare una persona più o meno bella/attraente, a seconda dei suoi personali canoni estetici o preferenze personali.
Quindi non si può definire esattamente con certezza uno standard minimo, perché ogni individuo suscita reazioni diverse nei possibili candidati.
Tuttavia, al crescere del numero di singoli individui che non considerano attraente un determinato soggetto, ognuno per i propri motivi, si può dire che aumenta il livello globale di non gradimento esteriore.
Significa ovvero che i singoli individui contribuiscono a creare involontariamente degli standard medi di gradimento, secondo cui alcuni soggetti superano questa soglia media, e altri invece non la raggiungono affatto.
Quando non si raggiunge questo livello minimo guarda caso si è nella condizione di essere sempre scartati.
Questo non significa necessariamente che non si piace a nessuna: significa che non si piace a nessuna tra quelle che ci piacciono.
Dove sta la differenza, mi chiederai?
Beh, cambia poco effettivamente, perché è probabile che il non gradimento potrebbe arrivare anche da chi noi stessi non gradiamo o non avevamo apprezzato.
Ti chiederai allora se chi è in questa situazione sia un cesso incredibile, se sia inguardabile o se incuta terrore/ribrezzo: non è detto.
Io almeno ritengo di non essere così negativo. Non faccio ribrezzo come ad esempio può farlo un personaggio come Rosario Muniz nei suoi video.
Eppure, sarà anche per colpa del livello della concorrenza, sarà colpa del mio livello esteriore decisamente anonimo/scarso, sarà per altri fattori, finisco per risultare nella stessa categoria di chi suscita orrore/ribrezzo, ovvero di chi non viene mai apprezzato.
Ne consegue che a mio modo di vedere si crea una sproporzione in questi siti, dove le persone apparentemente normali non sono più viste come sufficienti, in poche parole non bastano più.
Si pretende un livello più alto (esteriore).
Quindi chi non rientra in questi standard sproporzionatamente elevati non può ricavare risultati positivi.
Il paradosso è che dovrebbero/potrebbero dare una mano a chiunque, specie a chi prova vergogna o imbarazzo nella vita reale, o magari a chi mancano le possibilità di incontrare ragazze, ecc…
Eppure finisce per aiutare solo una categoria di utenti: quelli che hanno il privilegio di avere un aspetto esteriore globalmente apprezzato dalla maggior parte del pubblico.
Per tutti gli altri, quello strumento che poteva essere un aiuto o anche l’unica possibilità per conoscere persone, si rivela essere soltanto un’inutile perdita di tempo.
Poi sta all’intelligenza di ognuno determinare se deve essere anche una perdita economica, e come avrai avuto modo di intuire dai miei commenti, sono abbastanza arguto da non cadere nel tranello di arricchire inutilmente i gestori di questi siti.
Secondo me le recensioni e i pareri non sollevano abbastanza il warning principale: NON usate questi siti se non siete abbastanza fighi.

Andrea Danton
Ospite
Andrea Danton

Dimenticavo !
Se volete trombare sul serio subito perché non andate a farvi fare un massaggio dalle ragazze cinesi che sono reali ?

Andrea Danton
Ospite
Andrea Danton

Tutti i siti di incontri che trovate on-line sono solo truffe !
Tutti i maschi polli quasi sempre giovani scemi ventenni segaioli internet-dipendenti-deficenti in qualche caso ci sono pure maschi falliti trentenni polli che si iscrivono a tali siti tuffa vengono tutti truffati e buttano via un mare di soldi !!!
Nessun maschio (pollo in gergo) che usa i siti di incontri web per poter conoscere e socializzare con il sesso femminile paga un sacco di soldi è alla fine non conosce nessuna ragazza o donna !
Il Rimorchio via WEB-ON-LINE-VIA INTERNET NON FUNZIONA MAI = A ZERO !!!
Su 1 milione di maschi polli italici truffati e spennati dalle donne truffatrici dei siti di incontri on-line può darsi che
qualche ragazza o donna truffatrice di questi siti truffa decida di sposarsi e di trombarsi a vita un maschio pollo che ha conosciuto tramite WEB .
Personalmente non ho mai conosciuto né conosco nessun maschio né giovane ventenne né anziano cinquantenne che abbia conosciuto e rimorchiato tramite i siti di incontri on-line che sono tutti a pagamento !!
P.S.
Cari maschi segaioli invece di farvi le seghe pagando migliaia di euro per incontri virtuali tramite PC o tramite APP (videotelefono ) perché non provate a rimorchiare ragazze o donne usando il vecchio sistema di farvi avanti e darvi da fare con ragazze o donne VERE !
Scommetto che verrò censurato !

Marco
Ospite
Marco

Ho provato per diversi tempi RIMORCHIANDO E SCOPAMICI
Vi dico con cuore lasciate perdere pessimo , pieno di profili falsi e che lavorano per il sito. Mandano msg coppia e incolla a tutti, solo per fare abonamento. Anche se qualcuna ti propone del sesso ( come scrive anche nel profilo) ti chiedera del tempo per conoscerti nel sito e non al di Fuoriiiii. Non ti lasciano mai un contatto. Finché non ti scade l’abbonamento. Il giorno dopo magari fanno finta di chiedere dove sei finito anche sa hanno un tuo contatto.
In breve soldi spesi per nulla. NON PROVATELI ALMENO QUESTI DUE SITI . SONO DA DVITARE.

admin
Admin

Ciao Marco, grazie per il tuo feedback.
Siti come rimorchiando .com sono effettivamente dei siti truffa, infatti non li abbiamo neanche inclusi nel nostro articolo.
In linea di massima, tutti quei siti dalle promesse o dai nomi altisonanti, come appunto “rimorchiando”, sono delle vere e proprie fregature.
Dai un’occhiata alle app e ai siti segnalati in questo articolo, dato che sono certamente più seri.

AGGIORNAMENTO 3 GIUGNO: Abbiamo pubblicato la nostra recensione dedicata a Rimorchiando.com, in cui smascheriamo senza ombra di dubbio la truffa: https://www.guidallascelta.it/lifestyle/online-dating/recensione-di-rimorchiando-com-funziona-o-e-una-truffa/

massimiliano
Ospite
massimiliano

Grazie del suggerimento. Quindi da quello che ho capito! Non esistono siti di incontri reali legati al divertimento o incontri piccanti, a quanto pare le donne cercano rapporti duraturi o trovare ancora il principe azzurro. Non dichiarano espressamente di volersi divertire anche loro, questo mi fa pensare che le donne italiane sono represse e hanno ancora paura di essere giudicate. Mentalità da MEDIOEVO e questo sopratutto e colpa dell’uomo italico. All’estero non funziona così, per esperienza personale.

Fabio Massimo
Ospite
Fabio Massimo

Condivido pienamente! Rimorchiando.com è una truffa, ci sono ragazze single o sposate che ti rispondono, ma come fornisci loro una semplice mail per chattare al di fuori del sito spariscono. Anche io ho l’impressione che lavorino per il sito. Devo dire invece che Tinder e Once funzionano, anzi sono stato con una ragazza 5 mesi e l’avevo conosciuta su Tinder, ma per avere più chance bisogna sottoscrivere abbonamenti a pagamento.

Filippo
Ospite
Filippo

Ho provato con un sito con crediti a pagamento … Le ” ragazze ” ti fanno scrivere tanti messaggi per farti spendere crediti ma mai riuscito ad avere un incontro reale. Dopo due ricariche ho abbandonato . Tuffa ! Contattiflirt